martedì 9 aprile 2013

Series Finale: Gossip Girl

Questo post è stato scritto un bel po’ di tempo fa, subito dopo il Series Finale (dicembre 2012), ma ho deciso di pubblicarlo solo (ben) dopo l’uscita dell’ultimo episodio in italiano per non rovinare la sorpresa a nessuna (anche se non sono certo io ad obbligarvi a leggere gli spoiler) e permettervi di metabolizzare camionata di guano notizie che ci sono piovute addosso negli ultimi 42 minuti.
Comunque, lo ribadisco:
SPOILER
   

C’era una volta Gossip Girl: un telefilm trasgressivo, sexy e che creava dipendenza… L’ingenuo spettatore non vedeva l’ora di scoprire quale nuova meschinità avrebbero commesso i rampolli più amati della tv e quale altro intrigo sarebbe venuto alla luce nello sfavillante mondo dell’Upper East Side.
Poi, un giorno (diciamo intorno alla terza stagione), GG ha cominciato a subire una strana mutazione che, dapprima subdolamente e senza che ce ne accorgessimo, l’ha trasformato in un polpettone di eventi a casaccio (implicanti possibilmente del sesso con partner inappropriati) che tutti noi continuavamo a seguire per … Blair e Chuck. Che non sono nemmeno i protagonisti designati della serie, ma tutti volevamo sapere quante altre pugnalate alle spalle e rocambolesche riappacificazioni avrebbero coinvolto la nostra coppia preferita. Perché in fin dei conti erano gli unici che continuavano a tener vivo l’antico splendore degli albori della serie.
C’era anche qualcuno che, armato di fidato pallottoliere, si dilettava a contare i partner usa e getta che si avvicendavano tra ‘le grazie’ di Serena.
Nel frattempo tutti i personaggi hanno subito un percorso evolutivo/involutivo (esempio lampante: Jenny. Ok l’adolescenza, ma Taylor Momsen l’ha presa proprio brutta…), le dinamiche sono diventate ripetitive e tendenzialmente fastidiose, e i personaggi si sono rifugiati in un cantuccio tipizzato in cui ricoprivano lo stesso ruolo ancora e ancora.

La nostra protagonista: Serena. Era tornata nell’Upper East Side declamando a gran voce di essere cambiata, e come dimostrarlo se non andando a letto con chiunque e chicchessia? Certo non si può dire che non sia un personaggio profondamente democratico: i suoi amanti hanno spaziato in tutti i range di età, ceto, nazionalità e occupazione. Quando poi non c’erano meteorici amanti a disposizione (artisti, candidati, truffatori, professori, ex-galeotti, …), tornava all’amletico palleggio tra il disgraziatissimo Dan e l’inutile Nate.
Dan, designato protagonista maschile sprovvisto di spina dorsale. 
Ai bei tempi delle prima serie non ero così insofferente nei suoi confronti (nonostante il moralismo da quattro soldi che dispensava a piene mani ogni volta che Serena&Co ne combinavano una), ma dopo ha davvero perso ogni bussola di logica e coerenza. E come non parlare della sua naturale tappetinaggine nei confronti di Serena? Quando si dice non avere dignità.
E non dimentichiamoci di Nate, che può essere considerato una versione maschile di Serena, solo più inutile e smidollato. Uno di quei personaggi che, anche a posteriori, potremmo eliminare dalla trama, e nessuno se ne accorgerebbe.
Ogni tanto un po’ di gioia ci veniva dispensata da qualche antagonista con gli attributi (Georgina, zio Jack e, per un flebile periodo, Juliet) e dai tira e molla dei nostri beneamati Chair.
Vogliamo davvero aprire la parentesi Chair? Ma sì che vogliamo.
Ancora adesso ricordo con nostalgia la mitica scena della limo di Chuck (Episodio 1x07), che ha dato origine a tutto il resto. Dopo sono seguite dichiarazioni d’amore, fughe, tradimenti, sparatorie, sabotaggi, altri tradimenti, focose riappacificazioni, altri tradimenti ancora, meaningless sex, e non-poi-tanto-meaningless sex, e altro ancora… tra cui diverse capatine di Blair nell’alta società dal sangue blu, che l’hanno portata al matrimonio più breve della storia (sul serio, è fuggita prima del taglio della torta) e ad una disgraziatissima relazione ai limiti del contro-natura con Dan, che ancora ricordiamo con terrore e incredulità. Anche per gli standard di Gossip Girl.
Non sto nemmeno a dilungarmi sulla noia esistenziale che mi procuravano il personaggio di Vanessa, il principe monegasco, quel poveraccio del fratellino di Serena… Uff.

Ma ora concentriamoci sul finale.
Dopo nove episodi di nulla assoluto, ecco che arriviamo al quesito critico di tutta la serie: who am I? That’s one secret I’ll never tell.
Che poi, più o meno. Dopo essere usciti dalle superiori, la gente ha cominciato a infischiarsene beatamente di chi fosse Gossip Girl e il suo ruolo è stato relegato a semplice Radio Serva/ Sputtanatrice… senza contare che in questa stagione il suo trono è quasi quasi stato preso da quel cialtrone di Dan Humphrey e dal suo Inside 2.
Noi tutti ci immaginavamo che nella sesta serie si sarebbero concentrati sulla ricerca della famigerata blogger, invece quell’inetto di Nate molla subito le braghe alla 6x01 e, tra vendettucce personali, misteri equestri, complotti, stomachevoli relazioni di Ivy e resurrezioni (ribadisco: stramaledette resurrezioni. Perché a quanto pare Bart Bass ha passato gli ultimi quattro anni rapito da uno sceicco con Tylor di Beautiful per poi saltar fuori dal nulla alla fine della scorsa stagione), le febbrili indagini sono state riprese e portate avanti per la bellezza di dieci minuti dell’ultimo episodio da Nate e Sage (la fiamma di turno).
Però bisogna notare che, almeno in questo episodio, ci provano. Ci provano davvero a interessarci e a depistarci con qualche frase buttata qua e là, ma, inevitabilmente, la mazzata deve arrivare. Gossip Girl è…



Dan.
Dan?
Cioè Dan??
No, no, no, qui c’è qualcosa di profondamente sbagliato. La questione dell’outcast che si auto-invita nell’Upper East Side a suon di gossip ci può anche stare (anzi, forse risulta anche un po' banale...). Ma non se quell’outsider è Dan Humphrey.
Perché: o negli ultimi sei anni sono stata in coma e in realtà mi sono solo sognata tutti gli episodi di Gossip Girl, oppure gli sceneggiatori hanno lasciato una scimmia ammaestrata a scrivere i copioni e sono andati in vacanza. Una scimmia che non aveva nemmeno visto le puntate precedenti, per giunta.
Perché non ha senso. Io me lo ricordo benissimo quanto fosse patetico Dan quando cercava di architettare quei diabolici piani di vendetta da ottenne, che terminavano inevitabilmente in un fallimento con sputtanamento a seguito. Quanto fosse inutile e impotente alla mercé di Blair, Georgina, Chicchessia… 
Non potete improvvisamente dirmi che è Dio
Non è coerente. 
Nemmeno alla luce della sua grottesca bedass-aggine delle ultime puntate.

Non mi sono ancora dedicata alla ‘revisione totale’, ma ho idea che non sia nemmeno fisicamente possibile che sia lui. Quante volte ha ricevuto i messaggi da Gossip Girl mentre era in una sala gremita di testimoni? Come me lo spiegate? Dono dell’ubiquità? Poteri psichici? Ma soprattutto, voi ve lo immaginate quel tonto che maneggia tutto quel potere seminando il terrore tra i più privi di scrupoli? Seh, va beh…
Ma non è tutto. Per cercare di fare contenti tutti, in soli 42 minuti ci hanno infilato tutto il possibile.

-          Il matrimonio di Blair e Chuck. No, forse questo è il punto meno critico. In fin dei conti, anche se qualche fan potrebbe trovarlo insoddisfacente, ho pensato che le circostanze (per quanto infelici) fossero molto adatte ai due personaggi. Però l’hanno sempre liquidato in qualche minuto, ma va beh.
-          Archiviato come incidente. Chiedo scusa, come? Non conosco i dettagli della legge americana, ma sono abbastanza si cura che non funzioni così. Si archivia un caso come ‘incidente’ senza nemmeno uno straccio di indagine? Ma tutte quelle squadre di C.S.I. che infestano gli Stati Uniti, esattamente, che cavolo ci stanno a fare? Espediente alla “liquidiamo tutto in fretta e furia che sta finendo il tempo”.
-          Il matrimonio di Dan e Serena. Mah. L’incoerenza tra quei due regna sovrana ormai da molto tempo.
Dan è passato nel giro di 10 episodi dal giurare amore e eterno a Blair, all’abbindolare Serena per i propri comodi, al dichiarare di aver sempre e solo amato lei.
Serena, che fino a qualche puntata fa stava per sposare un altro, accetta senza un battito di ciglia le ripetute e clamorose prese per il culo e tutta la questione di Gossip Girl. Ribadisco: Mah.
Detto sinceramente, il loro matrimonio non era nella lista della cose che mi premeva vedere e sapere in quest’ultimo episodio. Ma per i fan questo ed altro.
-          You may be rid of an Dan Humphrey, but you’ll never be rid of me.
Ok, lo ammetto, a quel punto io ero già con la testa accasciata sulla scrivania in preda allo sconforto, quindi non sono riuscita a deprimermi ulteriormente per il finale semi-aperto.

In tutto questo non ho ancora non ho capito quale fosse l’utilità di Ivy o come capperi si sia risolta la questione, ma: ehi! Questo GG!

Tirando le somme, che dire? Non posso propriamente dirmi ‘delusa’ perché era ormai molto tempo che non riponevo più nessun investimento emotivo sulla serie, ma un po’ ci sono rimasta male per il raffazzonamento dell’identità di Gossip girl. Il resto, più o meno, lo posso accettare senza troppe storie, che tanto GG ci ha abituati a molto di peggio.
Penso che prossimamente passerò il mio tempo a pescare puntate a caso delle varie stagioni per vedere quante volte appare evidente che Dan Humphrey non può essere la famigerata blogger. Perché? Perché mi piace avere ragione.

A presto!
Serena

P.S.: forse non l’ho accennato all’inizio (o forse si), ma io ho smesso di seguire puntualmente GG a partire dalla 3° serie, quindi potrebbe essermi sfuggito qualche tassello fondamentale che rende improvvisamente chiarissimo il finale… In tal caso: fan di GG di tutto il mondo, smentitemi. Non attendo altro che i vostri commenti e le vostre impressioni. ;D

5 commenti:

  1. Assolutamente esilarantissimo, mentre leggevo ridevo così tanto che quasi non riuscivo a stare seduta!! XD Io ho appena iniziato a vedermi la quarta stagione e mi sto proprio accorgendo di quello che hai detto tu, che sta cambiando e ormai non è più come prima.. L'unico motivo per cui sto continuando a vederlo è che ormai sono curiosa vedere con i miei occhi come andrà a finire perché mi sono un pò affezionata ai personaggi ma stiamo scadendo semre di più nella più totale idiozia -.-" (Basti pensare a Serena che non mi è mai piaciuta..) Non so se reggerò! Comunque brava davvero, condivido ogni tua singola parola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti, è sempre bello ricevere degli apprezzamenti...^^
      Sono contenta di averti divertita e: sì, Gossip Girl ha preso una deriva verso il trash che fa scuola. Ma in fondo (in fondissimo) gli vogliamo bene...

      Elimina
  2. Ahahaha! Dan!? E già non ci credevo neanchio quando l'ho scoperto!!! La mia migliore amica impazzirà quando lo verrà a sapere! Continua a ripetermi che se è Dan lo ammazza, io intanto faccio l'indifferente anche se so che è lui! XD se glielo dico ucciderà prima a me e poi Dan! XD
    Bè di Gossip girl ho visto solo le prime 2 stagioni, poi mi sono fermata perché non mi attirava più tanto... forse ho fatto bene a mollarlo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credevo di essere una tua follower! Invece no! Mi aggiungo subito :)

      Elimina
    2. Ah Jaqueline...Benvenuta!
      La nefasta rivelazione di Dan Humphrey ha scioccato spettatori un po' in tutto il mondo XD
      Però devo ammettere che, per quanto trash e fuori da ogni umana concezione, GG è un piccolo guilty pleasure che una volta ogni tanto bisogna concedersi ^^

      Elimina