giovedì 10 novembre 2011

Recensione: "Memorie di Adriano" di Marguerite Yourcenar

TITOLO: Memorie di Adriano
AUTORE: Marguerite Yourcenar
EDITORE: Einaudi
PREZZO: € 12.50


TRAMA:
Giudicando la propria vita di uomo e l'opera politica, Adriano non ignora che Roma finirà un giorno per tramontare; e tuttavia il suo senso dell'umano, eredità che gli proviene dai Greci, lo sprona a pensare e servire sino alla fine. "Mi sentivo responsabile della bellezza del mondo" afferma, personaggio che porta su di sé i problemi degli uomini di ogni tempo, alla ricerca di un accordo tra la felicità e il metodo, fra l'intelligenza e la volontà. I "Taccuini di appunti" dell'autrice (annotazioni di studio, lampi di autobiografia, ricordi, vicissitudini della scrittura) perfezionano la conoscenza di un'opera che fu pensata, composta, smarrita, corretta per quasi un trentennio. 



RECENSIONE:
Breve recensione per questo libro che è stato davvero una sorpresa. A dire il vero fino ad un mese fa non mi sarei mai sognata di leggerlo ma l'accorata raccomandazione di mio padre mi ha fatto cambiare idea.
E' uno scritto davvero complesso e profondo, che tocca argomenti molteplici e di non facile trattazione, e apre le porte ad una mentalità antica e profondamente diversa dalla nostra. 
Bello ma anche impegnativo, più di una volta mi son vista costretta a rileggere con attenzione un paragrafo per coglierne interamente il significato. Dopo averlo letto mi spego perchè sia diventato praticamente un classico. 
Lo consiglio senz'altro, ma solo a chi si sentisse davvero ispirato: leggendolo controvoglia si rischierebbe di prenderlo troppo di petto e non riuscire ad apprezzarlo.



Nessun commento:

Posta un commento