giovedì 18 agosto 2011

Recensione: "Acqua agli elefanti" di Sara Gruen

Dopo mille rinvii e contrattempi sono finalmente riuscita a leggere "Acqua agli elefanti". Era ora.

 
TITOLO: Acqua agli elefanti
AUTORE: Sara Gruen
EDITORE: Neri Pozza
PREZZO: € 17.00


TRAMA: 
Sono gli anni Trenta negli Stati Uniti, l'epoca della Grande Depressione, la più grave crisi mai vissuta dalla nazione americana. Sono anche gli anni, però, in cui ha inizio una singolare "grandeur": quella dei circhi itineranti che attraversano in lungo e in largo il paese col loro strabiliante carico di donne-cannone, nani, mostri e animali esotici. In uno di questi circhi capita un giorno Jacob, studente di veterinaria in fuga da tutto e da tutti dopo l'improvvisa morte dei genitori. In quel bizzarro mondo, Jacob se ne starebbe tranquillamente al suo posto se due seducenti figure non lo turbassero profondamente: un turbamento pericoloso, visto che le due figure (di cui la seconda è un'elefantessa) sono in balia del sadico direttore, prime vittime della sua gelosia, dei suoi instabili umori e della sua inarrestabile violenza. 

GIUDIZIO:





RECENSIONE:
Ho fatto moltissima fatica per riuscire a trovare il tempo per questo libro, ma devo dire che ne è valsa la pena.
L'ho trovato molto diverso dalle aspettative che mi ero creata, ma la cosa è andata assolutamente a suo vantaggio. A giudicare dalle recensioni mi aspettavo un polpettone romantico, una grande storia d'amore, ecc ecc ... e invece l'ho trovato più simile ad un bel romanzo di formazione. 
Sono molti gli elementi in questo libro che concorrono a renderlo piacevole e particolare. Per prima cosa potrei citare il tipo di scrittura. Si vede che questo romanzo non è stato scritto per un pubbico superficiale e querulo, e lo apprezzo. Altra cosa, il punto di vista del protagonista: ho sempre trovato interessante seguire una storia dal punto di vista maschile. La storia in sè poi è davvero affascinante: il mondo del circo, la verosimiglianza del racconto e dei personaggi, e sì, anche la storia d'amore, contribuiscono a rendere il tutto davvero particolare. 
Mi permettete dello spoiler? (Se la risposta è no, smettetela di leggere). Trovo che il finale sia fantastico. Basta con le trilogie, i finali non finiti, le questoni lasciate in sospeso... Dopo tanto tempo ho ritrovato un Happy Ending degno di questo nome.
Quattro stelline senza esitazione.

Serena

Nessun commento:

Posta un commento