sabato 5 gennaio 2013

Top Ten Telefilm 2012

Today Telefilm!

TOP TEN TELEFILM



1.   Castle
2. Arrow
3.   Fringe
4.   Revenge
5.  Bunheads
6.   How I met your mother
7.  Once Upon  a Time
8.  Grey’s Anatomy
9.   Melissa&Joey
10. Elementary
Fuori concorso:  The Big Bang Theory


Qui urge una precisazione.
Questa è la classifica che ho trovato più difficile da definire per diversi motivi. Il motivo principale è che per la maggior parte le serie televisive che seguo sono un tantino sottotono…. Insomma, chi di voi ha letto le mie recensioni televisive avrà notato che il gran numero dei post era piuttosto dissacrante, anche quando riguardava serie che seguo con costanza e dedizione. Allo stesso tempo però le serie che al momento risultano essere più ‘esaltanti’ e divertenti sono anche le stesse che non mi sentirei di spedire ai primissimi posti della classifica, perché comunque risultanto carentissime dal punto di vista di sceneggiatura, originalità o altro (qui leggi “Arrow”). Quindi che fare? Alla fin fine ho deciso di fare una specie di media ponderata, soppesando l’interesse mantenuto delle serie, le aspettative rispettate o meno, la prevalenza di episodi brillanti o noiosi… e ovviamente anche la shakerata data dalle new entries. Inoltre ho pensato, solo in questo caso, di corredare il tutto con due righe di spiegazione (negli altri casi avevo le recensioni che parlavano per me).
Dunque:

CASTLE – Qui ci hanno messo pesantemente lo zampino l’affetto e la fedeltà per la serie. La grande novità di questa quinta stagione è la relazione tra i due protagonisti, ma per quanto tenera, interessante e coinvolgente, non tutti gli episodi scoppiavano di salute. Quindi: questa rimane sempre la serie che seguo con più costanza e dedizione, ma spero in un’ulteriore sferzata per la seconda metà di stagione (e no, non sono incoerente, anche l’anno scorso era al primo posto nonostante un inizio di stagione super e una seconda metà così così… questo si chiama essere fedeli)

ARROW – Ragazzi, ne ho parlato e riparlato, e ancora non si è capita? A dispetto di tutte le mie intenzioni di andarci cauta e pensierosa per stilare la classifica, alla fine ho dovuto cedere e metterlo al secondo posto. Ok ok, ha mille difetti, carenze, ecc… ma porca miseria se intrattiene. Non ridevo (e sbavavo) così da tantissimo tempo. Questa inoltre è l’unica novità che continuo a seguire con costanza, a differenza delle dimenticabilissime altre serie (almeno la maggior parte). Quindi vaffa a integrità e obiettività, e viva gli addominali.

FRINGE – Sarò sincera, è già un po’ che ho dovuto interrompere la visione. Non perché le puntate fossero brutte -per carità- ma perché fisicamente non ce la facevo a sopportare un’intera settimana di attesa per sapere cosa sarebbe successo la settimana dopo. Era troppo straziante. Quindi mi sono fermata ad un episodio neutro e attendo di rimettermi in pari. Ma fin qui ho solo due parole di commento: ma mi****a!

REVENGE – Revenge è Revenge, e da lui ci aspettiamo di tutto e di più. Nonostante sia uno dei pochi show ad aver mantenuto un livello coerente con la stagione precedente, la comparsa di alcuni personaggi a capocchia (Aiden, cavoli, Aiden!) e di linee narrative pointless mi hanno spinta a lasciarlo giù dal podio. Ma sempre figo, va da sé.

BUNHEADS – Qui iniziano le grane. A sorpresa (anche per me) ho messo in 5° posizione questo telefilm: perché mi ricorda la commedia brillante alla “Una mamma per amica”, perché mi ha fatto ridere come non mai e perché mi ha sorpresa come novità. Con buona pace di tutti gli altri frontrunner che sono rimasti schiacciati nella parte bassa della classifica.

HOW I MET YOUR MOTHER – Per quanto mi riguarda la serie è rientrata nel tunnel. Big Time.
Sul serio, le puntate puramente e meravigliosamente spassose hanno lasciato di nuovo il posto ad una trama orizzontale che ha smesso di interessarmi un sacco di tempo fa: Robin&Barney. Per fortuna adesso si sono fidanzati ufficialmente e ci aspettiamo una seconda parte di stagione super. O almeno ci speriamo.

ONCE UPON A TIME – Non so bene motivare questo posizionamento così basso… Anche in questo caso ci sono degli episodi davvero davvero belli e altri davvero insulsi. Ma l’impressione generale è che tutta la prima parte di stagione sia stata un po’ dispersiva e piena di giri a vuoto… adesso che tutti i personaggi sono nella stessa dimensione (e che ci siamo libertati di Aurora e Mulan), riuscirà OUAT a riprendersi?

GREY’S ANATOMY – Ma chi voglio prendere in giro, ho smesso di guardarlo all'episodio 2. Ci sono rimasta troppo male per le morti celebri e ho bisogno ancora di un attimo per abituarmici. Inoltre il clima luttuoso delle prime tot puntate, per quanto lecito e giustificato, non mi attirava un granché  Ma nonostante tutto non ho avuto il cuore di metterla ancora più in basso. E poi, se sono riuscita a superare indenne la stagione con l’infausta presenza del fantasma/allucinazione di Danny, posso superare tutto.

MELISSA & JOEY – Altra sorpresa, altra sit com alla quale non avrei dato due lire, e invece.
Nonostante le ricorrentissime risate di sottofondo, nonostante le battute facili, mi ha divertita molto più di altre sit com. E quindi eccoci qui.

ELEMENTARY – E’ vero, all’inizio non ne ho parlato un granché bene, ma non è così male. E’ un bel, classico procedural con personaggio leader e spalla. Non eccelso, ma si lascia guardare con piacere, soprattutto se ti dimentichi che i due protagonisti dovrebbero essere Sherlock Holmes e Watson e li rinomini John Smith e Carol Whatever.


THE BIG BANG THEORY – Semplicemente poco interessante. Non solo ha smesso di farmi ridere, ma proprio di interessarmi un po’ di tempo fa. Di comune accordo ci siamo presi una pausa di riflessione e ci riconfronteremo più avanti.

A presto!
Serena

2 commenti:

  1. Quest'anno di serie tv apparte The vampire diaries non ne ho vista nessuna >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Male, malissimo! XD
      Io invece non seguo The Vampire Diaries perché ho perso il passo una vita fa e non sono più riuscita a mettermi in pari... Ma prima o poi rimedierò.

      Elimina