venerdì 28 settembre 2012

Cosa accadrà prossimamente?



Un altro periodo caotico è appena finito, e come al solito la mia personalissima disorganizzazione mentale ha avuto ripercussioni anche sul blog. I'm sorry. Tra post troppo sporadici, rubriche random e annunci smentiti, mi sembra giunto il momento di fare chiarezza e ricapitolare il tutto per argomenti.
Quindi:

Recensioni: in arrivo. Alcune aspettano di essere scritte da mesi. Dico sul serio. Adesso spero di trovare tempo e ispirazione per portarle a termine (mi ricorderò ancora la trama?!)

TV: in questo periodo mi occuperò principalmente di season premiere e delle nuove serie (che mi impegno a guardare solo per voi, anche quelle che mi inorridiscono a priori). Quando saranno esaurite queste (e ci vorrà un po'), tornerò a parlare delle altre serie in ordine sparso, a seconda di quello che mi viene in mente.

Cinema&Comics: continuerà con il solito appuntamento bi-settimanale. Quando avrò finito gli argomenti e i personaggi, proseguirò cercando notizie sugli adattamenti cinematografici in uscita, poi vedremo.

Libri&Cinema: si alternerà con Cinema&Comics. Lei sì che mi da sempre delle soddisfazioni...

Fiabe&Cinema: come rubrica non ha mai avuto una cadenza particolare e andrà avanti così. Fino a quando Hollywood non avrà esaurito il filone fiabesco, lei resterà attiva.

Sezione Biblioteca: anche qui, continuerà invariata un sabato sì e uno no, ma penso di aprire un nuova sotto-sezione... non ho ancora le idee chiare. E comunque la decisione non dipende solo da me. (...mistero!)

Colpo d'Occhio: è una delle rubriche più maltrattate nel blog. Era una cosa che mi piaceva molto fare all'inizio, ma ora mi limito ai momenti di ispirazione. Grosso modo comunque proseguirà nell'alternarsi con Sezione Biblioteca.

E-book time: avevo appena inaugurato questa rubrica e subito l'ho dovuta accantonare. Le motivazioni sono semplicemente legate alla mancanza di tempo, ma ora penso di riprendere con la lettura degli ebook che avevo sospeso. Quindi, tornerà.

WWW...Wednesdays: ho deciso di accantonarla a tempo indeterminato. Per il momento basta Sezione Biblioteca per darvi un'idea di quello che ho sul comodino, quindi valuterò se eventualmente riprenderla in futuro o abbandonarla del tutto.

Novità
Per un certo periodo mi ero messa in testa dii creare una rubrica dedicata ai grandi classici, però andrebbe ad accavallarsi con le Recensioni, parte della sezione Film e altro, quindi non sono ancora del tutto convinta. Avevo altrimenti pensato di creare una sorta di 'timbro' (un' etichetta aggiuntiva) per segnalare l'argomento Classici, a prescindere dal post d'origine (Recensione, Film, ecc..).
Ho ancora le idee un po' confuse a riguardo, ci devo pensare. (I consigli, come sempre, sono ben accetti).


Per quanto riguarda la 'scaletta settimanale', io ho un'idea generica di quale sarà l'impostazione del blog, ma tra poco ricomincerò le lezioni e certamente non avrò tempo per postare giornalmente. Indicativamente comunque l'ordine sarà simile all'attuale.
I dettagli nella prossima Comunicazione di Servizio.

A presto!
Serena

mercoledì 26 settembre 2012

Season Première: Castle 5 / HIMYM 8

Da questa settimana l'idea sarebbe di dedicare qualche Tv-post ai 'grandi ritorni' della nuova stagione televisiva.Volevo preparare questo post prima ma, per cause di forza maggiore, sono riuscita a vedere solo stamane le due  puntate in questione, quindi ecco qui. 
Telefilm di oggi: Castle (5x01 "After the storm") e How I met your mother (8x01 "Farhampton")

Questo post OVVIAMENTE contiene materiale altamente spoileroso. Ma che ve lo dico a fare..?

Castle - 5x01 - After the storm


Ho solo un commento: WOHA.
No, in realtà i commenti sarebbero di più, ma il più significativo è quello.
Insomma, chi segue la serie dall'inizio non ha fatto che aspettare questo momento, e finalmente è stato accontentato. Lasciatemi spendere due parole a riguardo. Ovviamente i fan speravano nella concretizzazione della 'coppia' da un sacco di tempo, ma allo stesso tempo prima d'ora le varie occasioni di possibile avvicinamento tra i due protagonisti erano sembrate ancora premature (fine 2a stagione, fine 3a stagione, e via dicendo). Ora i tempi sembrano maturi per fare le cose per bene e non ci resta che dire speranzosi: «Andrew Marlowe, ti prego, non mandare tutto in vacca. »
Quindi, dopo il finale della 4a stagione in puro stile super-mega-cliffhanger, eccoci arrivati al momento clou. Chi, come me, si è mangiato i gomiti per tutta l'estate è stato ampiamente ricompensato: la coppia è fantastica. Ci sono chimica, ironia e un paio di situazioni esilaranti che ci fanno ben sperare per le prossime puntate. This is going to be so much fun....
Una parte di me avrebbe voluto un po' meno 'thriller' (relativo al caso in sospeso di Beckett) e un po' più 'romance', ma d'altro canto, non era possibile continuare a lasciare quella situazione nell'incertezza. Certe questioni dovevano essere messe a nanna (almeno per un po') per poter continuare a concentrarci sul resto della serie... ma adesso non ci sono più scuse. Abbiamo aspettato e subíto l'altalena emotiva per 4 anni, ora vogliamo divertirci a vederli fare i piccioncini di nascosto, negare l'evidenza, cacciarsi in situazioni imbarazzanti. Un sacco.
Riassumendo: puntata grandiosa. Divertente nei punti giusti, e ansiogena dove serve. 
Grande ripartenza.



E ora veniamo alla fase due....

How I met your mother - 8x01 - Farhampton


Premetto dicendo che ho visto questo episodio prima di Castle per evitare che l'epicità di quella puntata (che presagivo) mi rovinasse l'entusiasmo per HIMYM. Quindi il mio giudizio dovrebbe essere abbastanza imparziale.
Che dire? Puntata carina, ma non grandiosa. Forse è inutile fare dei paragoni, ma lo scorso inizio di stagione è stato mooolto più divertente. Non fraintendete, ci sono stati dei pezzi che mi hanno fatto molto ridere...ma erano quelli sbagliati. In linea teorica, dopo lo 'scooppone' (va beh...) dell'ultimo episodio della scorsa serie, l'azione principale sarebbe dovuta essere incentrata sulla situazione Barney-Robin-Quinn, ma anche se così è stato, secondo me non hanno dato il giusto spessore alla questione. Era sì la parte principale dell'episodio, ma non era la più divertente nè la più memorabile. Ogni volta che tirano fuori questo particolare tira e molla, il mio primo pensiero è "Che noia". Ma va beh.
Molto più carina era invece la gag di Marshall e Lily esauriti dal bambino, che non capivano un accidente. 
E per quanto riguarda Ted, che dire? Tutta la questione con Victoria, a mio parere, è già nata sotto una cattiva stella. Vuoi perché lei non mi piace molto, vuoi perché uno lasciato all'altare non dovrebbe fidarsi di una che scappa con lui lasciando un altro all'altare... ma, se non altro, hanno gestito il tutto in maniera piuttosto divertente. Soprattutto la conversazione in semi-tedesco con il (a-sua-volta-)fuggitivo Klaus. Vi dico solo: lebenslangerschicksalsschatz.
E per chi se lo stesse chiedendo: no, non si riesce a vedere chi è la 'mamma'. Nemmeno questa volta.
  
Promo 8x01



Dove eravamo arrivati...



E voi? Avete visto gli episodi in questione? Che ne pensate?
Serena

martedì 25 settembre 2012

Recensione: "Un giorno questo dolore ti sarà utile" di Peter Cameron

TITOLO: Un giorno questo dolore ti sarà utile
AUTORE: Peter Cameron
EDITORE: Adelphi
PREZZO: € 17.50

TRAMA: 
James ha 18 anni e vive a New York. Finita la scuola, lavoricchia nella galleria d'arte della madre, dove non entra mai nessuno: sarebbe arduo, d'altra parte, suscitare clamore intorno a opere di tendenza come le pattumiere dell'artista giapponese che vuole restare Senza Nome. Per ingannare il tempo, e nella speranza di trovare un'alternativa all'università ("Ho passato tutta la vita con i miei coetanei e non mi piacciono granché"), James cerca in rete una casa nel Midwest dove coltivare in pace le sue attività preferite - la lettura e la solitudine -, ma per sua fortuna gli incauti agenti immobiliari gli riveleranno alcuni allarmanti inconvenienti della vita di provincia. Finché un giorno James entra in una chat di cuori solitari e, sotto falso nome, propone a John, il gestore della galleria che ne è un utente compulsivo, un appuntamento al buio...

RECENSIONE:
La curiosità di leggere questo libro mi è venuta circa sei mesi fa, quando nelle sale è uscito l'omonimo adattamento cinematografico. So bene che non è il modo migliore per avvicinarsi ad un libro, ma da tutte le interviste e presentazioni il film (e di conseguenza anche il libro, pensavo) sembrava interessante, con quell'umorismo un po' cinico e disilluso... e comunque ho rispettato la tradizione, aspettando di leggere il romanzo prima di guardare l'adattamento. 
Come se non bastasse è intervenuto anche mio padre a consigliarmelo, e lui notoriamente conosce piuttosto bene i miei gusti... e diciamo che in un certo senso ci ha preso anche questa volta.
Il mio giudizio per questo libro è scisso in due parti.
La storia è narrata (con diversi salti temporali) dal punto di vista di James Sveck, diciottenne Newyorkse disilluso, ateo e poco incline ad avere a che fare con il prossimo (soprattutto i coetanei). Ha una famiglia strana (anche se non più strana di tante altre) ed uno spiccato disinteresse per la maggior parte delle convenzioni sociali. Vuole evitare l'università, comprare una vecchia casa nell'Ovest e leggere indisturbato tutti i libri che gli interessano. 
Diciamo pure che per la prima metà il libro mi è piaciuto moltissimo. Ero attirata dalla strana mentalità di James, mi piaceva vedere il mondo con i suoi occhi e scoprire piano piano tutte le sie strane fissazioni. Non lo dico tanto per dire: lo trovavo davvero davvero bello e interessante.
Poi hanno cominciato a susseguirsi avvenimenti che non capivo: uno su tutti, quello che io chiamo 'il John-gate' (giusto per evitare troppo spoiler). Ho cominciato sempre più spesso a chiedermi "Ma perché?!".
Poi il libro è finito, io ho girato l'ultima pagina trovando i ringraziamenti dell'autore e vi giuro che sono tornata indietro per vedere se avevo saltato inavvertitamente qualche pagina. Nella mia testa lampeggiavano luminose le parole "E quindi? Ma come è finito?!"
Tanto per sicurezza sono andata da mio padre a chiedere spiegazioni, e lui mi ha risposto candidamente "E' un romanzo di formazione". Ah. E dunque? Io tutta questa crescita e maturazione mica l'ho vista/capita.
Se la prima mia valutazione viaggiava intorno alle 4 stelline, sul finale è precipitata ad un 2 confuso.
Sad.




Come dicevo pocanzi, nel febbraio 2012 è uscito un film tratto dal libro, diretto da Roberto Faenza con Toby Regbo, Peter Gallagher, Deborah Ann Woll, Marcia Gay Harden, Ellen Burstyn Lucy Liu,

Non mi sembra che abbia ricevuto una particolare considerazione, nel bene o nel male, e dopo aver letto il romanzo mi è francamente scappata la voglia di vedere il film. Magari in un fututo più o meno prossimo mi tornerà la scintilla d’entusiasmo necessaria per gettarmi nella visione, ma per il momento non ho proprio voglia di impiegare 98 minuti della mia vita per vedere l’adattamento di un libro che nemmeno mi ha convinta del tutto.
As soon as maybe.






Serena

lunedì 24 settembre 2012

L'insostenibile tenerezza dei draghi


Sabato sera ho rivisto "Dragon Trainer" su Italia1. 
Unico commento: *Awwww...*


Ma quanto è carino questo film? All'uscita nei cinema sono andata trascinando una mia amica (che mi doveva un GROSSO favore cinematografico) e mi sono ritrovata in una sala gremita di 8-enni (prevedibile, ma chissene importa). Vi dico solo che mi è piaciuto talmente tanto che alla fine mi hanno regalato il dvd.


Ribadisco *Awww*



domenica 23 settembre 2012

Cinema&Comics: Batman

Dopo aver parlato (più o meno) della nuova trilogia "Il cavaliere oscuro" è arrivato per me il momento di tornare alle origini.
Alzi la mano chi di voi una domenica pomeriggio non è mai incappato in uno dei film di Batman trasmessi su Italia1. Immagino nessuno. Li hanno trasmessi (in ordine spesso casuale) tanti di quelle volte che è statisticamente impossibile non averli visti e ri-visti più volte.


La storia del personaggio ormai la conoscono anche i muri: ragazzino miliardario (Bruce Wayne) vede uccidere i genitori da dei criminali e da grande decide di travestirsi da pipistrello e combattere il crimine. 
Ok, io qui ho riassunto in maniera ignobile, ma tanto tutti sanno di cosa sto parlando.


Il primissimo adattamento cinematografico risale al 1989, ad opera di nientepopodimeno che Tim Burton.
Nel ruolo di Bruce Wayne/Batman troviamo Michael Keaton, la scelta del cattivo è ricaduta sul Jocker (interpretato da Jack Nicholson) e infine Kim Basinger interpreta la 'bella' di turno.



Il film fu un successo di pubblico e critica, e aprì la strada a tutta una serie di film su Batman.



Il secondo capitolo della saga è "Batman - Il ritorno" (1992), sempre diretto da Tim Burton e sempre con protagonista Michael Keaton. Questa volta però abbiamo una moltiplicazione dei cattivi, che diventano 2½: il Pinguino (Danny DeVito), Max Shreck (Christopher Walken) e Catwoman (Michelle Pfeiffer).




Anche in questo caso il film fu un successo (addirittura ebbe qualche nomination agli Oscar!), anche se venne ampiamente criticato perché considerato troppo dark per i bambini.
Beh, la parte del Pinguino era effettivamente un po' inquietante ma, sarà merito della tv spazzatura e violenta degli ultimi anni, io non sono rimasta particolarmente sconvolta nel guardarlo.


Terzo film della serie, "Batman Forever" (1995) vede un cambio totale di cast e direzione. Il nuovo regista è Joel Schumacher, mentre il cast viene modificato alla radice già a partire dal ruolo principale, infatti questa volta Batman è interpretato da Val Kilmer. In questa pellicola compare per la prima volta Robin (Chris O'Donnell), la bella è interpretata da Nicole Kidman e i cattivi (già, perché uno non basta) sono Due Facce (Tommy Lee Jones) e L'Enigmista (Jim Carrey).



Questo film fu più criticato dei precedenti (Tim Burton è sempre Tim Burton), ma ottenne comunque tre nomination agli Oscar (minori)


L'ultimo capitolo della serie risale al 1997 ed è intitolato "Batman & Robin". Questo film è stato diretto sempre da  Joel Schumacher, ma questa volta il ruolo di Bruce/Batman è affidato a George Clooney. Al suo fianco, come da titolo, ritroviamo il Robin dell'altra volta (con abbondanti manie di protagonismo) e... Batgirl
Ma perché? Qual è il suo scopo, oltre che dare visibilità a Alicia Silverstone? Mah...
Super-cattivi di turno:  Poison Ivy (Uma Thurman) e Mr.Freeze (Arnold Schwarzenegger).



Questo film, a differenza dei precedenti, vene molto criticato, tanto da portare alla chiusura della serie dedicata a Batman (che, come sappiamo, è stata ripresa nel 2005 con un reboot completo: "Batman Begins")

E con questo abbiamo concluso il mini-viaggio nei (primi) film dedicati a Batman.
Come sempre, ringrazio Wikipedia per l'inesauribile fonte di notizie e, se siete interessati ai dettagli, vi consiglio di andare a visitare la pagine dedicate.

Alla prossima,
Serena

sabato 22 settembre 2012

Sezione Biblioteca (24)


Questa settimana mi sono arrivati, da biblioteche limitrofe, altri due libri che avevo prenotato prima dell'estate (a luglio e agosto, giustamente, i prestiti inter-bibliotecari si fermano). Con la mia solita fortuna, mi sono arrivati due libri più o meno dello stesso tipo, nonostante ne abbia prenotati di 3 generi diversi. Ma va bene così.


"La probabilità statistica dell'amore a prima vista"
di Jennifer E.Smith




"Cinder - Cronache lunari"
di Marissa Meyer

E voi? Cosa state leggendo?
Serena


venerdì 21 settembre 2012

Capitombolo colossale

Ieri sono andata a dare un esame. Quindi la giornata era già infausta di suo, ma era destino che si concludesse con il botto. Quando mi sono alzata per consegnare il foglio (maledette sedie pieghevoli) sono scivolata e ho fatto un volo piuttosto coreografico andando a sbattere in punti dove nessuno vorrebbe sbattere. Doloroso. Non ne avete idea.


E ovviamente tutti i presenti si facevano grasse risate invece di aiutare (della serie, la cavalleria è morta).
Una volta superato il dolore (cieco, sordo... fate voi) faccio per andarmene... e la mia borsa si sfascia spargendo il suo contenuto (vario ed eterogeneo) per tutto il pavimento.
Holy cow.

giovedì 20 settembre 2012

Fiabe&Cinema: "Hansel e Gretel: Cacciatori di streghe"

Eccoci con un nuovo appuntamento della rubrica "Fiabe&Cinema".


Il film di cui parliamo oggi è "Hansel e Gretel: Cacciatori di streghe", ovvero una sorta di sequel della classica fiaba dei fratelli Grimm.
15 anni dopo la 'disavventura' con la loro prima strega cattiva, i due fratelli sono cresciuti e sono diventati due temibili cacciatori di taglie specializzati in streghe (interpretati da Jeremy Renner e Gemma Arterton).

Dopo aver posticipato l'uscita del film di ben 1 anno (originariamente prevista per la scorsa primavera) e averci lasciato penosamente senza nessun materiale su cui speculare, la Paramount Pictures ha finalmente annunciato le date d'uscita ufficiali e diffuso in rete il primo trailer.
In Italia l'arrivo nelle sale della pellicola è previsto per il 1 marzo 2013.

Ed ecco a voi il trailer italiano:



E voi? Cosa ne pensate?
Siete incuriositi dal trailer?

A presto,
Serena

martedì 18 settembre 2012

Recensione: "Il ritorno del giovane principe" di A.G. Roemmers


TITOLO: Il ritorno del giovane principe
AUTORE: A.G. Roemmers
EDITORE: Corbaccio
PREZZO: €9.90


TRAMA:  "Il ritorno del giovane principe" è un libro per tutti e per tutte le età. È una storia semplice e poetica che ho scritto con lo scopo di trasmettere le esperienze e le conoscenze di cui ho fatto tesoro nella mia vita. Per me la vita è una splendida opportunità di accrescimento spirituale in cui bisogna saper preservare l'innocenza di quando si era bambini e al tempo stesso chiedersi cosa si può fare contro le grandi ingiustizie, la sofferenza, il male nel mondo... Questo piccolo libro, che ho scritto in un periodo buio, cerca di dare delle risposte. L'ho scritto per un ristretto gruppo di amici e di persone a me care, ma in seguito, grazie al loro entusiasmo, ho deciso di offrirlo a un pubblico più ampio. E la pronta risposta dei lettori mi ha confermato nella mia idea che fosse giusto condividere le esperienze che avevo vissuto e gli insegnamenti che ne avevo tratto. "Il ritorno del giovane principe" ha avuto il potere di trasformare la mia vita in un momento difficile e di traghettarmi verso un futuro più felice e mi auguro che possa allietare chiunque lo legga." 


RECENSIONE:
Alla scoperta dell’esistenza di questo libro si sono formati nella mia testa due sentimenti duali: da una parte la speranza di rincontrare la magia e la poesia che parla al cuore del Piccolo Principe, dall’altra il cinico sospetto che si sarebbe trattato un buco nell’acqua. Ad ogni modo mi sono avvicinata alla lettura priva di qualsivoglia pregiudizio, ancora convinta di poter trarre il meglio dalla storia… E poi ho letto i primi capitoli e ho preso un frontale con la dura verità.
Noia. Noia di quella pesante e fastidiosa.
Il racconto è narrato in prima persona dall’autore che racconta, appunto, il suo incontro casuale con questo Piccolo Principe ormai Adolescente, tornato sulla Terra in preda a dubbi e al disincanto. Per questo l’autore si sente in diritto di rispondere ad ogni profonda domanda del Giovane Principe con un sermone filosofico ancor più profondo. Forse sono io ad essere disillusa (altro che Giovane Principe), ma per mio conto esistono domande per le quali semplicemente non esiste risposta. Le Grandi Domande dell’Umanità, quelle che si scrivono con tutte le iniziali maiuscole (e per un motivo, oserei aggiungere) vengono risolte dall’autore in 150 pagine scarse. Leggendo le elucubrazioni dell’autore mi sono spesso trovata a borbottare tra me e me “La fa facile lui…” e, a parte la mia ammirazione alla capacità di concentrazione del Giovane Principe (che riusciva a sorbirsi certe filippiche ininterrotte mentre io sognavo le parole crociate), non sono riuscita nemmeno per un istante a ritrovare la magia del Piccolo Principe in questo libro. Io forse sarò arida, ma non sono riuscita a provare nulla.
E chiamatemi pure ingenua, ma io ci avevo sperato sul serio.



Detto questo, mi sento in dovere di avvertirvi che, ancora una volta, il mio giudizio risulta essere diametralmente opposto all'apprezzamento generale riscontrato in rete. Che volete farci, de gustibus...

Buone letture,
Serena

lunedì 17 settembre 2012

New Series - 2012/2013

Sta per cominciare la nuova stagione televisiva,  e con lei,  nuovi esperimenti per tutti i canali principali.
Qui di seguito ho raccolto i trailer delle novità, anche se purtroppo le ho trovate solo senza sottotitoli.
Alcune delle nuove proposte sembrano effettivamente interessanti, altre mi hanno lasciata perplessa su più livelli...

Partners



Sit-com classica sulle strane vicende di una strana coppia (in questo caso due amici, uno gay e uno etero) direttamente dai creatori di "Will & Grace" (in caso non si fosse capito...). Questa non mi sembra male... 

Malibù Country 



Onestamente? Non mi dice nulla.


The Mob Doctor



Uhh, questo sì che si prende sul serio. Se ho ben capito la protagonista è una giovane dottoressa che rimane invischiata nell'ambiante della mafia di Chicago. Il come e il perché mi sono sfuggiti, ma non ho prestato nemmeno molta attenzione. Da guardare? Vedremo...

Emily Owens M.D.



Altro serial medico, questa volta in stile commedia... protagonista impacciata, situazioni imbarazzanti... Mi ricorda un po' Scrubs, ma meno demenziale.
Ok, questo incontra la mia approvazione ;D

The Mindy Project


Eh sì, non c'è mai carenza di dottori nel panorama televisivo americano.
Anche in questo caso mi sembra di essere più sullo stile commedia (ricorda un po' quella comicità da sit-com..). Non so se lo guarderò, al momento non mi ispira più di tanto... ma credo che gli darò una possibilità.

Ben and Kate



Altro show commedia su una famiglia tipicamente atipica americana. 

Ok, passa al prossimo round.

Go on



Ce la farà Metthew Perry a rilanciarsi con questa nuova serie? Speriamo sia la volta buona.

  The Neighbors


Quando ho visto per la prima volta il trailer il mio unico commento è stato: WTF?!
La seconda volta uguale.
Mi spiace, ma questa serie mi pare troppo infantile e demenziale. Non mi ispira affatto. Pochissime probabilità che io la guardi. Quasi nulle.

Beauty and the Beast


Presi dalla 'febbre fatata' che imperversa in cinema e tv, gli sceneggiatori hanno riadattato (mooolto riadattato) la storia de "La bella e la bestia" cercando di metterci un po' di mistero e  potenziale sentimentale (e degli effetti speciali ridicoli).
Mi dichiaro poco fiduciosa, ma ugualmente disposta alla visione. 

Arrow



Sentivamo proprio la mancanza di un supereroe sui nostri schermi... Dopo 10 anni di supremazia incontrastata di Smallville, ecco uno spin-off ad hoc sull'amico arciere.
Il trailer non mi dice molto, ma credo gli concederò il beneficio del dubbio.

666 Park Avenue



Uhh... un po' di soprannaturale in questa nuova serie targata ABC, con tanti volti noti del piccolo schermo. Aggiunta alla lista.

Nashville



Una star della musica country in declino si trova a dover affrontare la concorrenza di una giovane e arrogante  (ovvio eufemismo) stella nascente.
Ha l'aria di essere un po' prevedibile e un po' noioso, ma merita una chance. Forse.

Vegas



Vi dico solo che non sono nemmeno riuscita costringermi a guardare il trailer fino alla fine. Ed è tutto dire.

Elementary



Ecco un'altra serie che si ispira al personaggio di Sherlock Holmes.
Abbiamo un'ambientazione contemporanea e Newyorkese, un Holmes ex-drogato e tutt'ora disadattato, un Watson 'accompagnatore' (tipo assistente sociale) e soprattutto donna.
Io sono scettica per natura, ma credo proprio che gli darò un'occhiata, anche solo per curiosità.

Revolution



Telefilm stile post apocalittico: umanità senza fonti energetiche, segreti da custodire....
Il genere non è dei miei preferiti, ma dal trailer pare guardabile.
Aggiunto alla lista (e grazie Daydream per avermelo segnalato ^^)

Last Resort



Perchè? Perchè?!
Ma che senso ha questo telefilm? Non riesco a capire e nemmeno mi interessa poi molto.
Verrà decisamente tralasciato.

E voi? Cosa seguirete e cosa ignorerete?

A presto!
Serena

domenica 16 settembre 2012

Trailer definitivo: "Breaking Dawn - part II"


Ci siamo. Lo avevo evocato qualche giorno fa ed ora ecco che arriva il trailer definitivo.

Questa volta le immagini ci mostrano qualcosa di più della battaglia finale, definita 'epica' e 'immortale' (parole del trailer, non mie) ... ma scusate, è una mia impressione o nel libro di battaglie non ce ne sono? Magari mi sbaglio, però mi sembrava che il tutto si fosse poi risolto in maniera più o meno tranquilla... Va beh.
Ci viene anche concessa un'altra considerevole sbirciata ai poteri di Bella come vampiro. A mio dire, gli effetti speciali sembrano un po' scadentucci, ma a criticare basandomi solo sul trailer mi sento un po' in colpa, quindi: vedremo.
Ed ora a voi (versione sub-Ita):



Sarà la mia allergia cronica al clamore (di tutti i tipi), ma più questa serie veniva pubblicizzata, più scemava il mio interesse (che già era bassino all'inizio). Comunque sono ancora dell'idea che per criticare qualcosa sia necessario averlo per lo meno visto/letto, quindi in qualche modo me lo guarderò anche questa volta... Magari in dvd, da sola, con un blocco per gli appunti per segnarmi i momenti migliori/peggiori... e tutto questo solo per voi!

E voi, che ne pensate? Siete incuriositi/impazienti/delusi/esasperati? (Sceglietene una o più d'una, tutto è lecito ;D)
Serena

sabato 15 settembre 2012

Colpo d'Occhio (19): "Shadowhunters - Città delle Anime Perdute"


L'altro giorno mi stavo giusto domandando di quale cover avrei potuto parlare nella mia rubrica... Poi ho visitato il blog "Romanticamente fantasy" e ho visto l'anteprima della cover di "Città delle anime perdute" (serie Shadowhunters) di Cassandra Clare, e non ho avuto scelta.
Ecco a voi:


Holy moly! se è brutta...!
Insomma, le copertine di questa serie sono sempre state piuttosto deludenti (almeno da quando hanno deciso di abbandonare le meravigliose cover originali), ma questa raggiunge un nuovo apice di bruttura.
Soprattutto se paragonata con questa:

cover originale
Ad ogni modo, penso proprio che dovrò farmene una ragione, anche perché il contenuto merita davvero..!

Alla prossima, 
Serena

giovedì 13 settembre 2012

Recensione: "Mi chiamo Chuck" di Aaron Karo

TITOLO: Mi chiamo Chuck. Ho diciassette anni. E, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo
AUTORE: Aaron Karo
EDITORE: Giunti
PREZZO: € 12.00

TRAMA:
Charles, detto Chuck, ha diciassette anni e si lava le mani continuamente, controlla anche cento volte di seguito che le piastre dei fornelli siano spente e non va mai a dormire senza aver fatto la pipì fino allo sfinimento. Ha un amico del cuore, Steve, l'unico a cui confida le sue stramberie e una sorella, Beth, bella, normale e piena di amici che lo ignora fino a negargli persino l'amicizia su Facebook. La sua giornata è costellata dalla ripetizione di gesti, regole maniacali che lui stesso si è imposto per non perdere del tutto il controllo di sé. E poi ci sono le Converse: ne possiede decine di paia di ogni colore che ha abbinato ai vari stati d'animo. Converse rosse: arrabbiato; gialle: nervoso e così di seguito. I genitori, però, sono sempre più preoccupati e, nonostante le rimostranze di Chuck, decidono di spedirlo da una psichiatra. L'arrivo di una nuova compagna di classe e il desiderio di aiutare il suo amico bullizzato convinceranno Chuck a prendere sul serio i suoi sintomi e a iniziare una terapia.

RECENSIONE:
"Mi chiamo Chuck" si propone come un divertente romanzo 'di crescita'. Racconta l'ultimo complicato anno di liceo del diciassettenne Chuck che, oltre a tutti i classici problemi da 'adolescente invisibile', deve anche convivere con tutta una serie di piccole manie che condizionano gran parte dei suoi comportamenti.
In realtà Chuck non si era mai posto il problema di analizzare le proprie manie, almeno fino a quando non ha deciso di cercare su Google le proprie strane abitudini ed è incappato nella pagina di Wikipedia dedicata ai 'disturbi ossessivo-compulsivi'. 

E qui: ipocondriaci di tutto il mondo, unitevi. Non è necessario da parte mia specificare che Google NON è una fonte attendibile per auto-diagnosi casalinghe, vero? Bene.

A quanti pare però, Chuck il disturbo ossessivo-compulsivo ce l'ha davvero e quindi comincia (più o meno volontariamente) il proprio percorso di guarigione, guidato da una dottoressa che abusa del tono interrogativo.
Ovviamente la vita di Chuck diventa improvvisamente molto complicata: manie quotidiane, tentativi di tenerle a bada, sedute dalla psicologa, medicinali, famigliari impossibili... per non parlare della delicata situazione con la ragazza dei suoi sogni e della sindrome di abbandono dell'amico di sempre.

E ora veniamo a noi.
Mah, forse mi aspettavo di più da Chuck.
L'ambientazione liceale americana ormai ha dato tutto quello che poteva alla letteratura, infatti non mi aspettavo grandi novità in quel senso, però speravo che, raccontato da punto di vista di Chuck, tutto risultasse un po' più ironico e originale. Invece Chuck ha la fastidiosa tendenza a dire/fare sempre la cosa sbagliata nel momento sbagliato e a piangersi addosso. Si crogiola nell'autocommiserazione a più riprese e solo alla fine decide sul serio di impegnarsi a migliorare, e per i motivi giusti.
Per quanto scorrevole, leggero e a tratti divertente, in nessun punto questo romanzo è riuscito a coinvolgermi o catturarmi particolarmente. Non mi ha proprio acchiappata.
Direi 'simpatico', ma non molto di più.


P.S: in realtà cercando in rete si trovano delle recensioni molto positive su questo libro, quindi vi consiglio di dargli comunque un'occasione, nonostante la mia recensione... ^^

Buona lettura!
Serena

martedì 11 settembre 2012

Nuove Uscite di Settembre

4 settembre

"Dark Heaven - La carezza dell'angelo" di Bianca Leoni Capello


Venezia, oggi. Virginia ha diciotto anni e un solo problema: l’esame di maturità che la aspetta a fine anno. Almeno fino al giorno in cui a scuola arriva un nuovo professore, Damien de Silva. Dannatamente bello, giovane e pericoloso, Damien turba fin dal primo istante Virginia. Attratta e al tempo stesso spaventata, la ragazza tenta di stargli il più lontano possibile. Ma ogni volta che si trova in sua presenza accade qualcosa di inspiegabile: strane visioni le annebbiano la mente. Visioni di un tempo passato, di una Palermo medievale ormai dimenticata. È come se lei e Damien si fossero amati in un’altra vita e si fossero rincorsi per molti secoli. Ma è davvero così o Virginia sta perdendo la ragione? E chi è davvero Damien?


7 settembre

"La colonia sommersa" di Kat Falls

Un romanzo ambientato in un universo post-apocalittico in cui, a causa del riscaldamento globale, le acque hanno ricoperto gran parte della superficie terrestre. A seguito di questa catastrofe ecologica l’intero genere umano è posto di fronte alla scelta di disputarsi il poco spazio rimasto a disposizione, o spostarsi negli sconfinati abissi oceanici. 
In questo universo acquatico le abitazioni hanno la forma di gigantesche meduse attorno alle quali si estendono sterminate coltivazioni sottomarine; gli uomini, la cui pelle emana uno strano bagliore, si nutrono di piccoli pesci luminescenti, hanno riserve di ossigeno liquido per respirare sott’acqua e nuotano fasciati in avveniristiche tute idrorepellenti, spostandosi a bordo di rapide vetture. È qui, tra le profondità oceaniche, che Ty Towson è nato e cresciuto, ma quando incontrerà Gemma, una ragazza che viene dal mondo emerso in cerca di suo fratello scomparso in mare, la sua vita diventerà improvvisamente più complicata. Insieme, Ty e Gemma dovranno affrontare pericolose creature e avventurarsi in remote città lungo frontiere sommerse. Più scenderanno tra i fondali più scopriranno oscuri segreti che nemmeno il mare riuscirà a nascondere.


12 settembre

"Kyla 6982" di Karen Sandler

Il pianeta Loka è stato colonizzato da un'élite di terrestri facoltosi e spregiudicati, gli unici superstiti di una Terra ormai inabitabile. Fra loro ci sono scienziati senza scrupoli che hanno creato una sub-razza di schiavi da sfruttare biecamente. Sono androidi senzienti costituiti da genoma umano e circuiti elettrici, e occupano il posto più infimo della società nel sistema di caste gerarchiche di Loka. Ma queste creature hanno un cuore, un'etica e una volontà. Sono quasi umani e, forse, troppo umani. Questa è la storia di una di loro, la quindicenne Kayla 6982 che, con l'aiuto dell'amica Mishalla, si lancia in una pericolosa avventura per scoprire le terribili verità che si nascondono dietro al mostruoso piano degli umani. Una trama sorprendente in cui si intrecciano umiliazioni, razzismo, coraggio e lealtà, ma in cui trova posto anche l'amore. Sul polveroso pianeta Loka, illuminato da due pallidi soli, sboccia la storia proibita fra un umano di alto rango, nipote di un vecchio scienziato illuminato, e la giovane Kayla.

13 settembre

"Ladra di cioccolato" di Laura Florand

Sullo sfondo, la città romantica per eccellenza: Parigi...
Cade Corey è la figlia del principale produttore di barrette di cioccolato americano, Sylvain Marquis è il più raffinato chocolatier di Parigi. Lei vorrebbe mettersi in affari con lui, ma lui non intende svendere la sua arte a un colosso industriale. Cade è però disposta a tutto pur di creare un nuovo prodotto dal sapore inconfondibile e raffinato, in grado di accrescere la fama del suo già popolarissimo marchio, persino di rubare le ricette dell’ostinato e affascinante chocolatier. Presto la notizia che una ladra di cioccolato si aggira per le strade di Parigi rimbalza di giornale in giornale, arrivando fino al The New York Times, portando così nuovi clienti al negozio e mettendo in serio pericolo la reputazione della donna. Ma in guerra e in amore non ci sono regole, e nonostante tutto l’attrazione fra i due non si farà attendere. Complice l’irresistibile sensualità del cioccolato... Perché se in un primo momento Sylvain sembra diffidente e scontroso, poi userà tutte le sue armi per sedurre la donna della quale si è follemente innamorato. La sua arma? Il cioccolato...

18 settembre

"Lost Grace" di Bree Despain

Per salvare Daniel, il ragazzo di cui è innamorata, Grace Divine ha sacrificato se stessa e condannato la propria anima a un eterna maledizione. Adesso, in lei, si annida un mostro silenzioso, crudele e assetato di sangue. Pronto a risvegliarsi in qualsiasi momento. Per imparare a dominarlo, Grace chiede aiuto a Talbot, un ragazzo che conosce ancora poco perché è appena arrivato in città. Talbot le insegna a controllare i suoi nuovi poteri e la affascina tanto
da suscitare la disperata gelosia di Daniel. A complicare le cose, ritorna dal passato un pericolosissimo nemico. 



"Un bacio dagli abissi" di Anne Greenwood Brown

Lily pensa che il suo nuovo amico Calder sia un ragazzo normale. Calder, però, nasconde un terribile segreto: fa parte di una stirpe di sirene e tritoni assassini, che vivono nei Grandi Laghi e si nutrono dell’energia degli esseri umani. Spinto dalle sue sorelle, il ragazzo esce dall’acqua per uccidere l’uomo responsabile della morte della loro madre. L’uomo è il padre di Lily e l’unico modo per avvicinarlo è sedurre sua figlia. Abituato ad ammaliare le ragazze con la sua faccia d’angelo, Calder scopre che Lily è molto speciale: si veste con abiti retrò, ha un volume di poesie da cui non si separa mai e, soprattutto, non cade subito ai suoi piedi, costringendolo a passare molte giornate insieme. E in queste giornate, proprio mentre Lily inizia a capire che le leggende dei laghi hanno un fondo di verità e le acque profonde potrebbero riservare pericoli mostruosi, Calder si innamora di lei.

25 settembre

"Starters" di Lissa Price

In un futuro non molto lontano, in un mondo devastato dalla guerra e dalla fame, una terribile pandemia ha decimato la popolazione adulta tra i 20 e i 60 anni, lasciando in vita solo i giovani e i vecchi. Ora, in una società senza speranza, i giovani combattono per un futuro che non esiste più e i vecchi sognano un passato che non tornerà mai. Per questo molti anziani affittano illegalmente il corpo di ragazzi disperati, pur di rivivere emozioni perse per sempre. Callie ha sedici anni e ha visto morire i suoi genitori. Senza una casa, senza un soldo e con un fratellino malato a cui badare, non ha altra scelta che mettere il proprio corpo in affitto. Si trova così intrappolata in un gioco più pericoloso di quanto avesse mai immaginato…

27 settembre

"Wolfsbane" di Andrea Cremer

Quando Calla si risveglia nel quartier generale dei suoi acerrimi nemici, pensa di avere le ore contate. Contro ogni ipotesi, però, i Cercatori le fanno una proposta che, oltre a consentirle di rimanere in vita, le permetterebbe di portare in salvo il resto del suo branco. Il piano è rischioso e la battaglia potrebbe mietere più vittime del previsto, ma Calla sa che è l'unico modo per mettere fine a una guerra che va avanti da secoli. Chi sarà a pagare il prezzo del suo tradimento? L'impetuoso Shay, deciso a ogni costo a rimanere al fianco della ragazza che ama, o il fedele Ren, rimasto indietro a coprire la fuga dei due amanti?




"I sussurri della notte" di Jeaniene Frost


Ormai diventata un vampiro a tutti gli effetti, Cat deve affrontare il problema della sua singolarità: lei non si nutre di sangue umano, ma di quello dei vampiri stessi, di cui assorbe poteri e abilità che non è ancora in grado di gestire. È per questo che Apollyon, il capo dei ghoul, non ha desistito dal suo proposito: continua a predicare che la Mietitrice Rossa è pericolosa perché ‘diversa’. Nel tentativo di sconfiggere Apollyon senza trasformarlo in un martire, Cat, Bones e tutta la loro squadra dovranno muoversi con molta cautela, capire da che parte sta, dopo la morte del suo signore Gregor, Marie Laveau – la regina dei ghoul di New Orleans, detta anche Majestic – scansare gli attacchi di un altro clan che vorrebbe eliminare una volta per tutte la Mietitrice Rossa, e fare affidamento su tutti gli amici che possono trovare. A partire dal fantasma Fabian, sempre desideroso di dare una mano, a Dave, che si offre d’intrufolarsi come spia in gruppo di ghoul fanatici... fino ad arrivare a Denise, con le sue nuove abilità di mutaforma e infine a Timmie, l’ex vicino di casa di Cat diventato un reporter freelance a caccia di scoop sui vampiri.


"Sacrifice" di Alexandra Adornetto

C'erano solo due regole: non rivelare agli umani il proprio segreto e non lasciarsi coinvolgere. Bethany le ha infrante entrambe, innamorandosi del giovane Xavier e confidandogli di essere un angelo. Il suo tradimento, però, ha contribuito a sconfiggere le Forze Oscure, perciò la ragazza non è stata punita, anzi le è stato permesso di continuare la missione presso la Bryce Hamilton School di Venus Cove, dove ormai si è perfettamente integrata. Al punto che le sue compagne di classe la invitano al party più esclusivo dell'anno: la festa di Halloween che si terrà in una vecchia casa abbandonata. E la convincono a prendere parte a una seduta spiritica. Ma la presenza di Bethany trasforma quel gioco innocente in una trappola mortale: grazie ai suoi poteri soprannaturali, infatti, il rito apre un varco tra il nostro mondo e l'Ade. Un varco di cui approfitta subito il demone Jake Thorn, che rapisce Bethany e la trascina all'inferno con sé. Disperato, Xavier si lancia al suo inseguimento, anche se un mortale ha ben poche speranze di sopravvivere negli inferi. E Jake Thorn lo sa bene. Per questo propone un patto a Bethany: diventare un'ancella del Signore delle Tenebre in cambio della vita del suo unico, vero amore.


28 settembre 

"Darkest Mercy" di Melissa Marr


Le corti sono nel caos, Keenan, il re dell’Estate, è sparito e le fate della corte della Notte stanno lentamente perdendo la loro forza. Così inizia il capitolo conclusivo dell’acclamata serie di Wicked Lovely dove incontriamo, finalmente riuniti, tutti i personaggi che si sono avvicendati nei quattro romanzi precedenti, uniti in una comune battaglia finale condotta contro Bananach, una creatura malvagia il cui solo esistere sta mettendo a rischio la vita dell’intero popolo fatato.





Buone letture!
Serena

lunedì 10 settembre 2012

Tv Première 2012/2013


Ragazzi, forse per molti la fine dell'estate è un periodo malinconico, ma a me piace guardare il lato positivo delle cose, e per me autunno vuol dire: nuovo palinsesto televisivo americano e nuove serie.
Con questo post l'idea è quella di raccogliere tutte le date delle première, mentre con il prossimo tenterò di fare un piccolo approfondimento sulle nuove proposte.
Ecco a voi calendari di tutte le serie che mi sono venute in mente:

giovedì 13 settembre
Glee

lunedì 17 settembre
Bones
The Mob Doctor
Revolution

lunedì 24 settembre
Castle
How I Met Your Mother
2 Broke Girls
Partners

martedì 25 settembre
Private Practice
New Girl
NCIS
NCIS Los Angeles
Vegas
Ben and Kate
The Mindy Project
mercoledì 26 settembre
The Neighbors

giovedì 27 settembre
Grey's Anatomy
The Big Bang Theory
Two and a Half Men
Scandal
Last Resort
Elementary

venerdì 28 settembre
Fringe

domenica 30 settembre
Once Upon a Time
Revenge
The Good Wife
The Mentalist
666 park Avenue

martedì 2 ottobre
Hart of Dixie

mercoledì 3 ottobre
Supernatural

lunedì 8 ottobre
90210
Gossip girl

mercoledì 10 ottobre
Arrow
Nashville

giovedì 11 ottobre
The Vampire Diaries
Beauty and the Beast

martedì 16 ottobre
Emily Owens, M.D.

mercoledì 17 ottobre
Suburgatory

venerdì 2 novembre
Malibu Conutry




Ok, io ho messo tutte le serie che mi sono venute in mente, ma sicuramente me ne deve essere sfuggita qualcuna. In tal caso, basta chiedere e troverò tutte le info che vi servono.
I titoli sottolineati invece sono di serie che debutteranno in autunno, per le quali sto preparando un post speciale.
To be continued...

Besos!
Serena

domenica 9 settembre 2012

Recensione film: "Il cavaliere oscuro - Il ritorno"

Grande attesa, grandi ambizioni, grandi incassi. Il film di cui parliamo oggi è "Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno" (orig: "The Dark Knight Rises"


Con questo terzo capitolo della serie si conclude (pare definitivamente) la saga cinematografica del "Il Cavaliere Oscuro". 
Ora che li ho visti tutti posso affermare con che questa è l'unica serie (che io ricordi) in cui il mio personale indice di gradimento è aumentato inesorabilmente ad ogni film. Dopo una prima pellicola che mi aveva fatto storcere il naso e un ottimo secondo film, quest'ultima fatica di Christopher Nolan si presenta come un film davvero, davvero notevole. Preciso subito che questo è un mio parere personale, che non sempre ha trovato riscontro nei miei interlocutori (anche se in questo caso si parla di divergenze nella classifica di gradimento dei 3 film, non del gradimento del film in generale).
Dicevamo? Ah, sì: gran film questo.
C'è tutto quello che ci si aspetta legittimamente da un 'Batman', senza però scadere nello scontato. Il ritmo serrato non permette di annoiarsi nel corso dei 165 minuti, le scene d'azione sono degne di questo nome, colpi di scena copiosi e l'adrenalina scorre a fiumi nella parte finale. Ottima scelta del cast, anche.
Gli 'originali' Christian Bale (Bruce Wayne) e Gary Oldman (comm. Gordon) continuano a piacerci (anche se personalmente non sono una fan di Bale). Plauso, come sempre, ai preziosi Michael Caine (Alfred Pennyworth) e Morgan Freeman (Lucius Fox). E non dimentichiamo le nuove aggiunte: Anne Hathaway (Selina Kyle), Marion Cotillard (Miranda Tate) e Joseph Gordon Levitt (John Blake) e Tom Hardy (Bane), tutti più che credibili e perfettamente inseriti.
Ovviamente ci sono sempre dei punti in cui la perplessità ha la meglio e viene da esclamare "Ma, perché?" (oltre a qualche "Sì, va beh..."), ma queste piccole sbavature vanno per lo più perse nell'ottimo quadro d'insieme. 
Consigliato.

Trailer



Buone visione!
Serena