domenica 15 dicembre 2013

Recensione film: "La ragazza di fuoco"

Ragazziiiiiiiiiii!
Tutti ne parlano e -a giudicare dagli incassi- sembra che tutti lo abbiano visto. Parlo de "La ragazza di fuco", adattamento del secondo libro della serie Hunger Games e... beh, l'ho visto anche io!
Ovviamente era un po' che volevo andare a vedere questo film, ma non mi sarei mai aspettata che mi piacesse tanto!
Quindi ora basta con le inutili righe di introduzione e veniamo al dunque.


Un commento su questo film? Bello, bello, bello.
Ok, forse non è il più preciso e dettagliato dei miei commenti, ma esprime perfettamente i miei sentimenti verso il film.
"La ragazza di fuoco" il libro in realtà era quello che nella trilogia mi aveva coinvolta di meno. Non ero tanto riuscita a farmi prendere dalla parte iniziale del ritorno di Katniss al distretto 12 e del suo tentativo di riadattarsi alla vita normale... ma devi dire che nel film tutta questa parte è resa in maniera ideale. E' chiara, a tratti molto intensa e quasi angosciante (la vera angoscia la lasciamo per il terzo...), ma mai eccessivamente trascinata o noiosa. Ho letto il libro un po' di tempo fa e non lo ricordo nel dettaglio, ma nel guardare il film non ho sentito la mancanza di nulla.
Ovviamente, come già nel libro, l'atmosfera cambia drasticamente all'annuncio dei 75° Hunger Games e i sentimenti di rabbia e desiderio di rivalsa tornano ad affacciarsi sopra la paura e al senso di oppressione.
Ancora una volta i giochi e l'arena sono resi in maniera vivida e chiarissima (la storia dell'arena ad orologio è ben spiegata e non viene pasticciata come temevo); li ho trovati coinvolgenti, adrenalinici, nonostante sapessi esattamente quello che sarebbe successo (e, lo ammetto, ho fatto un salto sulla poltrona quando il primo babbuino ha ruggito contro Peeta).
Gli attori, poi, sono stati tutti grandiosi, anche quelli su cui avevo qualche dubbio come Sam Claflin/Finnick e Jena Malone/Johanna. Bravissimi Woody Harrelson/Haymitch e Josh Hutcherson/Peeta. Bellissima e straordinariamente brava Jennifer Lawrence, che ad ogni film mi piace sempre di più.

Potenziale spoiler?
Forse sarà una notazione da nulla, ma ho trovato le interazioni tra Snow e la nipotina particolarmente efficaci per dare la misura dell'umore popolare e, soprattutto, delle reazioni di Snow. Un tocco di classe.
Fine potenziale spoiler

Parentesi Peeta: trovo che il premuroso e riflessivo Peeta sia uno dei miei protagonisti maschili (di libri)  preferiti degli ultimi anni, ma per quanto "saggio" e padrone della situazione possa essere quando si tratta di giocare a scacchi con Capitol City, appena entra nell'arena si dimostra pressoché inutile. Non fraintendetemi, lo adoro e penso che questa sua caratteristica sia molto realistica (così come lo sono le opposte caratteristiche di Katmiss), ma quel ragazzo ha una sfiga quasi da manuale.
Unico personaggio a lasciarmi ancor più indifferente che tiepida è Gale: pathos, sentimento e tensione pari a 0,003. Ma già nel libro non mi piaceva un granché, quindi...

spoiler
Ho lasciato come ultimo paragrafo appositamente per parlare dell'ultimissima scena.
Mi è piaciuto tantissimo il primissimo piano del viso di Katniss che muta lentamente la sua espressione da dolorosa disperazione a ira implacabile.
Probabilmente ha un significato più allegorico che che reale (dato che per la prima metà del terzo libro Katniss è piuttosto inerme...), ma sono bastati quei pochi frame per farmi venire la pelle d'oca e una terribile voglia di vedere il seguito. 
fine spoiler

Gran film. Dovete vederlo. 
Più che consigliato è obbligatorio.




Serena

2 commenti:

  1. Film stupendo, e ti condivido in pieno: bisogna assolutamente vederlo! *___* E' praticamente un imperativo morale, hi hi hi! :D Concordo con te su Peeta: bel personaggio, mi è sempre piaciuto molto, ma... vero è che, quando si tratta dell'arena, è sempre pronto a fare la figura del donzelletto in pericolo... è quasi imbarazzante ahaha! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... adesso non vedo l'ora di vedere come renderanno le torture del 3° libro... ma mi sento molto fiduciosa =D

      Elimina