domenica 3 febbraio 2013

Fiabe&Cinema: Il Cacciatore di Giganti

Buongiorno a tutti e ben ritrovati con l’incantevole rubrica Fiabe&Cinema.


Come avrete notato, è un po’ che F&C non vi delizia con la sua presenza, e questo non tanto per mancanza di notizie quanto per mancanza di tempo. Chiedo venia, ma non ci posso fare nulla.
Quello che posso fare, invece, è smetterla con le frasi introduttive e venire al dunque: il film di cui parleremo oggi è "Il cacciatore di giganti" (in originale "Jack the Giant Slayer").


(Devo dire che avrebbero potuto fare di meglio...)

La pellicola è chiaramente tratta (non so quanto liberamente) dalla fiaba di “Jack e il fagiolo magico”.
Stavolta devo proprio ammettere la mia ignoranza: non ho molto chiara la storia originale. So che dovrebbe cominciare con un povero ragazzino che al mercato vende la sua mucca in cambio di alcuni fagioli, e che da questi fagioli cresce una pianta magica che porta sulle nuvole… ma non so cosa succeda nel mezzo della storia, come vada a finire, e francamente non sono molto sicura nemmeno di quello che ricordo dell’inizio.
Qualcuno potrà pensare che sia vergognoso che io non mi sia ancora attivata per trovare una qualsiasi versione da leggere tramite le infinite risorse di internet ma: ehi! Quante volte devo ripetervi che non ho tempo? Mi spiace tanto, ma questo è tutto quello che sono riuscita a mettere insieme nel limitato tempo a mia disposizione.
(Vecchio post e trama QUI)



Il trailer… che dire del trailer? Mi pare piuttosto lontano da tutto quello che ricordavo della fiaba classica, ma in fin dei conti non mi ricordavo un granché, quindi non sono una risorsa affidabile.
Ho notato però che il protagonista maschile, il buon Jack, è interpretato da quel prezzemolino di Nicholas Hoult... non è lo stesso attore che interpreta R in "Warm Bodies"? (del quale non ho ancora parlato, ma rimedierò presto).
Il resto del cast è composto da: Eleanor TomlinsonStanley Tucci, Bill Nighy, Ewan McGregor e Ian McShane. 
L'uscita nelle sale italiane è prevista per il 28 marzo 2013, anche in 3D.
Da quello che ho letto, tra l'altro, si sono applicati in maniera quasi maniacale, con grande utilizzo di mezzi ed effetti speciali per fare sì che il tutto risultasse grandioso ma credibile (insomma, avete capito cosa intendo).

Insomma, ora tocca a voi. Cosa ne pensate? Quanto vi ispira il progetto in una scala da 1 a 10?
Sbizzarritevi e fatemi sapere la vostra.

A presto,
Serena

Nessun commento:

Posta un commento