mercoledì 9 ottobre 2013

Bentornato autunno

E' arrivato l'autunno e con lui il desiderio di rileggere un bel classico. Ma non uno qualunque, mi riferisco ad un titolo molto specifico.
Da accaniti lettori quali siete saprete anche voi di cosa parlo, no? Quando si sente la necessità psicologica di ri-aggrapparsi a qualcosa di rassicurante, che ci fa sentire bene e ristabilisce l'equilibrio con il resto del mondo...
Per me l'autunno significa solo una cosa: Jane Eyre
Quindi non importa quante recensioni abbia ancora da scrivere, quanti libri stiano prendendo polvere sul mio comodino o quante mail mi mandi la biblioteca per "ricordarmi gentilmente" che sono in ritardo con le riconsegne: questa lettura prenderà il sopravvento su tutti gli altri libri, almeno per qualche giorno.
E lo so che l'ho riletto solo lo scorso febbraio (quando ho finalmente acquistato la mia copia personale invece di ricorrere alla biblioteca), ma questo non fa nessuna differenza.
Mica c'è un tetto massimo per le riletture dei classici, no?



Serena

6 commenti:

  1. magnifico romanzo, un classico in perfetta sintonia con l'autunno (a dire vero con tutte le stagioni!). Buona ri-lettura :)

    RispondiElimina
  2. Anche a me l'autunno sa proprio di Jane Eyre! Lo rileggo spessissimo in questa stagione, specialmente quando il tempo è nuvoloso e inizia a far freddo.
    Durante i temporali veri e propri, invece, mi rifugio sotto le coperte con un bel tè e Cime Tempestose. Sarò pessima, lo so, ma è il momento migliore per leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macché pessima... il tuo ha l'aria di essere un piano estremamente allettante...se non fossi patologicamente allergica a Cime Tempestose. Mi sento sempre un po' in colpa a dirlo, ma quando vedo quel libro inizio a soffiare come i gatti.

      Elimina
  3. Quanto ti capisco! (e quanto amo questo libro!)

    I classici sono fatti apposta per essere letti, e soprattutto ri-letti. Una volta, due, tre... finché non diventano parte di noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente. E chi avrebbe mai immaginato che un libro che avevo accuratamente evitato per tutto il liceo sarebbe diventato uno dei miei prediletti?

      Elimina