domenica 8 dicembre 2013

Recensione film: "Thor - The Dark World"

Buongiorno a tutti,
oggi -anche se con un po' di ritardo- ho intenzione di condividere con voi le mie impressioni su Thor - The Dark World, secondo film incentrato sul possente dio del tuono e seconda pellicola della famigerata fase 2 Marvel.



Già dal trailer ci veniva promesso un film decisamente più serio e grandioso del precedente (Thor, 2011). 
A scanso di equivoci: il primo mi era piaciuto. Nonostante il mio gradimento, però, bisogna ammettere che erano facilmente individuabili diversi punti deboli : svolte nella trama quasi pretestuose (Loki era già riuscito ad ingannare Thor nel rimanere in esilio auto-imposto, perché agitare le acque con il Distruttore?), la sovrabbondanza di scenette comic-relief, la concentrazione dell'azione negli ultimi 15 minuti di film, la parte romance super-accelerata... Insomma, ben lontano dalla perfezione.
Questo secondo capitolo invece convince anche laddove il primo aveva zoppicato: azione, "intreccio" e coinvolgimento dello spettatore.
Il film guadagna enormemente dalla scelta di mantenersi su un tono più serioso, nonostante -con mio sommo divertimento- siano stati inseriti anche in questo caso dei siparietti più leggeri (e sorpresine/cammeo!), sulla falsa-riga del primo.
Dai, potete dire quello che volete, ma vedere Loki e Thor che battibeccano come Sandra e Raimondo non ha prezzo. 

Già che ci sono, apro la parentesi Loki e poi non se ne parla più. Bando alla ciance: YOU GOTTA LOVE LOKI.

E' un cattivo versatile e brillante anche se sembra che ne parli come di un spray per lucidare le superfici, per non dire machiavellico. Ogni sua scena era un piacere per lo spettatore, dalla prima all'ultima.

Ma il cattivissimo cattivo principale questa volta è il Nono Dottore Malekith (Christopher Eccleston), un elfo oscuro, nonché perfetta incarnazione del cattivo classico : vuole distruggere l'universo, e tanti saluti.
L'obiettivo di Malekith è recuperare l'Aether e utilizzare il suo immenso potere per annientare l'universo e far tornare L'Oscurità Assoluta.

In questa pellicola è possibile osservare un netto miglioramento del ritmo del racconto, che non risulta più essere così elementare e circoscritto, ma decisamente più articolato, seppur sempre lineare e perfettamente comprensibile. 
Il compartimento azione, in particolare, eccelle nella parte finale con quell'intenso combattimento e i continui salti dimensionali. 
E : sì, anche questa volta il lady-fan-service viene portato a compimento con una apprezzabilissima scena a torso nudo di Thor, piazzata nel film senza nessun valido motivo (a parte l'ovvio).

 
 

Insomma, questo film fa molti passi in avanti sia come qualità (il racconto più articolato e intrigante) che come quantità (scene d'azione più spettacolari e numerose), pur mantenendo quello spirito goliardico che strappa un sorriso anche nei momenti più inaspettati.

Angolo acidità - Mettiamo le cose in chiaro: pure io, in tutto il mio entusiasmo, mi sono accorta di alcuni punti un po' cavillosi (tipo la premessa: con quasi 7 miliardi di persone sulla Terra, proprio Jane Foster doveva trovare per errore l'"introvabile" Aether?!), ma nulla che una sana dose di necessaria sospensione dell'incredulità super-eroistica non possa farci superare. =P 




Serena

6 commenti:

  1. Bella recensione,sono perfettamente d'accordo sul fatto che rispetto al primo film sono stati fatti molti passi avanti...
    Oh Loki *.* le sue scene sono le migliori!Come si fa a non amarlo!? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero vero! ^^ Sono rimasta davvero molto soddisfatta dal film, e da Loki in particolare ;P

      Elimina
  2. DOCTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOR! DOOOOOCTOOOOOOOR!
    Ok. Ci sono. Davvero, la smetto.
    A parte questo, concordo praticamente su ogni singola parola che hai scritto (soprattutto sulla parte di Loki. Fantastico).
    Solo che... non riesco proprio a sopportare Jane Foster. Sarà che sono in un periodo acido, ma ogni sospiro o sguardo languido mi provocava una serie allucinante di tic nervosi.
    Quindi, sono quasi crepata dal ridere al "Oh cielo. E' morta?".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto vero, ho riso un sacco anche io. Sì, Jane Foster non è la migliore "morosa di supereroe" (che a quanto pare dovrebbe essere una carriera riconosciuta, dato i rischi che si corrono...), anche se di solito mi piace Natalie Portman.
      Loki è senz'altro quello che ho apprezzato di più, e credimi: prima non ero una sua fan particolarmente accanita (ma potrei esser stata un pochino contagiata da due blogger con il nick name che comincia in M, a caso... XP)

      Elimina
  3. Ho visto il primo film, tralasciando alcuni punti deboli, mi è piaciuto! il secondo non sono ancora riuscita a vederlo, ma spero di farlo al più presto!! Spero che non mi deluda!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me il secondo è migliorato moltissimo... almeno per i miei gusti!

      Elimina