sabato 18 agosto 2012

Libri&Cinema: "One for the Money"

Dopo una lunga assenza, ecco tornare la rubrica Libri&Cinema (una delle mie preferite in realtà).
L'oggetto delle mie attenzioni oggi è "One for the Money", film tratto dal primo volume delle avventure di Stephanie Plum, cacciatrice di taglie dilettante.   


Che fosse stato girato un film tratto dal primo volume della Evanovich non era certo un segreto, ma l'uscita italiana (avvenuta solo in dvd, credo...) è passata del tutto inosservata, almeno al mio radar. Poca pubblicità? Scarso interesse? Ovviamente sono andata ad indagare. 
In Italia sicuramente la serie non ha la popolarità che ha negli Stati Uniti, ma sono dell'idea che questo fattore potesse essete tranquillamente tralasciato in questo caso. Insomma, non è certo necessario aver letto il romanzo sorgente per poter apprezzare una bella commedia, no? 
Dopo questa riflessione sono andata a spulciare nei dati di incasso USA e mi sono accorta che in patria il film non è andato un granché... diciamo pure che è stato un flop. L'incasso in America non ha nemmeno coperto i costi di produzione e anche le critiche sono piuttosto spietate.

Nonostante tutto però, ho davvero provato a mantenere la mia mente imparziale per prepararmi a vedere il film. D'altronde è capitato più di una volta che mi siano piaciuti film bocciati da critica e box office, non è una novità.


Con mio grande rammarico, ho dovuto constatare che il risultatato di questo adattamento era effettivamente una commedia piuttosto debole.
Katherine Heigl non è mai stata un'attrice eccelsa ai miei occhi, ma non ha fatto grande scempio della parte... Tuttavia sono rimasta molto delusa sotto diversi punti di vista. 
I comprimari erano davvero sottotono. Non conosco la maggior parte degli attori coinvolti, ma direi che la caratterizzazione dei personaggi era piuttosto scadente così come le loro performance... La trama era davvero davvero troppo prevedibile e priva di brio. Non conosco esattamente le scelte fatte dalla regia, ma da spettatrice non sono riuscita a percepire in nessun punto quale fosse la direzione presa dal film. Commedia? Giallo? Sentimentale? Di tutto un po'. 
Tutto un po' abbozzato e sottotono.  
Qualche momento carino e divertente c'era senza dubbio, ma non a sufficienza da accontentare il mio esigente palato cinematografico.
Peccato.


A presto!
Serena

2 commenti:

  1. Peccato anche io volevo vederlo ho sentito parlar bene dei libri ed ero curiosa perciò stavo aspettando l'uscita italiana... bah vabè mi butto direttamente sui libri della serie ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio senza dubbio di leggere i libri, e per quanto riguarda il film, magari guardalo tra qualche tempo se ti vuoi togliere la curiosità... per passare una serata tranquilla non è così terribile ;D
      Serena

      Elimina