mercoledì 2 ottobre 2013

Season Première 2013: New Girl 3

Oggi secondo appuntamento con le Season Première di questo autunno 2013 e si parla di:


In realtà ho cominciato a seguire questa serie l'anno scorso durante la trasmissione della seconda stagione e penso che approfitterò di questo post per fare un passo indietro e dare un'occhiata alle due serie precedenti.

Ormai New Girl è diventato uno degli show di punta del panorama comedy americano, ma la verità è che in sole tre stagioni ha già subito un'evoluzione sia di storia che di personaggi che molte serie non completano in molte più stagioni.
Ma partiamo dall'inizio.

Nonostante fosse una delle novità di punta della stagione televisiva 2011/2012 questa è stata una delle serie che ho snobbato alla grandissima. Perché? I motivi della mia discriminazione erano diversi: oltre alla mia solita mancanza di tempo (scusa che adduco innumerevoli volte, e quasi tutte a proposito), abbiamo: l’appartenenza al genere comedy (che, pur essendo un’amante delle sitcom, tendo sorprendentemente a sottovalutare), la comicità spesso esagerata tipicamente americana, e la trama.

La protagonista della serie è Jess, una ragazza che dopo l'improvvisa rottura con il fidanzato si trasferisce in un loft abitato da tre ragazzi conosciuti via internet. Ovviamente tutte le prevedibili difficoltà legate alla convivenza con coinquilini di sesso opposto verranno amplificate dalle strane abitudini e atteggiamenti sia di Jess che dei tre strampalati nuovi amici.

Insomma, non che fosse terrificante, ma non mi sembrava nemmeno eccessivamente interessante.
Ma torniamo al punto ‘gag’. Quando ho visto il primo sneak peek del Pilot mi sono subito fatta un’idea precisa (e parzialmente sbagliata). Per chi lo ha visto : già al balletto-spoglierello con la pianta (ovvero, i primi 50 secondi) mi stavo già arrendendo al facepalm più clamoroso. Certe cose proprio non ce la faccio, non le digerisco. Trovo che ci sia un limite a quanto una persona riesca a rendersi ridicola in una manciata di secondi, e Jess e i suoi compari sforano quel limite alla grandissima.
Quindi per mesi non mi sono mai nemmeno sognata di ripescarla dalla lista delle scartate, nonostante tutte le critiche positive.
Un giorno però Mtv e la mia pigrizia hanno compiuto il miracolo: sono rimasta seduta a guardarne un intero episodio, e mi sono divertita.
Ok, certe scenette erano ancora troppo per il mio senso del pudore, ma nell’insieme la puntata era a tratti carina, a tratti estremamente imbarazzante, ma soprattutto divertente.
Il caso vuole che mi sia anche ritrovata di fronte ad uno di quegli episodi centrali, in cui succede qualcosa di significativo per l’intera serie, e questo ha aiutato una neofita come me a capire anche più o meno quale fosse il senso di tutta la serie oltre alle battute e alle sconcertanti scenette.
Superato il primo scoglio e l’imbarazzo empatico per l’idiozia dei protagonisti, è stato tutto in discesa: ho ricominciato a guardare la serie dai primi episodi, e ora l’ho inserita tra le mie regular.
Se all’inizio l’uragano di follia Jess sembra destinato a travolgere i maschietti del loft, con il passare degli episodi anche gli altri personaggi iniziano ad assumere una personalità definita e a dare il loro sostanziale contributo in follia allo show. In un certo senso l’imbranataggine, l’ingenuità e l’inadeguatezza di Jess vengono controbilanciate e attenuate dalle numerose stranezze dei suoi coinquilini: l’assurdo e assolutamente hilarious Schmidt, il cinico Nick, e Winston, che ho fatto un po' fatica ad inquadrare e non saprei definire se non con il termine 'folle'.
Uno dei punti forti della serie è l’affetto che si prova per i personaggi e i loro difetti, perché alla fine non puoi non affezionarti ai protagonisti, per scemi che siano. Anzi, è proprio il loro essere sempre completamente e assolutamente sopra le righe a rendere tutto irresistibilmente divertente.
Ovviamente c’è anche la storyline romantica, ciliegina sulla torta per tutte noi fanciulle, che gli sceneggiatori hanno cautamente tenuto sottotono e semi-nascosta nel corso della prima stagione, e che acquista invece sempre più importanza nella seconda.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti: battutacce scorrette dei ragazzi, gag demenziali, occhi dolci a più riprese e un ottimo equilibrio tra le stravaganze dei protagonisti.
Altro punto a favore è l’assenza delle tanto temute risate di sottofondo. Finalmente mi sento autorizzata a ridere quando e quanto più mi aggrada, il che, soprattutto quando si guarda una serie in lingua originale, non è affatto da sottovalutare. E quindi eccomi ridere come un’idiota fino alle lacrime su battutine insulse o gag surreali (la panic moonwalk di Nick, praticamente tutti i flashback di Schmidt grasso,…)  

Focus sulla season première: 3x01 - All in



Se alla fine della seconda stagione sembrava che fossimo arrivato ad un punto di svolta nella relazione tra Nick e Jess, con questo primo episodio ci troviamo tra le mani un grosso specchietto per le allodole. 
Perché gli sceneggiatori hanno deciso di rimandare le annose "questioni" inevitabilmente legate alla convivenza della coppia con Schmidt e Winston facendo partire Jess e Nick per un viaggio improvvisato in Messico proprio per sfuggire al problema. Hanno quindi inizio i primi 4 giorni di relazione tra Paradise-Nick e Paradise-Jess in cui i due si rifiutano di prendere sul serio la questione e vivono alla giornata senza preoccuparsi delle conseguenze. Inutile dire che Nick si caccerà nei guai, vero?
Nel frattempo Schmidt e Windston si ritrovano a dover risolvere i problemi amorosi di Schmidt e l'ossessione di Windston per i puzzle in maniera autonoma, senza contare sull'aiuto di Nick che, paradossalmente, di solito è il loro punto di riferimento. 

L'episodio è senz'altro divertente e ricco di quelle situazioni paradossali che sono lo standard del mondo di New Girl, ma la puntata non si rivela essere risolutiva ai fini della storia, se non nella sua parte finale.
Riusciranno Nick e Jess a portare avanti una relazione più o meno normale, o naufragheranno a breve (come un po' tutti temiamo e ci aspettiamo facciano)?

Per il momento ho solo visto il primo episodio, ma mi riservo commenti ulteriori in un punto più avanzato della stagione.

A presto ;D
Serena

3 commenti:

  1. Questa serie mi piace! Non è niente di particolare ma è leggera e divertente e ci sono momenti in cui casca proprio a fagiolo!!

    RispondiElimina
  2. Io questa serie l'ho adorata! L'ho scoperta per puro caso ma mi sono guardata le due stagioni quasi di fila! Non vedo l'ora di vedere la terza stagione ;)

    RispondiElimina
  3. Questa è una di quelle serie che devo assolutamente iniziare!
    Adoro Zooey Deschanel, e Jess sembra davvero una bomba ad orologeria!
    Ti farò sapere ;)

    RispondiElimina