venerdì 16 dicembre 2011

Libri&Cinema: "Sherlock Holmes - Gioco di ombre"

Salve a tutti!
Oggi vi propongo un post su un film che attendo con impazienza da diverso tempo: "Sherlock Holmes - Gioco di ombre".

Il film, seguito del successo del 2009, vede riconfermati alla regia Guy Ritchie e nel cast: Robert Downey jr. (Holmes), Jude Law (Dr. Watson) e Rachel McAdams (Irene Adler), con le new entries Noomi Rapace (nei panni di una zingara francese) e Jared Harris (Professor Moriarty).

Ad essere sincera, all'uscita del primo film mi ero detta scettica riguardo l'idea di rivisitare un classicone come Sherlock Holmes e, anche dopo aver visto il trailer, ero rimasta dell'idea che si trattasse di un blockbusterone troppo moderno e infarcito d'azione. Errore.

Dopo qualche mese (e diversi pareri positivi sentiti in prima persona) mi sono decisa a noleggiare il dvd e sono rimasta folgorata. Dicamo pure che, non avendo mai letto nulla di Arthur Conan Doyle, non sono la critica più ferrata in materia, ma rimane il fatto che il film mi è piaciuto un sacco. Non era paradossale e macchiettato come me lo ero immaginato (o almeno, non tanto da risultar fastidioso) pur essendo pensato come "rivisitazione" nel vero senso della parola. 
foto dal set

Ovviamente non riporta sullo schermo il classico Sherlock Holmes dell'immaginario comune, ma riesce con efficienza a rinfrescare e modernizzare il personaggio e il contesto in generale, avvicinandolo anche (e soprattutto) ad un pubblicodi giovani non-lettori.

A sentir le interviste dei protagonisti, salta fuori che è stato fatto anche  un gran lavoro di ricerca sugli scritti di Conan Doyle. Più che altro però, pare che i vari dettagli scovati all'interno delle opere originali siano stati usati in maniera molto 'libera', con "riferimenti molteplici che si intersecano". In particolare questo secondo film sembra avvicinarsi al racconto "L'ultima avventura". Ma solo un po'.
[Fonte: Intervista a Jude Law e Robert Downey jr. apparsa sul Venerdì di Repubblica n.1238] 

Parte del merito per il grande successo va all'ottima prova del cast: Robert Downey jr che presta le sue caratteristiche di simpatico mascalzone al personaggio, e (a sorpresa, per quel che mi riguarda) di Jude Law, che non si limita a farsi contemplare dalle fanciulle, ma dà il suo contributo.

A giudicare dei trailer anche questa nuova pelllicola sembra seguire le stesse linee guida del precedente, con tanta azione e umorismo:



Che cosa dire d'altro, se non che non vedo l'ora di andare al cinema?

A presto,
Serena

Nessun commento:

Posta un commento