venerdì 10 febbraio 2012

Recensione: "Batti il cinque" di Janet Evanovich


TITOLO: Batti il cinque
AUTORE: Janet Evanovich
EDITORE: Salani
PREZZO: € 17.80


TRAMA:
Il lavoro scarseggia per Stephanie Plum, cacciatrice di taglie di Trenton, New Jersey. Ma in famiglia c'è un problema: lo zio Fred, detto il Tirchio, sembra sparito nel nulla. Unico indizio: problemi con l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti. Non che zia Mabel sia particolarmente addolorata della scomparsa del marito, ma quello che potrebbe sembrare solo un fastidioso disguido amministrativo si trasforma ben presto in una faccenda piuttosto seria, almeno a giudicare dalle foto inquietanti che lo zio Fred nascondeva in un cassetto. Questa volta Steph è spalleggiata da Randy Briggs, nano programmatore di computer, e tallonata da un oscuro angelo custode, Bunchy, sedicente allibratore a caccia, pure lui, di Fred. Persino Joe Morelli, poliziotto e fidanzato storico della nostra eroina, sembra avere qualcosa da nascondere. Fra sparatorie, una serie di strani suicidi e un pugile maniaco che attenta alla sua vita, Stephanie deve affrontare, oltre ai consueti problemi di capelli, di linea e di automobili che non fanno il loro dovere, le spericolate iniziative dell'inossidabile nonna Mazur e le attenzioni sempre più esplicite di Ranger, tenebroso e affascinante collega... 

RECENSIONE:
Wow, sentivo davvero il bisogno quasi fisiologico di un libro spiritoso, avventuroso e sexy come questo… e ancora una volta Janet Evanovich non mi ha delusa. Anzi, oserei dire che questo quinto volume è ancora più coinvolgente ed irresistibile di alcuni dei precedenti. La protagonista è un vero uragano di umorismo, sfortuna, determinazione e…ormoni. In questa nuova avventura Stephanie si vede costretta ad affrontare contemporaneamente la scomparsa dello zio Fred, il ritorno in libertà del suo primo incarico (un pugile maniaco), un sedicente allibratore/pedinatore e un agguerrito MA (mancata apparizione) ‘di bassa statura’. Per non parlare dei due affascinanti e pericolosi pretendenti… Anche stavolta l’improbabile cacciatrice di taglie è fiancheggiata dall’esuberante ed inossidabile Nonna Mazur e dall’abbondante ex-prostituta Lula, che ci regalano momenti di puro divertimento come non se ne leggevano da tempo. Questa combinazione non può che essere esplosiva: si susseguono situazioni sempre più assurde ed esilaranti, dialoghi taglienti e personaggi imprevedibili ma ai quali è impossibile non affezionarsi. L’ottimo caso investigativo di sottofondo non fa che rendere più solida e piacevole la storia.  
Insomma, un libro che consiglio senza remore per passare qualche ora di risate ed adrenalina.



A presto!
Serena

Nessun commento:

Posta un commento