martedì 3 settembre 2013

Doctor Who: serie 5

Nuova settimana e nuovo appuntamento con i miei post televisivi, ultimamente particolarmente incentrati sul Dottore.
Ma non preoccupatevi, dopo questo farò una piccola pausa da Doctor Who e posterò qualcosa riguardo ad altri show... Così nel frattempo finisco di vedere la 6a e la 7a serie.


A quanto pare quando si tratta del Dottore divento una terribile banderuola al vento. Non ho fatto in tempo a metabolizzare la fine degli episodi di Tennant che ero tornata alla mia precedente preferenza per Smith. Sì, sono terribile.
Ma, a parte le inutili discussioni sulle varie preferenze personali (che tanto salteranno di nuovo fuori nel corso del post, non vi illudete), iniziamo invece a concentrarci sul questioni differenti, tipo l'avvento del nuovo produttore esecutivo: Steven Moffat.
La verità è che Moffat non ha nulla da invidiare all'eccelso RTD, e comincia subito alla grande con The Eleventh Hour.
Come si fa a non capire immediatamente che Matt Smith sarà un fantastico Dottore? Mah, ancora me lo chiedo.

E' inutile che provi a negarlo, ho un debole spudorato per la quinta stagione e per l'Undicesimo Dottore, e questo è quanto.
Dalek versione Power Ranger


Credo che una grande parte del mio apprezzamento sia legato alla direzione di Moffat.
Insomma "Doctor Who" è sempre "Doctor Who", ma c'è un qualcosa nella sua gestione della serie che mi va ancora più a genio delle precedenti. E già quelle mie erano piaciute un botto.

Close enough, Matt
Ovviamente c'è anche da considerare il fattore "first love", dal momento che ho cominciato a vedere lo show proprio alla 5a serie, quando ancora ero indecisa se cominciare a seguirlo o meno...
Limiterò le spontanee sviolinate sulla bravura dell'Undicesimo Dottore e mi concentrerò invece a lodare i due ottimi comprimari; due dei migliori companion di sempre: Amy Pond e Rory Williams.
Amy già funzionava benissimo da sola, ma l'arrivo di Rory ha dato quel tocco in più che completa perfettamente il team del Tardis... Il buon Rory che viene "quasi" abbandonato all'altare, bistrattato da Amy, muore un paio di volte, viene cancellato dall'esistenza, poi ricompare come Centurione Romano e infine aspetta 2000 anni fuori dalla Pandorica per tenere al sicuro Amy. E tutto questo comparendo solo in metà degli episodi.
Ma c'è una cosa che davvero ha fatto la differenza -almeno per me- tra tutte le serie precedenti e la quinta: la storyline di River Song.
Mi piace l'idea che sta alla base di tutta la storyline, mi piace Alex Kingston e mi piace tantissimo che Moffat abbia già pianificato le sue prossime 20 mosse con tanto anticipo e con tanta maestria.
Qualcuno si ricorda la gestione di Davies della quarta serie? Era stato fatto un discorso molto simile con le apparizioni sporadiche di Rose Tyler sin dalle prime puntate e le ripetute inquadrature della mano "sotto spirito" per preparare il Season finale.
Beh, mi sembra che Moffat abbia portato la gestione "lungimirante" della storia ad un livello ancora superiore: basti pensare che la prima apparizione di River Song risale addirittura alla stagione precedente (i meravigliosi Silence in the Library e Forest of the Dead), quando ancora Moffat era solo uno degli scrittori della serie, e che comunque il mistero non viene risolto insieme a tutti gli altri (la crepa nel muro, la Pandorica) nel doppio episodio finale, ma questa storia fa da collante anche con la serie successiva.

Hello, Stonehenge!
Parentesi: in questa quinta stagione ho amato tantissimo -a parte i grandiosi episodi finali The Pandorica Opens e The Big Bang- l'altro episodio doppio: Time of the Angels Flash and Stone. Ribadisco che ho visto questi episodi prima di poter vedere Blink (uno degli episodi della serie più amati in assoluto) e che quindi non avevo mai sentito parlare degli Angeli Piangenti.... Beh, da fifona patentata quale sono vi assicuro che ho avuto più di qualche difficoltà ad addormentarmi quella sera.

Bella, bella, bella stagione.

E ora sarebbe il momento di parlare della sesta serie.
L'idea iniziale non era di fare un post per serie, ma al momento sono rimasta un po' in dietro sulla tabella di marcia, quindi mi vedo costretta ad aggiungere una altro post alla lista etichettata "Doctor Who" (che sacrificione...) e rimandarne la pubblicazione a data da destinarsi.

C ya,
Serena






4 commenti:

  1. Aaaaaw, aspettavo con ansia questo post!
    Io sono circa a metà della sesta serie ormai: sto pensando di razionare le puntate, visto che mancherà ancora molto prima dell'inizio dell'ottava stagione!
    Ma torniamo al tuo post: il mio Doctor resterà sempre Ten, ma Eleven sa decisamente come farsi amare. Matt Smith mi piace tantissimo ed è davvero capace. Rory e Amy... lui è forse il miglior personaggio mai comparso in una serie tv (esagero, ma lo amo, non posso farci niente), lei è semplicemente fantastica.
    Moffat è un genio, e c'è poco da dire su questo. Ma credo che abbia un po' il complesso del Dio e tenda ad abusare un po' troppo della morte\resurrezione dei suoi personaggi. Su River è tutto un altro paio di maniche, ma ne riparleremo quando scoprirai chi è!
    Buona visione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ha! XD
      Ho notato che Rory ha riscosso un grande consenso tra i (o meglio "le") fan della serie... XD

      Elimina
  2. Che splendido post! ;) Doctor who è uno dei miei telefilm preferiti insieme a Supernatural e Skins!
    Non posso ancora credere che Smith se ne va! D: Anche se forse il mio preferito in assoluto è Tennant... che scelta difficile però! :P
    La quinta stagione credo sia una delle mie preferite! Li adoro anchio Amy e Rory!
    Ohh gli angeli piangenti! Fai conto che da quel giorno guardo sempre male tutte le statue che mi capitano davanti! XD
    Bel post, davvero! Aspetto con ansia la prossima puntata! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti ^^
      Sono in fase di preparazione del post successivo, ma non credo che tarderà ancora a lungo.
      Per il resto, sono fiduciosa per la scelta del nuovo Dottore: sono certa che Capaldi sarà grandioso!

      Elimina