domenica 9 dicembre 2012

Libri&Cinema: "La sedicesima luna" - il film

Buongiorno a tutti,
ho appena finito di leggere "La sedicesima luna" (riconsegnandolo in biblioteca con un ritardo mostruoso), quindi va da sé che subito dopo ho cominciato a gironzolare in rete alla ricerca di qualche notizia sul film (di nuovo).


Questa qui sopra è la locandina italiana. Mi piace? Meh...no. Ma l'abito non fa il monaco, speriamo.

Da un pezzo oramai è anche stato diffuso il full trailer italiano, che avrete già visto in tutte le salse, ma eccolo lo stesso:

Trailer ita


Sul sito Screenweek.it ho anche trovato un paio di featurette in lingua originale sottotitolate.

Featurette SUB ITA






E ora i commenti.
Cioè, io ci ho provato a trattenermi, ma alla fine non ce l'ho fatta.

chiaramente non 16enne
Qualcuno mi spiega la scelta di Alden Ehrenreich? Insomma, io ho una lunga tradizione di insofferenza verso le scelte degli studios per i protagonisti scelti per adattamenti da libro (giusto per parlare in maniera generica di questioni molto specifiche), ma anche questa volta non si sono smentiti. 
Premettendo che non ho ancora mai visto nulla con questo tale (che fin'ora mi era del tutto sconosciuto), le opzioni non sono poi molte: o è un attore di una bravura spaventosa...o davvero non ho capito un accidente di come vengano fatti i casting. Come sempre l'attinenza ai dettagli è del tutto randomize, ma di solito non mi fossilizzo più di tanto... 
però almeno l'a-b-c...
Personalmente non lo trovo particolarmente attraente, ma in fin dei conti non era scritto da nessuna parte che dovesse esserlo... i gusti son gusti, ma spero che non l'abbiano scelto per l'appeal, perché proprio non ci siamo. 
Ma prendere qualcuno che ricordasse almeno vagamente un ragazzo del liceo? Perché lui chiaramente non ha 16 anni. Francamente però non ne dimostra nemmeno 24 (la sua età effettiva, è del 1989), quindi... va beh. 
Seguendo una tradizione inaugurata da Beverly Hills 90210 e proseguita da allora, qualsiasi scelta di attori che siano almeno nati nello stesso secolo del personaggio originario, viene presa in considerazione. 

Dato che ho letto il libro dopo aver visto il primo trailer, la mia personale cattiveria si divertiva a immaginarsi il buon (e basso) Alden che giocava a basket, come descritto nel romanzo... e va beh, che sono meschina. 


Poi c'è Lena. Alice Englert non è assolutamente non come mi immaginavo la protagonista leggendo, ma questo è irrilevante. Come già detto prima, non sono tipo da fossilizzarmi per il colore dei capelli di Tizia o degli occhi di Caio. Insomma, basta che sia in parte e sappia recitare quel minimo imposto dal contratto, e poi accetto quasi tutto. 

Il resto del cast è davvero degno di nota: Jeremy Irons è Macon, Viola Davis è Amma, Emma Thompson avrà il doppio ruolo di Saraphine/s.ra Lincoln, ma questo non sempre è una garanzia di successo... però ci fa ben sperare.


Qui sulla destra potete trovare una foto di Emmy Rossum nei panni di Ridley e.... oh-mio-dio ma quella canottiera?!? Ragazzi, non ho più la forza di commentare. 

Inizio a trovare un tantino irritante che ogni articolo su questo film sia intitolato "Beautiful Creatures, l'erede di Twilight...". 
Io sarò tignosa, ma non è forse questo il modo migliore per creare aspettative irrealizzabili nelle fan della saga (di Twilight) e scoraggiare tutti gli altri? Perché, badiamo bene, che si sta parlando di cose ben diverse. 
Ok che il target è sempre quello... ma la storia e l'argomento differiscono assai (rimanendo nell'ambito paranormal-romance-fantasy, e chi più ne ha più ne metta). O almeno dovrebbero.
E poi, se anche facessero una robina qualitativamente un po' migliore della Twilight Saga, io non mi offendei di certo (considerando comunque che sto cominciando a rivalutarla... ma di questo parleremo in un altro post). 
E soprattutto se rimanesse un franchise un tantino meno asfissiante, penso che la cosa sarebbe gradita a molti.   

Come tagliare le gambe ad un film già in partenza (a parte che avevano detto la stessa cosa di Hunger Games, fate un po' voi...)

Insomma, qualcuno mi dica qualcosa che sono stufa di parlarmi addosso. Avete letto i romanzi originali? Attendete il film o non ve ne può fregare di meno? 
I commenti sono a vostra disposizione.

P.S: la recensione del libro arriverà non troppo a breve... ma arriverà. Siate fiduciosi.

Serena

Nessun commento:

Posta un commento