domenica 16 giugno 2013

Recensione film: "Breaking Dawn - Part II"


Bisogna dire le cose come stanno: mi sono avvicinata alla visione del film con tutto lo scetticismo immaginabile. Più che altro per tutto il tartassante e onnipresente indotto che ruota intorno a pellicola e attori. Sul fatto che Twilight sia diventato uno dei franchise più abusati e fastidiosi della storia, non ci sono dubbi, e io non ho mai nascosto la mia insofferenza a riguardo.
Ad un certo punto però mi sono ricordata la cosa fondamentale: è solo un film. E dato che non mi piace fare ‘quella contro’ per partito preso, ho deciso di armarmi della più salda sospensione dell’incredulità e mi sono messa a guardarlo.
Questa mia intima rivelazione, pur non trasformandomi magicamente in una fan della prima ora, mi ha aiutato ad arrivare alla fine dei 115 minuti con almeno una parvenza di neutralità.
E alla fine il film mi è anche abbastanza piaciuto.
Ok, probabilmente non quanto è piaciuto alle schiere di fan appassionate che ne attendevano l’uscita da mesi, ma in fin dei conti mi è piaciuto.
Onestamente: difetti c'erano, e belli grossi anche... perché ok la sospensione dell’incredulità, ma anche un minimo di oggettività …
 
Cominciamo subito dagli attori e leviamoci il pensiero.
So che esistono numerose e diverse filosofie di pensiero a riguardo, ma io appartengo alla categoria di spettatori che ignora per quanto possibile  Taylor Lautner e Kristen Stewart, e non sopporta Robert Pattinson.
E lo so che qui ognuno ha da dire la sua (sbizzarritevi nei commenti, ma per cortesia manteniamo un minimo di civiltà) ma questo è quanto. Trovo i fallimentari tentativi di recitare di Robert Pattinson più fastidiosi che lodevoli. Altro che inespressività, lui va oltre: la sua recitazione mi causa proprio del fastidio fisico. Ma nemmeno lui è riuscito a rovinarmi (troppo) la visione, anche perché (dopo ben 4 pellicole) non mi aspettavo più nulla su quel fronte.

Per quanto riguarda gli effetti speciali, sono rimasta un po’ stranita. Anche in questo caso devo ammettere che non sono mai stata una grande ammiratrice degli arrangiamenti digitali di tutta la saga... ma se mi sono limitata ad ignorare lo sbrilluccichio vampiresco (che è invece diventato uno degli effetti speciali più derisi a memoria d’uomo), ancora rido al solo pensiero di quegli scoiattoloni giganti che vorrebbero essere i lupi. Quando poi si sono messi a doppiarli nel quarto film, mi hanno regalato delle risate che non facevo da anni.
creepy....
In questo ultimo capitolo ovviamente gli effetti hanno fatto dei progressi, per quanto continui a trovarli poco entusiasmanti... ma trovo che ne abbiano decisamente abusato. Per esempio: qual è la necessità di digitalizzare la faccia di una bambina neonata? Non potevano usare il classico bambino in fasce addormentato, tanto più che compare in due scene? Ho trovato la baby-Renesmeè in fasce davvero, davvero inquietante. Brrr…
Invece i poteri erano tutto sommato resi decentemente.

Metto subito le mani avanti: non ho idea di quale fosse il grado di fedeltà della pellicola al libro (almeno nei dettagli) perché la lettura risale ad almeno a quattro anni fa.

La prima parte del film è passata senza causare troppi danni e senza imprimersi particolarmente nella memoria; mi sono fatta le mie due o tre risate sardoniche qui e là, ho seguito le scene che si susseguivano senza annoiarmi eccessivamente e di tanto in tanto mi sono anche ritrovata a sorridere senza malizia, per una volta.
Poi arriviamo alla parte più densa d’eventi e ci avviamo verso il finale.
E qui mi butto sull’esagerazione spinta. Posso dire che il finale mi è piaciuto? 
Una delle cose che ho sempre patito in questi film (oltre, ovviamente, alla recitazione diciamo 'approssimativa') era l'assenza di una storia vera e propria. Cioè, ci provano sempre alla fine dei vari capitoli (il cacciatore James, il ridicolo tentativo di suicidio, l'attacco dei neonati...) ma per il resto i film, nella prima metà, sono irrimediabilmente segnati di una totale assenza di spina dorsale.
Perché posso anche capire e apprezzare gli sviolinamenti sentimentali in un libro, ma nei film proprio non rendeva un accidente. 
Insomma, in questo caso a dire il vero mi sarei accontentata anche di una modifica nuda e cruda con combattimento, con buona pace della fedeltà letteraria, pur di far succedere qualcosa di sostanzioso. Ma così? Ottima idea.

gran casino finale
Bill Condon ha modificato il finale quel tanto che basta per rendere il tutto più interessante. Cambiato, ma nemmeno troppo… Dal punto di vista strettamente tecnico non ha cambiato un virgola di quello che doveva essere, ma allo stesso ha dato spazio ad un’interpretazione, che potrebbe anche non essere del tutto sbagliata considerando che i libri erano scritti dal punto di vista di Bella… Che poi, ok, in realtà le incongruenze ci sono, grosse e numerose,  perché Alice non doveva essere in grado di prevedere il futuro che includesse la presenza di Renesmèè, ecc… ma anche chissenefrega ai dettagli.
Probabilmente per i più sarà stata una scelta prevedibile quella di usare le visioni di Alice per inserire un combattimento laddove non c’era, ma io francamente non ci ho passato nemmeno cinque minuti a pensarci prima, e mi apparso evidente solo all’ultimo momento.
Quindi dopo una prima metà di film un po’ così così tendente al boring, la pellicola ha cominciato a riscattarsi fino a condurre agli ultimi venti minuti, che, da soli, sarebbero riusciti a riscattare un film anche ben peggiore. E via con teste mozze come piovesse, mai guardate con tanta soddisfazione come da parte della sottoscritta.
Che poi gli effetti speciali ero proprio ‘speciali’, e i vampiri effettuavano acrobazie dalle traiettorie inverosimili anche per delle creature mitologiche (che mi facevano venire in mente un po’ questo ->), 
ma in realtà io ho smesso di fare la schizzinosa nel momento esatto in cui sono comparsi i primi lupi in New Moon, quindi tutto il resto per me è lusso inaspettato.
Quindi, tenendo sempre presente anche tutti gli elementi che mi hanno fatto disprezzare alcuni dei film precedenti, ecc…: a conti fatti il film mi è piaciuto. Sort of.

Postilla finale:
All hail to Bill Condon.
Rileggendo la mia vecchia recensione di “Breaking Dawn – Part I” (che, non ricordo perché, non ho pubblicato sul blog) mi sono accorta che in realtà anche quello non mi era dispiaciuto…
Dunque, diamo a Cesare ciò che è di Cesare. Bill Condon è riuscito a farmi apprezzare più del previsto (e il previsto era 'niente') gli ultimi due film di una saga che davo per spacciata al terzo. E cavoli se mi aveva inorridita il terzo.



Buona visione,
Serena

6 commenti:

  1. No, non è dispiaciuto nemmeno a me :)

    RispondiElimina
  2. Ok, io sono di parte lo sai quanto amo Twilight e Robert Pattinson perciò passo... però la tua recensione mi ha fatto ridere tantissimo sopratutto quello scoiattolo, che animale è l'ultimo?? ahahahah per quanto riguarda Renesmee e i suoi effetti speciali, misericordia ha fatto impressione anche a me!! avrei prefrito una bimba leggermente diversa, ma almeno vera... si vede tale e quale che è fatta al pc O.o brrrr e per fare la pecora nera fino alla fine... Robert Pattinson nell'ultimo film era proprio bello! (La Stewart anche a me fa orrore come recita però lei passava il convento!!! e Lautner bah se c'era o non c'era a me è indifferente) E anche secondo me Bill Condon è stato quello migliore anche se i costumi e le canzoni mi sono piaciuto più quelle del primo film XD ahahahaha ok ora me ne torno nel mio angolino del delirio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, l'animale è un procione (il perché del volo non l'ho ancora capito, ma a quanto pare è un'acrobazia che piace XD).
      Per il resto, forse non condivido i tuoi gusti (non in questo campo, almeno) ma di certo non ti biasimo. Ognuna ha un punto debole che scatena il fan-girling più sfrenato; per quel che mi riguarda ho in mente due o tre nomi .... (tipo Stephen Amell. Cioé: chissenefrega se non sa recitare!)ma va beh.
      Cmq ormai la saga e finita, con tutto il bene o il male che le si poteva volere (che poi: il 70% dell'odio era causato alla pubblicità ossessiva che gravitava intorno al brand...).
      E grazie mille per i complimenti! ^^

      Elimina
    2. Su Stephen Amell ti quoto su tutta la linea, anche se restava muto andava bene *__*

      Elimina
  3. A parte tutto non è dispiaciuto nemmeno a me, la battaglia è la parte migliore ^^ La bambina mi faceva paura, non mi fa paura quella di The Ring ma questa proprio sì O.o
    In tutta la serie la parte che mi ha fatta piegare in due dal ridere (più delle altre) è stato il momento in cui Bella si spezza perché sta per partorire e poi beh, il parto è epico xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli! Me l'ero dimenticata!
      Vero, vero... non comica quanto i lupi doppiati, ma sulla buona strada XD

      Elimina