lunedì 22 agosto 2011

Recensione: "Sorellanza stregonesca" di Terry Pratchett.


TITOLO: Sorellanza stregonesca
AUTORE: Terry Pratchett
EDITORE: TEA
PREZZO: €7.80

TRAMA: 
"Il vento ululava. I lampi pugnalavano la terra a casaccio come inefficienti assassini. Il tuono rombava e rimbombava. Al centro di questa tempesta di elementi c'era un fuoco che ardeva, tra i cespugli di ginestra gocciolanti, come la follia nell'occhio di una donnola. Esso illuminava tre figure accovacciate. Mentre il calderone ribolliva, una voce anziana gracchiò: "Quando c'incontreremo di nuovo noi tre?'". Terry Pratchett racconta una storia che si svolge tra streghe, molti re, pugnali, corone, tempeste, nani, gatti, buffoni, boia, troll, festeggiamenti.  

GIUDIZIO:




RECENSIONE:
Francamente l'ho trovato un po' deludente. All'inzio ero presa molto bene, lo leggevo volentieri e ghignavo un sacco per la genialità delle tre streghe, ma col passare delle pagine la lettura mi è diventata più faticosa. Soprattutto alla fine. Ho trovato il finale un po' contorto e non sono nemmeno certa di averlo capito bene. Fatto sta che, abituata all'irresistibile ironia degli altri libri, mi sono limitata a sorridere in questo capitolo della saga del Mondo Disco, nulla più (anche se merita il mio eterno rispetto la mitica Nonnina Esme Weatherwax).
Bisogna anche riconoscere che, per motivi di forza maggiore, ho letto il libro un po' a singhiozzo, per cui penso di aver perso molti dettagli con queste contue interruzioni, ma per onor del vero devo dire di non essere rimasta troppo soddisfatta. Se all'inizio erano tre stelline, dopo la metà sono dovuta scendere a due e mezzo. Peccato.

CITAZIONE:
«Magrat si rese conto di avere perso. Si perdeva sempre contro la Nonnina Weatherwax, l'unica cosa interessante era scoprire esattamente come.»

A presto, 
Serena

Nessun commento:

Posta un commento