domenica 31 luglio 2011

N.d.B. (Nota della Blogger)


Oggi ho intenzione di dedicare il post ad una piccola ‘dichiarazione di intenti’, o meglio, ad un ‘manifesto’ del blog.
Ho cominciato il tutto un po’ per gioco, perché mi piacciono molto i blog sui libri e le possibilità che danno ai lettori, e un po’anche come sfida personale. Prima d’ora non ho mai gestito nulla di lontanamente informatico (al massimo la mia casella di posta elettronica). 
Il mio intento quindi è di postare le recensioni e i commenti dei libri che leggo, di riportare tutte le notizie interessanti che trovo e di consentire a tutti di scoprire qualcosa di nuovo (o di vecchio e dimenticato nel caso di certi libri). In tal senso farò del mio meglio.
C’è però da specificare che tutto quello che scrivo è il riflesso del mio pensiero e dei miei gusti letterari, che possono essere condivisi o meno; io, dal canto mio, rispetto tutti.
Non sono un tipo particolarmente romantico (anche se mi fa sempre molto piacere leggere di una bella e solida storia d’amore) e quindi non apprezzo tutti i libri che trattano si adolescenti innamorati a prescindere. Molti non saranno d’accordo con le mie recensioni, ma io, come già detto, esprimo un giudizio personale. Scrivo solo quello che penso e le impressioni che un libro mi ha lasciato. Non voglio togliere nulla a chi invece lo ha trovato strepitoso ed emozionante perché, ovviamente, dipende dai gusti. E questi sono i miei.
Scrivo questo più che altro per pacificare la mia coscienza infatti, non sembra, ma mi dispiace davvero criticare un libro perché so bene quanto possa essere sgradevole per chi invece lo ha amato o quanto possa influenzarne la lettura. Il mio consiglio è quindi quello di ricercare più recensioni in modo da avere a disposizione sia giudizi positivi che negativi. Oppure leggere senza basarsi sulle recensioni altrui, che va altrettanto bene.
Se poi qualche volta dovesse scapparmi una battutaccia, perdonatemi… è il mio modo di essere, e il sarcasmo è un aspetto della mia personalità che spesso si manifesta di sua spontanea volontà.
Dico questo anche in previsione delle recensioni future. Scusate la divagazione (ma prima o dopo avrei dovuto farla).

A presto,
Serena

sabato 30 luglio 2011

Sezione Biblioteca

Ahh, la biblioteca…un luogo incantato dove tutto può accadere. Scherzi a parte, io sono una grande fan della biblioteca: si possono trovare tantissimi libri di ogni genere, nuovi e vecchi; il tutto senza dover pagare nulla (che di questi tempi non è affatto male) e con la possibilità di godere di un ambiente rilassato e silenzioso… Almeno finché arrivo io.  I bibliotecari della mia città mi temono e rispettano. Posso passare settimane intere senza farmi vedere (eh eh…lo studio), poi però torno con furore e riesco a passare ogni tre giorni per cambiare i libri. Ormai mi conoscono tutti e forse un po’ mi odiano, dato che ogni volta li costringo a spulciare tra i libri in catalogazione o a scavare nelle profondità dimenticate dei magazzini per recuperarmi dei libri assurdi. Mi basti dire che ormai tutti conoscono il mio numero di tessera a memoria.
Un’altra cosa fantastica è il ‘prestito di sistema’. Questo servizio consente di farsi arrivare dei libri da altre biblioteche convenzionate (mediamente nei confini provinciali) grazie al passaggio settimanale dei corrieri. Lo trovo un lavoro semplicemente fantastico (e infatti lo sfrutto selvaggiamente appena possibile)…
Da oggi quindi inauguro una nuova rubrica a cadenza del tutto casuale (dipende da impegni scolastici, lavorativi, ecc ecc…) nella quale mostrerò senza pudore alcuno i libri che ho preso in biblioteca e che quindi, prima o dopo, verranno recensiti da me medesima.
Un grazie a tutti i bibliotecari del mondo!! [una delle forme di vita più evolute esistente… XD]

Coming soon (or not so soon):




A presto,
Serena

venerdì 29 luglio 2011

Colpo d’occhio (4)

Per il "Colpo d'occhio" di oggi ho pensato ad un libro uscito un paio di anni fa:

"Shadowhunters - Città di Cenere" di Cassandra Clare


Una delle copertine più belle degli ultimi anni, a mio parere. I suoi colori mi hanno subito attratta e trovo che sia una cover che si adatta benissimo sia alla storia che al genere del libro, senza contare che questo 'stile' di cover è ormai diventato uno dei segni distintivi della serie della Clare (solo negli States però, perchè in Italia hanno inspiegabilmente deciso di cambiare la copertina del terzo libro con una che non c'entra nulla).
Bella, bellissima: il mio Colpo d'Occhio della settimana.

See you soon, 
Serena

giovedì 28 luglio 2011

WWW...Wednesdays (1)


Ho deciso di cominciare anche io a pubblicare la rubrica WWW...Wednesdays (ideata da MizB di Should be reading) e ovviamente, come spesso mi accadrà anche in futuro, inizio bene pubblicandola con un giorno di ritardo. Per partecipare basta rispondere alle 3 domande:
  • What are you currently reading?
  • What did you recently finish reading?
  • What do you think you’ll read next? 
Per me questa settimana:

What are you currently reading?


 Un calcio in bocca fa miracoli di Marco Presta.

E' un libro davvero simpatico e divertente, non me lo aspettavo...Sono circa a metà e per il momento mi ritengo davvero soddisfatta



What did you recently finish reading?


Angel di L.A. Weatherly

Per i dettagli potete consultare la mia recensione








  



What do you think you’ll read next?
Sono indecisa tra:
 

Acqua agli elefanti di Sara Gruen


Hunger Games di Suzanne Collins

mercoledì 27 luglio 2011

Mi arrendo (o anche Libri & Cinema): "Sulla strada" di Jack Kerouac

Sono spiacente di comunicare che, in seguito ad attenta riflessione, ho deciso di riconsegnare in biblioteca "Sulla strada" di Jack Kerouac senza averlo terminato.

Mediamente detesto abbandonare i libri in questo modo, ma sinceramente lo sto trovando si una pesantezza insostenibile. L'ho preso in prestito un paio di mesi fa in preda al fuoco sacro dell'amore per i classici ma, causa esami, ho dovuto rimandare la lettura fino alla settimana scorsa, quando ormai la passione si era esaurita... Ho cominciato lo stesso la lettura ma non me lo sto godendo per nulla. Ho quindi stabilito di riprendere a leggerlo in un momento più propizio, quando sarò nello stato mentale adatto per affrontare un libro più impegnativo degli urban fantasy che sto divorando ultimamente. 
La cosa peggiore è che questo libro (non so bene in virtù di quale principio) è stato relegato nel magazzino della biblioteca, per cui per prenderlo in prestito è necessario affrontare innumerevolì difficoltà e scomodare un paio di bibliotecari...ma sono sicura che quando avrò recuperato la voglia di leggerlo non mi sembrerà più un problema. 


Nel frattempo vi lascio con una notizia: entro la fine dell'anno (almeno negli States) dovrebbe uscire nelle sale l'adattemento cinematografico del libro. Il cast che prende parte alla pellicola è di tutto rispetto, quindi spero che il risultato sia all'altezza delle aspettative... Vi lascio con il link di un paio di siti che riportano news a riguardo:

A presto!
Serena

martedì 26 luglio 2011

Prossimamente: "Il Santuario dei Redentori" di Paul Hoffman


Ho scoperto di recente che a dicembre (o giù di lì) dovrebbe uscire “Il Santuario dei Redentori” di Paul Hoffman, seguito de “La mano sinistra di Dio”.
Del primo volume ho trovato sia critiche entusiastiche che profondamente negative, ma sinceramente appartengo alla prima fazione. L’interessante stile dell’autore e la sua ironia cinica e disincantata (spesso sarcastica) mi hanno davvero piacevolmente colpita. Inutile dire che attendo con impazienza il secondo.

SINOSSI:
(recuperata da un sito che ahimè non ricordo quale sia...Chiedo venia!)

Dopo il precedente fortunato e oscuro romanzo "La Mano Sinistra Di Dio" (2010), il "Santuario Dei Redentori" si propone come un lavoro ancora più avvincente ed estremo, in cui Paul Hoffman continua l’avventura cupa, mistica e spietata che ha stregato migliaia di lettori da ogni parte del globo.
Nella nuova storia l’autore, cuce addosso a Thomas Cale, il protagonista, niente poco di meno che l'abito dell'Angelo della Morte. Poteva stare stretto. Oppure poteva avere le maniche troppo lunghe. O le gambe corte. Come le bugie. E invece, è un abito che calza a pennello a un reietto fuggito (costretto a fuggire) proprio dal Santuario dei Redentori, un antico luogo misterioso in cui giovani ragazzi vengono addestrati in maniere e modi disumani, per affrontare La Guerra. Se la fuga è l’unica via possibile, la scoperta del mondo, dei suoi abitanti e dei suoi sapori, è l’unica vita possibile. Durissima e oscura ugualmente, come non ci si aspetta. Come al Santuario. Solo che libera, sembra...Ma Thomas Cale non è un ragazzino come gli altri. Ogni tipico discorso sull’adolescenza con le sue turbolenze ed epifanie risulta superfluo e banale. Lui è il prescelto. E se sei il prescelto, qualcosa di strano prima o poi ti capita. E qualcosa di incredibile e folle, anche. Soprattutto se dopo un po’ diventa chiaro che il confine tra il bene e il male non è un confine. Che non si vede, perché non esiste. Sia Thomas che i Redentori, questo, ora lo sanno bene, e di conseguenza, agiscono. Tornato al Santuario dei Redentori grazie a un coraggio difficile da immaginare anche solo cercando di mettersi nei suoi panni, e con un addestramento alle spalle che in qualche modo glielo impone e che finisce per riportarlo dai suoi carcerieri che furono, il prescelto dovrà guidare l'esercito di Dio contro tutto il resto dell'umanità. Una sfida mica facile da affrontare. Ma Thomas Cale, ormai non è più un ragazzino. Il perché profondo di una guerra così totale, non può essere ricercato come un tesoro dei pirati disperso in un galeone spagnolo del seicento affondato al largo della Giamaica. È molto più complicato da trovare. La mappa non esiste, o comunque non serve. Perché è un segreto, così segreto, da poter stare nascosto solo nella mano sinistra di Dio. Bisognerà avere il coraggio di schiuderla, e guardarci dentro.

A presto,
Serena

lunedì 25 luglio 2011

Recensione: "Angel" di L.A. Weatherly

Contrariamente alle mie abitudini, sto recensendo il libro subito dopo averlo terminato… Di solito preferisco aspettare un po’ e tener quindi anche conto dell’impressione a lungo termine che un libro mi lascia, ma in questo caso direi che non è necessario.

AUTORE: L.A. Weatherly
TITOLO: Angel
EDITORE: Giunti
PREZZO: € 16.50

TRAMA:
Willow è una ragazzina particolare, vive con la madre Miranda, affetta da una malattia mentale, e con la zia, che lei considera un triste specchio della sua vita futura. Dopo la scuola, Willow lavora come meccanico e fa la chiaroveggente. Ripara le macchine perfettamente, così come è infallibile nel prevedere il futuro. Perché lei il futuro lo vede davvero, con il solo tocco della mano. E vede anche il passato. Così quando Beth, la perfetta cheerleader biondo miele, le chiede un consulto, Willow, involontariamente, sbircia nel suo passato e scopre che Beth ha avuto un incontro con gli angeli. Questo è l'inizio di una storia che si sviluppa in un trionfo di amori e battaglie per la salvezza del mondo. Gli angeli in questo libro sono talmente perfidi che hanno addirittura creato un corpo speciale di sterminatori. Uno dei loro obiettivi è proprio Willow, prima ragazza mezza umana mezza angelo. E il destino vuole che il suo cacciatore sia il bellissimo Alex, un giovane guerriero assoldato dalla CIA che lavora attivamente per l'esiguo corpo degli Angel Killer. Il mondo degli angeli sta morendo, e proprio gli angeli, con la loro infida bellezza, stregano gli umani per portare a termine la loro missione: stanno concertando un'invasione di massa sulla terra per succhiare l'energia ai terrestri e sopravvivere.

GIUDIZIO:




RECENSIONE:
Questo libro senz’altro và in contro ai gusti di tutti coloro che amano le storie d’amore condite con un po' d’azione. La storia viene narrata per lo più dal punto di vista (in prima persona) della protagonista, Willow, con qualche capitolo scritto in terza persona ma dal punto di vista di un altro personaggio (per esempio il co-protagonista Alex).
Ho trovato i primi trequarti del libro davvero soddisfacenti. C’era l’azione introdotta dalla fuga on the road e la tensione legata al doversi sempre guardare la spalle e alla diffidenza tra i due protagonisti. Penso che sia ben trattata anche la parte di ‘introspezione’ (parolone altisonante) che ci consente, in modo più  meno diretto, di comprendere i caratteri dei protagonisti, l’evoluzione dei loro sentimenti e pensieri, e di seguire la graduale e sofferta accettazione da parte della protagonista della situazione e della propria natura. Molto interessante anche questo nuovo modo di concepire gli Angeli come creature egoiste e predatrici (anche se, personalmente, rimango affezionata agli schieramenti tradizionali). Fin qui direi tutto benone.
***Occhio allo SPOILER***
Il libro comincia a perdere qualche colpo nel momento in cui si concentra troppo sulla relazione romantica tra i protagonisti. Come tutti, ho provato una grande soddisfazione quando la tensione tra i due si è sciolta è c’è stata la tanto agognata rivelazione dei reciproci sentimenti, ma trovo che da quel punto in poi vi sia stato un certo appesantimento della narrazione. Diciamo che la tragedia romantica ha preso un po’ il sopravvento rispetto all’azione principale, e anche la scena finale si risolve senza grossi fuochi d’artificio.
Per quanto riguarda i famigerati ‘colpi di scena’, beh, io li ho trovati  leggermente prevedibili. Sia le 'frasi-indizio' sia lo stesso filo narrativo puntavano sempre in un’unica e chiara direzione. Quindi niente grossi shock in arrivo.
Nel complesso, come si può notare dal mio giudizio, l’ho trovata una lettura carina e piacevole, adattissima all’estate e alla voglia di distrarsi con un libro leggero (e vi assicuro che è un complimento visti gli altri libri che mi sto sciroppando).
In conclusione un bel 3 stelline e trequarti. 


Informazioni di servizio
Come ormai accade spessissimo, questo libro è il primo di una trilogia: “Angel Trilogy”. I due volumi successivi dovrebbero intitolarsi “Angel Fire” e “Angel Fever”. Il secondo volume sarà edito in America l'1 ottobre 2011.





Non mi resta che augurarvi buona lettura!
Serena


domenica 24 luglio 2011

Libri & Cinema: Locandina di "Hunger games"

Qualche giorno fa mi sono imbattuta in questa spettacolare locandina del film "Hunger Games", in uscita negli States il 23 marzo 2012.

 


Ho letto critiche strepitose riguardanti il libro, infatti l'ho preso in biblioteca e non vedo l'ora di leggerlo (Kerouac permettendo...terminare "Sulla strada" si sta rivelando un'impresa mastodontica).
Aspettativi presto il mio commento!

Bye bye, 
Serena

sabato 23 luglio 2011

New Banner

Anche oggi vi presento un nuovo banner...


...con relativo codice:

<div><a href="http://www.bannersketch.com" target="_blank"><img src="http://img837.imageshack.us/img837/2392/1311234085.png" alt="Generated image" title="Free Banner by Bannersketch.com" style="border: 0px" /></a></div>

Servizio getilmente offerto da Bannersketch.com.

E' uno dei primi che realizzo, quindi nulla di spettacolare ... ma pian piano mi avvicino sempre di più al "Banner Perfetto" che ho in mente.

Nel frattempo vi assicuro che non sto battendo la fiacca ma sto leggendo libri, cercando anteprime e preparando nuove rubriche, solo per voi. 

Bye bye, 
Serena

venerdì 22 luglio 2011

Colpo d’occhio

E' venerdì ed è quindi giunto il momento della rubrica Colpo d'occhio, che presenta le copertine che hanno colpito la mia fantasia al primo sguardo.
La cover regina di questa settimana è "Matched" di Ally Condie
Questa copertina è meravigliosa. E’ una delle cover meglio riuscite e più allettanti che abbia mai visto. Da sola è riuscita a convincermi a comprare il libro…e ancora non me ne pento. Davvero fantastica. Inoltre richiama perfettamente l’idea di ambientazione della storia narrata, insomma, una copertina azzeccatissima.
Semplicemente perfetta.

"Matched" di Ally Condie


Per chi fosse interessato, nella sezione "Recensioni" potete trovare il mio commento al libro.

See you soon!
Serena

giovedì 21 luglio 2011

Prossimamente: "Promessi Vampiri - The dark side" di Beth Fantaskey

Nel mese di novembre (2011, ça va sans dire) è prevista l'uscita del secondo libro (e terzo episodio) della serie "Promessi Vampiri" di Beth Fantaskey. Dopo un interessante primo volume ("Promessi Vampiri") e un extra sul matrimonio dei protagonisti (scaricabile gratuitamente online sul sito della Giunty Y oppure qui), ecco finalmente il nuovo capitolo. Qui di seguito riporto la copertina annunciata dalla Giunti Y e una sinossi trovata sul blog L'albero delle gocciole.


TRAMA:
Quando Jessica Packwood ha scoperto di essere una principessa vampira proveniente dalla Romania, ha avuto lo shock di tutta la sua vita. Poi ha scoperto che quella era la parte facile. Ora, sposata al principe Lucius Vladescu, deve reclamare il trono e convincere una nazione di vampiri che lei è adatta ad essere la loro regina. Ma Jess non può neanche ordinare un pasto decente al suo personale rumeno, per non parlare di ambugui "non-morti" che godrebbero nel vederla fallire. 
E quando Lucius è accusato di aver ucciso un vampiro Anziano ed è imprigionato senza neanche il sangue che gli serve per vivere, Jessica si ritrova da sola, lottando per la sopravvivenza di entrambi. 
Disperata nel cercare di ripulire il nome del marito e di guadagnare il suo rilascio, per essere aiutata Jess arruola la sua migliore amica Mindy Stankowicz  e il misterioso cugino italiano di Lucius, Raniero Lovatu. Ma tutti e due hanno degli oscuri segreti da nascondere. Riuscirà Jessica ha trovare la persona di cui fidarsi e compiere la sua ascesa al potere, prima di perdere ogni cosa, anche il vampiro che ama?
Pieno di romanticismo, mistero e pericolo, il tanto atteso sequel di Jessica's guide to dating on the dark side (Promessi Vampiri) mostra che a volte una principessa deve guadagnarsi il suo "e vissero felici e contenti" – con un paletto appuntito in mano.
E per chi ancora non avesse letto il primo libro, ecco a voi copertina e trama direttamente da ibs Libri

TRAMA di "Promessi Vampiri" (vol.1):
Un liceo, una ragazza e un vampiro irresistibile: non troppo originale come inizio per un romanzo, si potrebbe pensare Tuttavia questo libro lascia l'orda di fan di Twilight interdetta sin dall'inizio. Jessica Packwood, una semplice liceale patita di matematica, entra nel panico quando, a pochi mesi dal suo diciottesimo compleanno, un ragazzo rumeno, Lucius Vladescu, compare sulla sua soglia per informarla che lui e lei sono entrambi vampiri (appartenenti alle due più potenti e rivali famiglie) e sono promessi sposi sin dalla nascita. Come se non bastasse, i suoi genitori adottivi confermano la versione del ragazzo, ribadendo che anche i suoi veri genitori fossero, di fatto, dei vampiri. Lucius inizia un corteggiamento serrato nei confronti della sua promessa, ma dopo essere stato rifiutato più volte, rivolge le sue attenzioni verso la bellissima cheerleader della scuola. Jessica si trova così a dover lottare per riconquistare il suo principe, evitare una guerra fra vampiri e salvare l'anima del suo Lucius dalla dannazione eterna.

mercoledì 20 luglio 2011

Recensione: "Elogio alla bruttezza" di Loredana Frescura


TITOLO: Elogio alla bruttezza
AUTORE: Loredana Frescura
EDITORE: Fazi (collana Teens)
PREZZO: €11.00 oppure € 6.50


TRAMA:
"lo sono brutta. Lo sono sempre stata e non c'è speranza di avere il medesimo destino del brutto anatroccolo che poi si scopriva cigno. Una favola con la fregatura: ecco cos'è in realtà." Questo pensa di sé Marcella, quattordici anni ancora da compiere e gli esami di terza media che si avvicinano, due genitori alle prese con i propri problemi e un fratello maggiore bellissimo, baciato dalla fortuna, che si vergogna di lei e non le rivolge la parola. Ma le fregature le sa riconoscere per quello che sono: occasioni per vendicarsi, per riscrivere la storia dalla parte di chi baci non ne ha mai ricevuti, né dalla sorte né dal principe di turno. Così, Marcella sceglie di dedicare la sua tesina di fine anno a un "Elogio alla bruttezza", e insieme alla sua migliore amica Giorgia, anche lei una bruttina, chiamata "Enterprise" per il mega apparecchio che porta fisso ai denti, riversa sulle pagine scritte tutto il suo desiderio di rivalsa e il suo senso dell'umorismo. Anche la vita di fuori, però, le prepara alcune sorprese: proprio tra gli amici di suo fratello, i belli senz'anima, ci sarà qualcuno capace di guardarla con occhi diversi, e farle scoprire l'amore... 
GIUDIZIO:
 




RECENSIONE:
Ma quanto mi è piaciuto questo libro?! Già mentre lo leggevo avevo la certezza che avrei dovuto dargli almeno quattro stelline. Perchè?
Perchè la protagonista (e per lo più voce narrante) è simpatica, divertente e originale. E' sveglia e sarcastica, e fa della sua "bruttezza" uno scudo e un vanto.
Perchè non racconta di un amore eterno, impossibile e ultraterreno, ma dell'amore più bello: il primo. Quello che ti colpisce come "una freccia nello stomaco" o "un coltello nel petto"; che ti fa ardere tutto e non fa capire più nulla.
Perchè le idee dell'autrice sono brillanti e irresistibili.
Perchè, alla fine, cosa c'è di più armonioso del sentirsi brutti e felici?

*** Warning. POSSIBILE SPOILER ***

ESTRATTO:
"  Arrivo, guardo e poi ci rimango. Bloccato. Senza fiato. Senza forze. Le braccia che penzolano e la testa che si piega. Non poteva capitare così. Non esiste. Non è possibile. Che poi la saliva ha preso la via della faringe e adesso muoio strozzato.
  Mi innamoro così, come fosse una freccia che ha superato le montagne, attraversato i laghi, trapassato tronchi di sequoie, volato sopra i tetti  e sfidato le aquile a gare di velocità e poi è arrivata dentro il mio stomaco. 
  Mi innamoro. Chissà dove cavolo l'hanno trovato un arco del genere. Dove ho trovato una parola del genere. Lei è lì, ed è come se fosse dappertutto.  "