martedì 26 giugno 2012

Sezione Biblioteca (20)


Come al solito, dal momento che non ho nemmeno un minuto per leggere, le biblioteche della regione si sono svegliate tutte insieme e mi hanno mandato i libri che avevo prenotato nel corso degli ultimi 3 mesi.Tutti insieme.
Quindi, i nuovi arrivi (parcheggiati a prendere polvere sul comodino, per il momento), sono:


"Se solo fosse vero"
di Marc Levy

"Alex"
di Pierre Lemaitre

"Il canto della rivolta"
di Suzanne Collins

Alla prossima!
Serena

venerdì 22 giugno 2012

Post in libertà

Salve a tutti!
Quanto tempo! e' una vita che non dedico un quantitativo di tempo decente all'aggiornamento del blog e mi sento orribilmente in colpa... Purtroppo però la sessione d'esami è appena cominciata e non avrò possibilità di aggiornare con la frequenza che desidero ancora per moooolto tempo. Ma sapete cosa non rallenta mai? Il flusso di notizie. Gironzolando rapidamente tra i blog che seguo, solo questa mattina ho adocchiato una buona decina di libri da aggiungere alla WishList, e andando sui miei siti di cinema preferiti ho recuperato un quantitativo mostruoso di news e trailer che vorrei postare... e dal momento che non ho tempo di preparare i post, mi limito ad accumulare tutto salvando le pagine interessanti tra i segnalibri di Mozilla. Ho francamente paura di controllare quante pagine web ho già salvato e quanto lavoro sto accumulando...ma per voi lettori questo ed altro. 


Appena terminati gli esami prometto di mettermi d'impegno con una pioggia di post, ma fino ad allora mi limiterò a qualche pubblicazione ogni tanto.
Avete qualche preferenza? (Recensioni, News sul Cinema, Speciali su qualche serie, Altro ...). Sono aperta a suggerimenti.
Non avete idea di quanto mi manchi la mia oretta quotidiana di blogging!


A presto! 
Serena

martedì 19 giugno 2012

Comunicazione di servizio: assenza

Salve a tutti,
comunico ufficialmente che il periodo di clausura per gli esami è cominciato. Pertanto, l'aggiornamento del blog avverrà molto sporadicamente (così come la risposta a mail e commenti).
Avvertirò nonappena l'emergenza sarà rientrata.
Abbiate pazienza...

Serena

domenica 17 giugno 2012

Nuove Uscite Giugno (2)

7 giugno (anticipato)
"Vampire Empire - La principessa geomante"
di Clay & Susan Griffith


Mentre le armate dei vampiri si apprestano a scatenare l'offensiva finale, l'amore tra la principessa Adele e Greyfriar, lo spadaccino mascherato, compromette l'alleanza di Equatoria con la Repubblica americana: scatena infatti le ire del vendicativo senatore Clark, a cui la giovane sovrana si è promessa in sposa. Ma Adele ha ormai preso la sua decisione: affronterà i nemici da sola, sfruttando l'antica arte della geomanzia  e piegando al proprio volere le forze più arcane della terra. Affiancata dal vecchio saggio Mamoru, che l'ha introdotta nella sua potente setta segreta, e dall'indomito eroe mascherato, al quale si sente irresistibilmente avvinta, Adele risalirà il corso del Nilo e si avventurerà sulle misteriose Montagne della Luna. Qui la principessa guerriera è attesa da nuove sfide, giacchè dovrà sfuggire alle trappole del perfido Cesare e alle mogli combattenti dello spietato re Jaga, alleato con i più temibili clan dei vampiri. 

12 giugno
"Ancora un respiro" di Kimberly Derting


Violet continua a sentirsi chiamare dalle creature che si sono viste strappare la vita. Se va bene, sono animali braccati nel bosco. Ma a volte è un bambino. E lei fa sempre più fatica a gestire questo “dono” mantenendo una normale facciata da liceale. Ora le basta avvicinarsi a un container, nel porto di Seattle, per avvertire le note di un’arpa che non c’è, e tra le foglie sente picchiettare delicate gocce sovrannaturali. Poi iniziano ad arrivarle dei biglietti sinistri. E macabri regali. Ma chi può sapere di lei? E perché due insoliti agenti dell’FBI la tempestano di telefonate? Quando in passato ha coinvolto l’amato Jay nelle sue ricerche segrete, lui si è ritrovato un proiettile a un soffio dal cuore. Adesso Violet è costretta a nascondergli il vortice di percezioni extrasensoriali che la trascina a sé, sempre più ossessivo. E gli nasconde anche il fatto che, mentre lei viene aggredita dai potenti echi della morte in una baita isolata, qualcuno ha tutto l’interesse a far tacere per sempre la sua voce.


19 giugno
"Chi è Mara Dyer" di Michelle Hodkin


"Mara Dyer non è il mio vero nome. È stato il mio avvocato a consigliarmi di scegliere uno pseudonimo. Lo so, è strano avere un nome falso, ma credetemi, in questo momento è la cosa più normale della mia vita. Anche raccontare questa storia potrebbe essere una mossa un po’ azzardata. Ma se non fosse per la mia lingua lunga, nessuno saprebbe che il colpevole di tutti gli omicidi è una persona di diciassette anni, grande fan dei Death Cab for Cutie. E nessuno saprebbe che, da qualche parte là fuori, la stessa persona ha la media dell’otto a scuola e all’attivo quasi lo stesso numero di vittime. Invece è importante che voi lo sappiate, se non volete essere i prossimi."




21 giugno
"La leggenda del cacciatore di vampiri"
di Seth Grahame-Smith


I tenui raggi di luna che filtrano dalla finestra illuminano la scena: un bambino di nove anni, inginocchiato accanto alla madre ormai agonizzante. Da giorni la donna è bloccata a letto, colpita da una malattia incurabile. «Il mio piccolo…» sussurra lei, prima di esalare l’ultimo respiro.
Indiana, 1820. Il giovane Abramo Lincoln ha appena scoperto la verità: sua madre non è morta per cause naturali, ma è stata uccisa. Da un vampiro. Sconvolto, il ragazzo fugge via, folle di rabbia e di dolore. Dopo tre giorni passati a vagare tra le campagne, ascoltando racconti spaventosi su contadini morti dissanguati e con strani morsi sul collo, il futuro presidente degli Stati Uniti torna a casa e scrive nel suo diario: «Dedicherò la mia vita allo studio e all’allenamento. Nel nome di mia madre, diventerò un maestro nell’uso delle armi. E userò il mio talento per un unico obiettivo…»
Dotato di una forza leggendaria e di una ferrea determinazione, Lincoln terrà fede alla promessa, annotando nel diario le tappe della sua guerra clandestina contro il nemico più infido degli Stati Uniti: i vampiri. Una guerra che lui continuerà a combattere anche dopo aver conquistato la Casa Bianca…
Se Lincoln è ricordato come il presidente che ha sconfitto i Confederati e ha liberato milioni di schiavi, la sua battaglia contro i vampiri è invece rimasta ignota. Fino a oggi. L’autore di questo romanzo è infatti riuscito dove tutti gli altri storici hanno fallito nel corso degli ultimi 140 anni: ha ritrovato il diario di Lincoln. Il suo diario segreto. E ha deciso di pubblicarlo, perché tutti conoscano la vera storia di Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti e implacabile cacciatore di vampiri.


22 giugno
"Torn -Ritorno al segno perduto" di Amanda Hocking
"Da quando Wendy Everly ha scoperto la verità su di sé – essere una changeling scambiata alla nascita – sa che la sua vita è destinata a trasformarsi, ma ancora non immagina fino a che punto la spingeranno gli eventi. I Vittra, popolo nemico dei Trylle, non si fermeranno davanti a niente pur di sottrarre Wendy alla sua famiglia. Così, con una guerra sempre più imminente, l’unica speranza per Wendy di salvare il mondo dei Trylle è quella di imparare a usare i poteri di cui è dotata e di sposare un uomo che sia di stirpe nobile come lei. Ma questo significa abbandonare sia Finn, la sua affascinante guardia del corpo, che Loki, un principe Vittra per il quale prova un’attrazione sempre più irresistibile. Divisa tra i sentimenti e l’appartenenza alla sua gente, tra amore e dovere, Wendy è posta di fronte a una scelta delicata e rischiosissima, che potrebbe costarle la perdita della libertà."



27 giugno
"Vampire Moon" di J.R. Rain


"C’è sempre troppa luce per Samantha Moon, mamma detective con gli occhiali scuri. Da quando è stata morsa da un vampiro e trasformata in una creatura della notte, ha dovuto dire addio al suo matrimonio, alla deliziosa villetta con giardino, e soprattutto ai suoi magnifici bambini. Ora vive in una desolata stanza d’albergo con i vetri rigorosamente oscurati, e due obiettivi da raggiungere, costi quel che costi: spedire in galera (o all’altro mondo, dipende) i farabutti che si aggirano per la città, e sfruttare il suo sesto senso sempre più affinato per mettere con le spalle al muro quel vigliacco del suo ex marito e riprendersi i figli. Ma la posta in gioco si fa sempre più alta, il lavoro minaccia la sua vita privata e Sam rischia di mandare all’aria anche la tenera (si fa per dire) storia d’amore con Kingsley, il suo misterioso – e spaventoso! – cavaliere. E inoltre, chi si nasconde dietro Zanna, il fedele amico con cui chatta tutte le notti e che conosce i suoi segreti più inconfessabili? E perché all’improvviso Zanna non si accontenta più di scriverle, ma insiste per incontrarla di persona?"

28 giugno


"Anna vestita di sangue" di Kendare Blake

Suo padre lo faceva prima di essere ucciso dal fantasma che stava cercando di annientare. E ora Cas, armato del misterioso pugnale athame, continua la missione: viaggia di città in città insieme alla madre, una strega, e al suo gatto fiuta-fantasmi, alla ricerca di spiriti malvagi. Quando arrivano a Thunder Bay per eliminare quella che la gente del posto chiama “Anna vestita di sangue”, Cas non si aspetta nulla di diverso dal solito. Si trova invece di fronte a una ragazzina posseduta dalla rabbia e vittima di maledizioni, uno spirito diverso da quelli che è abituato a distruggere. Indossa ancora il vestito che aveva quando fu assassinata, nel 1958. Dal giorno della sua morte, Anna uccide chiunque osi entrare nella dimora vittoriana vecchia e cadente in cui un tempo viveva. Gli spiriti delle sue vittime penetrano il legno marcio delle pareti, strisciano sul pavimento ammuffito e viscido delle cantine, senza trovare pace… Per qualche strano motivo però, Anna non uccide Cas. Anzi, si rivela l’unica in grado di aiutarlo a trovare il fantasma maligno che lo ha privato del padre. Così, insieme agli altri strani amici del giovane, streghe e stregoni in erba, formeranno una squadra disposta ad affrontare ogni pericolo. Ma Cas dovrà risolvere un problema ancora più difficile di questo: quale sarà infatti il destino di Anna?

martedì 12 giugno 2012

Breve recensione: "Guida galattica per gli autostoppisti" di Douglas Adams


TITOLO: Guida galattica per gli autostoppisti
AUTORE: Douglas Adams
EDITORE: Mondadori
PREZZO: €9.50

RECENSIONE:
Anche questo libro rientra nella categoria “libri-sottratti-proditoriamente-a-mio-padre”, quindi l’idea di leggerlo non nasce da una premeditazione, tuttavia ho pensato che ne valesse la pena dato che ormai è diventato un classico moderno della letteratura umoristica…
Beh, le mie impressioni possono essere contenute in poche righe.
Il racconto è, ovviamente, paradossale e ironico, con un umorismo a tratti davvero arguto e graffiante, ma posso dire con sincerità che aspettavo qualcosa di più.
Nel complesso è un libro piacevole, ma non certo di quelli che ti strappano quei sorrisoni idioti impossibili da trattenere (è il mio metodo per tentare di frenarmi e non mettermi a ridere come una pazza nel bel mezzo di un vagone affollato).
I personaggi non erano molto approfonditi (non che me lo aspettassi, a dire il vero), le situazioni assurde e divertenti, ma non esilaranti. L’aspetto che più mi è piaciuto, d’altro canto, forse erano proprio le scappatoie brillanti e paradossali che risolvevano il più delle situazioni critiche in maniera rapida ed imprevedibile.
Insomma, tre stelline e tanta voglia di leggere i seguiti.

 
“Guida galattica per gli autostoppisti” infatti è il primo di una serie di 5 romanzi (più un sesto scritto da Eoin Colfer), nati dall'adattamento di una serie radiofonica inglese degli anni '70 ed ha ispirato un film nel 2005.

Alla prossima!
Serena

sabato 9 giugno 2012

Season finale 2012: How I Met Your Mother



Nuovo appuntamento con la rubrica TV  dedicata agli show televisivi ed, in particolare, ai finali di stagione che ci stanno accompagnando durante questo maggio.
Il telefilm di cui ci occuperemo oggi è “How I met your mother” (in italiano “E alla fine arriva mamma”) che lo scorso 14 maggio  ha concluso la settima serie con lo speciale doppio episodio “The Magician Code”.
Per chi non lo seguisse, ecco la trama:

Come ovvio il racconto di come Ted è arrivato a conoscere la futura Mrs.Mosby è solo un pretesto per raccontare in maniera estremamente comica e paradossale le avventure e le relazioni dell’affiatato gruppo di amici. 


Insomma, HIMYM è una sit-com davvero arguta e divertente, ma nei vari siti ho riscontrato commenti di molti fan che, invece, sembrano interessati solo a scoprire chi sarà la fantomatica ‘mamma’… E quindi ecco che tutti si mettono a cercare i vari indizi che potrebbero far capire l’identità della donna misteriosa… perché effettivamente gli indizi sono molti e disseminati lungo tutte le serie, ma se volete la mia, penso che nemmeno i produttori sapessero chi sarebbe stata la mamma. Secondo me si sono limitati a gettare indizi vaghi qua e là, ma hanno deciso solo nel corso delle ultime serie chi effettivamente sarebbe stata. 
Ma, alla fine, è così importante? Mi spiego: ovviamente sono anche io curiosa e spero che prima o poi la facciano saltare fuori (e magari che riescano anche a far sì che tutti gli indizi alla fine coincidano coerentemente con il finale), ma di certo non è il motivo principale per cui guardo il telefilm. Io lo guardo perché fa ridere. 

Nel corso degli anni però lo show ha cominciato a perdere qualche colpo e, talvolta, andava a insaccarsi in situazioni piuttosto noiose… Per esempio: vogliamo smetterla con i ritorni di fiamma tra Ted e Robin? Non ne possiamo più.
Nonostante sia ancora uno dei miei telefilm preferiti, credo che a questo punto gli sceneggiatori dovrebbero indirizzare la storia verso una degna conclusione ed evitare di protrarre il tutto in eterno. 

Sembra che effettivamente qualche passo in questa direzione sia stato fatto già a partire dalla 6^ stagione, infatti veniva più volte ribadito che Ted avrebbe incontrato la futura mamma ad un matrimonio che si sarebbe svolto di lì a poco. Ma il matrimonio di chi?

(spoiler)

Con enorme shock, alla fine della serie si era scoperto che il matrimonio in questione era quello di Barney.
Forse per chi non ha mai visto la serie questa è un’informazione indifferente ma, credetemi, per me è stato un colpo ad effetto che non avevo assolutamente visto arrivare.
E ora veniamo alla 7^ stagione. All’inizio ero contenta, perché i primi 5 o 6 episodi erano davvero belli, si aveva proprio l’impressione di essere tornati agli standard altissimi delle prime serie. Purtroppo poi le storie di sono sviluppate in un modo che non mi ha soddisfatta pienamente, anche se qui è là continuano ad esserci delle puntate davvero esilaranti… 
Ora la big question è: chi sarà la sposa di Barney? Per tutta la stagione i fan si sono arrovellati sulla questione e sulle possibili candidate al ruolo (quasi quasi ci siamo dimenticati che della moglie di Ted…) ed ora, finalmente, è arrivato il momento di scoprilo.

La prima parte del season finale si concentrava sul parto imminente di Lily e i tentativi di Ted e Robin di distrarla raccontandole aneddoti del passato (alcuni anche piuttosto divertenti), mentre Barney e Marshall tentavano di tornare in tempo da Atlantic City nonostante fossero piuttosto ubriachi.
La seconda parte invece segue due story line principali: da una parte abbiamo Barney e la sua ragazza, Quinn (comparsa in questa serie), che tentano di partire per una vacanza romantica ma rimangono bloccati in aeroporto per colpa di Barney e dei suoi ‘esplosivi magici’; dall’altra abbiamo Ted che prende la decisione di ricontattare una sua vecchia fiamma, Victoria (direttamente dalla prima serie, ma è comparsa anche in questa), nel tentativo di riallacciare i rapporti.
Ok, qui comincia lo SPOILER a tutti gli effetti; è la vostra ultima possibilità per smettere di leggere. Poi non dite che non vi avevo avvertiti.

Iniziamo con Ted. Dopo dubbi e questioni alla fine incontra la bella Victoria… peccato che questo avvenga mezz’ora prima del matrimonio della ragazza (con un altro) e che lei si presenti in abito da sposa proponendo di ‘fuggire insieme nel tramonto’. Dopo i primi tentennamenti Ted decide di non assecondarla e riaccompagnarla al matrimonio… salvo poi cambiare improvvisamente idea e sparire con lei nel tramonto. Sul serio??! Cioè, è un modo per dire che è lei la mamma?! Bah. Non l’ho capito francamente. Non vedo la coerenza con gli indizi sparsi fino ad ora, ma c’è anche da dire che non ci ho mai prestato l’attenzione morbosa di altri, quindi tutto può essere… così come possono esserci altri colpi di scena nella prossima serie. Non saprei. 
Ci terrei solo a rimarcare che a convincere Ted a chiamare Victoria era stata Robin, sottolineando il fatto che Ted non avesse fatto altro che inseguire sempre donne con le quali non poteva avere un futuro (Robin non voleva avere figli, Stella era ancora innamorata dell’ex marito, Zoey era sposata e tentava di sabotagli la carriera…). Senza dubbio Robin non aveva tutti i torti. Ma allora, sono solo io a pensare che una ragazza in procinto di sposarsi sia un’ennesima candidata per una storia senza futuro? Ma queste evidentemente sono opinioni mie e non degli sceneggiatori.
 
Ora veniamo a Barney. Nel corso dell’episodio fa una cosa molto poco da Barney e chiede a Quinn di sposarlo, quindi corre dai suoi amici per annunciare la notizia, Robin compresa, che si dichiara ‘tanto tanto felice per lui’.
A questo punto però scusatemi se non ho avuto un attacco cardiaco quando, tornando al flashback riguardo il futuro matrimonio di Barney, si è scoperto che la sposa era Robin e non Quinn. Non era così imprevedibile come svolta… oppure diciamo semplicemente che lo sentivo nell’aria.

Ricapitolando quindi abbiamo una deludente ‘nuova’ fidanzata per Ted (e papabile mamma?) e un colpo di scena non poi così colpo di scena (almeno per me). Quindi, sì, ho trovato questo season finale un po’ insoddisfacente.
Speriamo nella prossima stagione.

Non mi resta che salutarvi e rimandarvi al prossimo appuntamento,
Serena

mercoledì 6 giugno 2012

Premio "I love your blog"

Salve a tutti!
Oggi faccio una piccola incursione sul blog (dopo qualche giorno di assenza) perché delle blogger gentilissime e recidive hanno deciso di onorarmi con il premio I love your blog.


Che dire in questi casi? I love YOU girls!
Quindi un milione di grazie a Clary di Book Time e Daydream (Denise) di Reading is believing
Siete fantastiche!

Ecco le domande 'allegate' al premio: 


1. Qual è la tua rivista di moda preferita?
Non seguo molto...ma credo Elle

2. Chi è il tuo Cantante / Band preferita?
Nessun dubbio: i Muse

3. Chi è la tua YouTube guru preferita?
Non seguo molto, non ne conosco nemmeno una...

4. Qual è il tuo prodotto makeup preferito?
Mi trucco poco e cerco di evitare make up troppo appariscenti... diciamo il kajal.

5. Dove ti piacerebbe vivere?
A Londra, in America o in Australia. Possibilmente in tutti e tre i posti, prima o poi.

6. Qual è il tuo film preferito?
"Orgoglio e pregiudizio" del 2005 e "Sabrina" con Audrey Hepburn

7. Quante paia di scarpe possiedi?
Ehm...tante. Non tantissime, ma tante (amo le converse...)

8. Qual è il tuo colore preferito?
Blu. Freddo, rilassante e accogliente. Almeno è così che lo vedo io...!



Mi scuso moltissimo con tutti i blog meritevoli di questo premio ai quali lo assegnerei volentierissimo, ma purtroppo non ho nemmeno 5 minuti per pensarci. I'm sorry!


Grazie ancora!
Serena

lunedì 4 giugno 2012

Recensione film: "Dark Shadows"


Un giorno mi è stato detto: “Tim Burton o si ama o si odia.”…e nonostante questo mi colloco fieramente in quella (a quanto pare) minoranza di bipedi che sta nel mezzo: non lo odio ma non  lo amo.
Il film di cui volevo parlarvi oggi è “Dark Shadows”, ultima fatica del regista, che lo ha riunito ai due compari di sempre, Johnny Depp ed Helena Bonham Carter (anche moglie).

Il copione per la pellicola è stato adattato da una celebre serie degli anni sessanta e parla della ‘particolare’ famiglia Collins, il cui capofamiglia è il vampiro Barnabas, trasformato in creatura della notte dalla maledizione della perfida e gelosa strega (ed ex-amante respinta) Angelique


Le aspettative che avevo prima di andare a vederlo non erano particolari, mi aspettavo semplicemente una bella pellicola divertente (sempre in stile Burton, ovviamente) e in questo sono stata accontentata.
L’ironia, a volte esasperata altre un po’ cupa, l’evidente affiatamento della coppia Burton-Depp e l’anacronismo del personaggio di Barnabas Collins rendono la prima parte del film piacevole e spassosa.
Come sempre Johnny Depp si mostra molto a suo agio in questi ruoli autoironici e sopra le righe, e presta il volto in maniera efficace al vampiro Barnabas. 
Spinto dal desiderio di salvare le sorti della famiglia Collins, il redivivo (più o meno) Barnabas prende in mano le redini dell’azienda di famiglia, pronto a tutto per difendere i suoi consanguinei, ma non è altrettanto ligio al di fuori delle mura di casa... Diciamo pure che non bastano le dita di due mani per contare le vittime mietute durante il film… Ma in fin dei conti come si fa a volergli male? In fondo dissangua e uccide, ma in maniera molto educata.
Altra punta di diamante è la favolosa Eva Green. Tra tutti, il suo personaggio era il mio preferito: crudele, ossessiva, leggermente ninfomane e completamente folle, la strega Angelique era un personaggio azzaccatissimo.
Il cast in generale ha fatto una buona performance dando vita alla famiglia Collins, anche se non certo indimenticabile. Vogliamo dire qualcosa della giovanissima Chloe Moretz? Il suo personaggio è l’adolescente ribelle e insoddisfatta Carolyn, ma ancora a desso, anche alla luce dello spezzone finale (chi ha visto capirà il riferimento) non riesco a trovare un’utilità a lei e al suo personaggio. Mah.

Ma ora passiamo alla trama più in generale.
Dal momento che era l’elemento più comico del film, mi aspettavo che il reinserimento di Barnabas Collins nella società anni ’70 fosse un po’ più articolato e sfruttato, invece se la sono cavata in 5 minuti con una specie di gag-reel con musichetta di sottofondo, e via così.
La mia perplessità, però,ha cominciato a manifestarsi nella seconda metà del film. Quando la storia doveva cominciare a prendere una direzione precisa e avviarsi verso il clou e la conclusione, il racconto ha invece cominciato a perdere mordente. Soprattutto la scena finale (la lotta in casa Collins) mi ha fatto sollevare le sopracciglia più di una volta: un sacco di elementi introdotti un po’ così, approssimativamente, giusto per fare un gran polverone.

Attinenza con la serie originale o con il libro? Non ne ho idea, perché non cono riuscita a reperire nessuno dei due.
Nel complesso comunque, pur da profana di Tim Burton, ho trovato che questo film fosse godibile e divertente. Tre stelline.

 
Nota.
La menzione d’onore in questo caso va alla colonna sonora: grandi classici anni 70 che ci consentono ancora di più di addentrarci nell’ambientazione del film …Must be the season of the witch

sabato 2 giugno 2012

Nuove Uscite di Giugno (1)

N.d.B. : alcuni libri sono seguiti, quindi la trama potrebbe contenere spoiler. Per indicarli, prima della sinossi aggiungerò l'avviso 'seguito'

5 giugno

"Per l'@more basta un clic" di  Rainbow Rowell

Ci sono confidenze che non possono proprio aspettare la pausa caffè. Lo sanno bene Beth e Jeniffer, colleghe e amiche alla redazione del «Courier». Meno male che c’è la posta elettronica dell’ufficio per discutere ampiamente di fidanzati artisti che si fanno mantenere, allarmi gravidanza, imbarazzanti abiti da damigella per matrimoni in cui non sei mai tu la sposa. Peccato, però, che la direzione del quotidiano abbia deciso di installare un sistema che monitora i computer dei dipendenti per evitare che si facciano i fatti propri nelle ore di lavoro. Ogni volta che un messaggio presenta una parola sospetta, finisce dritto dritto nella casella di posta di un temutissimo, quanto sconosciuto, controllore. La spia che si muove nell’ombra si chiama Lincoln: nerd dall’animo romantico, plurilaureato dal cuore infranto, non s’immaginava certo di dover ficcare il naso nelle e-mail dei colleghi quando ha risposto a un annuncio per un impiego da “addetto alla sicurezza informatica”. Ma se vuole andare via di casa (quando hai ventotto anni e sei americano, vivere ancora con tua madre è praticamente un reato), qualcosa deve pur guadagnare. Per fortuna, la corrispondenza tra Beth e Jennifer, che infrange regolarmente le direttive del giornale, gli tiene compagnia nei monotoni turni di notte. E lui, venendo meno ai suoi obblighi, nel loro caso non manda mai note di rimprovero. Perché le due ragazze sono inoffensive e simpatiche, le loro storie lo divertono e lo appassionano. E perché ben presto si accorge di essere innamorato di Beth, senza averla mai vista. Ormai troppo preso per tirarsi indietro, non gli resterà che vincere la timidezza e uscire allo scoperto: ma come si fa a dichiarare un amore virtuale? Equivoci, batticuore e colpi di fulmine elettronici. Perché a volte, all’amore, non servono sguardi: basta un clic.

"Shadowhunters ~ le origini - Il principe" 
di Cassnadra Clare

 seguito


"Ora che ha scoperto in che modo gli Shadowhunters hanno fatto di lei un mostro, Tessa non ha più scelta: deve decidere da che parte stare. Ma è dilaniata fra i sentimenti che prova per Will e Jem e il legame di sangue verso suo fratello Nate, schierato contro di loro. La salvezza o la distruzione degli Shadowhunters di Londra sono nelle sue mani… e nel profondo del suo cuore."

 


6 giugno

"Dreamless - Nell'aldilà ogni notte è per sempre"  
di Josephine Angelini

 seguito

"Helen è diventata la Discendente, la prescelta dagli dei. Ogni notte si addormenta nel suo letto e raggiunge l'aldilà dove affronta prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere così il ciclo di faide tra le Case. Ogni mattina si risveglia, stanchissima e provata, costretta a cominciare una nuova giornata di allenamenti. È sempre più spossata e sofferente oltre che sola, dato che Lucas ora la tiene lontana. Helen è triste e profondamente sfiduciata, quando durante una delle sue discese agli inferi si imbatte in Orione, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra e il suo cuore. Di notte si incontrano nell'Ade e di giorno si scambiano messaggi al cellulare. Lucas impazzisce di gelosia e in lui si scatenano poteri sconosciuti: adesso è in grado di controllare totalmente la luce e di rendersi invisibile. Divisa fra l'attrazione per il nuovo pretendente e l'amore impossibile per il cugino, Helen si ritroverà a sfidare i suoi limiti per il bene dell'umanità intera..."


7 giugno

"In verità è meglio mentire" di Kerstin Gier

158 di quoziente intellettivo, plurilaureata, brava musicista, una maga con i numeri, carina, un po’ freak e… vedova a nemmeno trent’anni: Carolin trova che la sua vita sia decisamente complicata e che la sua intelligenza rappresenti più che altro un impiccio nella ricerca della felicità. Ha abbandonato il fidanzato Leo per il padre di lui, Karl, uomo ben più affascinante e in grado di apprezzare le qualità di lei. Ma dopo cinque anni Karl muore improvvisamente lasciandola in un mare di guai, primi fra tutti una favolosa eredità di cui Carolin non sospettava l’esistenza, e un esercito di parenti infuriati che la rivendicano. Fra psicoterapeute incapaci, farmacisti sospettosi e avvocati minacciosi, Carolin cerca di superare il suo dolore, cavarsi fuori dai guai, e, perché no?, trovare l’uomo giusto per lei e a cui non importa se è «troppo» intelligente…


"Il potere del numero sei" di Pittacus Lore

 seguito

"Siamo arrivati in nove, ma abbiamo subito dovuto separarci per far perdere le nostre tracce. Perciò ci siamo nascosti, in attesa di sviluppare i poteri di cui disponiamo. Io ho trovato rifugio nell’orfanotrofio di Santa Teresa, in Spagna. Settimana dopo settimana, ho cercato di fare amicizia con le altre ragazze, ma erano troppo diverse da me. Avrei dato qualsiasi cosa pur di riabbracciare gli altri otto, sebbene sapessi che era impossibile. Poi è apparsa la prima cicatrice. Ho capito subito cosa significava: loro avevano ucciso il Numero Uno. E, nel giro di pochissimi giorni, ecco altre due cicatrici: anche Numero Due e Numero Tre erano stati eliminati. Ormai aspettavo la notizia della morte di Numero Quattro… invece all’improvviso è cambiato tutto. In televisione hanno mostrato le immagini di un paesino degli Stati Uniti, Paradise, colpito da un attentato terroristico. Il colpevole, secondo i media, è un ragazzo della mia età: John Smith. Ma sono certa che non è così… Lui è il Numero Quattro e adesso è in grave pericolo. Non posso più restare in disparte. È giunto il momento per cui mi preparo da tutta la vita. Io sono il Numero Sette. E sono pronta a entrare in azione."

"Il diario del vampiro - La maschera" di Lisa Jane Smith

seguito

Elena Gilbert e i suoi amici sono riusciti a salvare Fell’s Church dalle forze del male. Ma hanno dovuto pagare un caro prezzo: la morte di Damon, l’affascinante vampiro che ha lottato con tutte le forze contro suo fratello Stefan per conquistare il cuore dell’amata Elena. Ora Elena e Stefan sono finalmente insieme e nulla sembra poter ostacolare la loro felicità. Eppure Elena non riesce a dimenticare Damon, e di notte continua a sognarlo. Mentre la ragazza sente crescere dentro di sé la passione e il tormento, segni inquietanti come presagi rivelano un pericolo imminente per Elena e i suoi amici: i loro nomi cominciano ad apparire uno dopo l’altro in strane circostanze, come in un nefasto annuncio di morte. E questo non è che l’inizio di un altro terribile incubo, perché una nuova minaccia incombe su Fell’s Church: una catastrofe di proporzioni immani si sta avvicinando…

12 giugno

"Wicked - I segreti delle sorelle Cahill" di Jessica Spotswood


"Cate Cahill ha sedici anni e una grande responsabilità: ha promesso alla madre morente di proteggere sempre le sorelle. Un compito tutt’altro che facile, visto che le tre sorelle Cahill sono streghe. E visto che una crudele confraternita di monaci le perseguita per metterle al rogo. Grazie al diario della madre, Cate scopre l’esistenza di un’eccentrica libraia e di suo figlio, il bellissimo Finn. Cate e Finn leggono i Libri Proibiti, dove si parla di un’antica profezia che sembra riguardare proprio le sorelle Cahill." 






13 giugno

"Rapture" di Lauren Kate

 seguito

"'Morirà… Non uscirà mai dall’adolescenza… Morirà ancora e ancora e ancora nel preciso istante in cui ricorderà la tua scelta. Non sarete mai veramente uniti.' È la profezia che perseguita Daniel e gli fa credere che davvero la sua storia con Luce non abbia alcuna speranza di concretizzarsi, a parte i fugaci incontri tra un secolo e l’altro che non sono bastati a nessuno dei due. È vero, solo un amore impossibile può essere eterno, ma è una ben magra consolazione per un angelo caduto che nonostante la sua esperienza millenaria prova ancora i moti di un adolescente. E in quest’ultimo libro della saga di Fallen tutti i nodi vengono al pettine."

14 giugno

"Bleeding Love" di Alyxandra Harvey

"Il mattino del suo sedicesimo compleanno, la bella Solange si sveglierà completamente priva di forze e sensibile alla luce del sole. Sarà l’inizio della trasformazione, il processo che la porterà alla morte, per poi donarle la vita eterna: quel giorno, lei diventerà una vampira. Un evento cruciale per tutta la comunità degli immortali, perché Solange è l’unica discendente femmina della nobile casata dei Drake: secondo un’antichissima profezia, infatti, è l’eletta, colei che dominerà su tutte le creature della notte. Un destino che, però, la mette in grave pericolo. Ed è quindi per proteggerla che i suoi sette assillanti fratelli non la lasciano da sola nemmeno per un istante, rendendole la vita un inferno. Quasi più di Lady Natasha, l’attuale regina, che la vede come una minaccia al proprio potere. O di Kieran Black, il giovane cacciatore di vampiri che vuole vendicare la morte del padre sterminando l’intera famiglia Drake. Fortunatamente Solange ha un’arma segreta per affrontare quel giorno così speciale: la sua migliore amica Lucy, un’umana che conosce il suo segreto e che è disposta a tutto per aiutarla a vivere un’esistenza «normale». Persino affrontare Nicholas, il più premuroso e affascinante tra i fratelli Drake. Tanto affascinante da non potergli resistere… "

Buone letture!
Serena