mercoledì 12 dicembre 2012

Winter finale... dove eravamo rimasti? (Once Upon a Time)

Continua il riepilogo delle serie televisive in vista dell'interruzione invernale. Oggi:

Once Upon a Time



Anche quest’anno la famiglia Charming si è beccata la sua sana dose di disgrazie, già a partire dal quindicesimo minuto del primo episodio. Long story short, Biancaneve ed Emma sono finite catapultate nel mondo delle fiabe (o in quel che ne resta) mentre James e Henry sono rimasti a Storybrook.

the useless couple
Storyline del Mondo delle Fiabe – Non solo Emma e Snow sono finite dall’altra parte senza nessuna idea di come tornare indietro, ma ci sono pure finite con tutti i loro problemi di famiglia irrisolti, con quel bel carico di imbarazzo e scene in cui si capisce che davvero non sanno come prendersi. E vogliamo menzionare lo sfacelo del mondo fatato e l’invasione degli orchi? Massì, facciamolo.
Proprio in questo mondo ci vengono anche presentati dei nuovi personaggi (ne ho già un po’ parlicchiato QUI) tra cui: una fastidiosissima Bella Addormentata, una piuttosto noiosa Mulan, l’inutile Lancillotto e uno dei nuovi villain: Capitan Uncino (che ci conferma che i pirati sentono l’inspiegabile urgenza di mettersi l’eyeliner come tratto distintivo. Ma va beh.). 
Ma più di tutti abbiamo il ritorno del più cattivissimo cattivo della nuova stagione: Cora. L’unica in grado di tenere testa a Regina e Tremotino in un colpo solo, vuole raggiungere Storybrook per un motivo non meglio precisato… Ipotizziamo vendetta mista a cattiveria innata. MUHAHAHAH. Ah no, c'è anche dell'amore materno...? di quello bacato e inspiegabile che solo in quella famiglia riescono a coltivare.
Cora con il cuore strappato...dal modellino
di "Esplorando il corpo umano"
E, diciamocelo, un nuovo villain con gli attributi ci voleva dal momento che intanto, nel mondo reale, Regina sta cercando di redimersi per amore di Henry e Mr.Gold prova almeno a comportarsi da persona decente per Belle (con risultati scarsini, comunque...)
La neonata girl-band formata da Emma, Snow, Mulan e Aurora inizia quindi un viaggio apparentemente senza capo né coda per cercare di tornare a Storybrook… Ad un certo punto sembra che Hook, alla ricerca di un carro dei vincitori sul quale saltare, passi dalla loro parte innescando un’improbabile alchimia con Emma, ma alla fine della fiera viene infinocchiato come un fesso e perde almeno 10 cm di statura-villain per la figuraccia.
I "5 minuti di maternità"
Oltre a Cora, possiamo finalmente anche dare il bentornato alla Snow-badass che combatte orchi, fronteggia streghe cattive, tira con l'arco da vera professionista, si orienta in foreste oscure e sopporta con notevole flemma la fastidiosissima Aurora. Quindi ciao ciao maestrina lagnosa e bentornata spavalda Biancaneve. C’è da dire che ad ogni episodio ha ancora delle recrudescenze e deve dare sfogo all’istinto materno represso per 26 anni in quelli che io ormai chiamo i ‘5 minuti di maternità’ in cui abbraccia, consola e coccola tutto quello che le capita a tiro (spesso Emma, a volte Aurora). Ma facciamo passi in avanti.

un po' come se non si fosse mai
svegliato dal coma... 
Storyline di Storybrook – Diciamo pure che qui non è che succeda un granché di eccitante. Con Regina che vuole fare la brava mamma e Tremotino che studia da fidanzatino d’America, non rimane molto da seguire. Ci sarebbero i tentativi del principe Azzurro di riportare le sue donne a casa, ma il buon David si dimostra ampiamente inutile (se non dannoso) nel triplice ruolo di tutore di Henry, sceriffo della città e creatore di portali. Infatti riesce rispettivamente a: lasciar Henry da solo in una scuderia dove ricompaiono stallieri redivivi con smanie da strangolatori, fare quasi rivolare la città e lapidare Ruby, farsi rubare il cappello di Jefferson come un tordo. E’ francamente imbarazzante. Però il minatore gli veniva bene, forse abbiamo trovato il suo ruolo.

Come sempre, abbiamo qualche episodio flashback e altri finalizzati, come quello dedicato a Ruby e alla riscoperta del suo lupo interiore, lo speciale di Halloween sull’identità del Dr.Whale  e soprattutto l’episodio, davvero bello, dedicato al misterioso passato di Emma, in cui scopriamo l’identità del padre di Henry.
Tirando le somme, questa prima parte di stagione è stata piacevole e a tratti davvero coinvolgente, ma anche a volte inutilmente macchinosa e fonte di ottimo materiale per recensioni sarcastiche (come potete vedere).
Dall'episodio 2x06 "Tallahassee"
Devo dire che rispetto all'anno scorso l'hype è un po' scemata... ma continuiamo a seguirlo 
Ma soprattutto, riconosciamo a OUAT i suoi meriti: ci delizia con recitazione assente o sporadica (soprattutto per alcuni/e, ma non faccio nomi: giudicate voi) e ci regala anche le più tristi e imbarazzanti ambientazioni in green screen degli ultimi mesi. Ma noi lo perdoniamo.
(Che poi, perché continuo a usare questo pluralis maiestatis ancora non l'ho capito).

Focus Winter finale:
Dal momento che questo non è un finale di stagione, ci manca il grande colpo di scena. Ovvero, ci vorrebbe essere, ma in realtà lo sappiamo tutti cosa succederà in quest'ultimo episodio (sort of).
All'inizio abbiamo il momento di depressione, in cui sembra che i cattivi stiano per vincere e che i buoni siano in trappola... sottolineato dalla sempre-pessimista Emma che invece di agire si piange addosso. Su una cosa ha ragione: per essere la Salvatrice non è che si stia dando tutto 'sto daffare... 
 The Not-quite-Final battle
Poi però le nostre eroine riescono a trovare una via di fuga e a raggiungere Cora e Hook proprio sull'orlo del portale magico che conduce a Storybrooke... e ha inizio una battaglia tra bene e male (che tra effetti speciali e corpo-a-corpo non so dove sia più carente) che vedrà trionfare Emma e Snow. 
Il risultato era un po' scontato, così come gli avvenimenti successivi. Hanno passato le ultime 9 puntate a straziarci l'anima con i loro discorsi fatalistici su quanto fosse difficile e su come ci fosse solo un'unica speranza per tornare... e negli ultimi 3 minuti, ovviamente, salta fuori un'altro modo (credo siamo arrivati al 4°) per viaggiare tra i mondi.
E ti viene solo da esclamare: "Banana!"

E a Storybrook? Non so più che dire, tra Regina e Mr.Gold non fanno una testa in due. Ragazzi, ripigliatevi che abbiamo bisogno di gente seria, ora più che mai.

Postilla personale: se nel corso della prima serie i continui riferimenti alla scena iniziale ("Ti troverò sempre!" ... "Hai visto? Ti ho trovata/o!") tra Snow e James erano carini, beh, ora cominciano a rompere un tantino. Abbiamo capito che vi amate tanto, ma ora andiamo pure avanti.

Postilla personale #2: Oh no. Negli ultimi minuti dell'episodio ci mostrano Aurora e Mulan che, rimaste nel mondo Magico, trovano un modo per riportare indietro Filippo (Chi?? Ah, lui...). Questa ha tutta l'aria di una di quelle linee narrative senza scopo che mi fanno venire il latte alle ginocchia. Mi sa che abbiamo trovato i candidati a "Famiglia Porter" della serie. (Per capire il riferimento: qui)
{e per chi avesse visto l'episodio: per favore, apprezzate il fatto che mi sia trattenuta dal fare facili battute da osteria sull'ultima scenetta tra le due. Però credo che abbiam pensato tutti la stessa cosa.}


Sto diventando sempre più cattiva, me ne rendo conto pure io... Però tenete sempre presente una cosa: se continuo a seguire una serie, è perché in fondo mi piace. Anche se poi sparo a zero. Quindi possiamo dire che abbaio, ma non mordo. O meglio, non de-mordo (il gelo è sceso nella mia camera).

A presto!
Serena

2 commenti:

  1. ^__^ non è una serie che seguo, ne penso seguirò mai. non so perchè ma non rientra più nei generi sopportabili! in compenso mi faccio un sacco di risate leggendoti!si ha bisogno anche di questo!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece questa è una di quelle serie che seguo perché rilassa e diverte, di quelle senza troppo impegno.
      Come sempre sono felice che i miei sproloqui ti divertano ^^
      La prossima settimana sono previsti altri due post di riepilogo sulle serie tv.
      Un abbraccio!

      Elimina