domenica 29 dicembre 2013

Top&Flop Five Telefilm 2013

Buongiorno a tutti,
oggi iniziamo la volata verso la fine dell'anno riassumendo il meglio e il peggio di ogni ambito toccato dal blog.


In questo primo "episodio" trattiamo -appunto- di telefilm, proprio quelle serie che di tanto in tanto prendono il sopravvento nel blog oscurando tutti gli altri argomenti.
I criteri di giudizio son sempre gli stessi : i miei gusti molto personali, il coefficiente trepidazione/soddisfazione dei vari episodi, la capacità di commuovere (anche nota come "stima dei fazzoletti utilizzati") e, last but not least, tanta parzialità da parte mia.

Cominciamo con la
TOP FIVE SERIES



#1 : Doctor Who


In caso qualcuno non avesse notato la "monotematicità" del blog negli ultimi mesi.
Scoperta nel corso di glorioso 2013, è riuscita a coinvolgermi, divertirmi e stupirmi come nessun altra, facendomi anche versare qualcosa come il mio peso corporeo in lacrime. E ve lo dico a region veduta perché son reduce dallo Speciale Natalizio (recensione in arrivo a breve). Pressoché perfetta.
Etichetta: DoctorWho

#2 : Fringe


Ha occupato solo un paio di mesi del 2013 ma ha lasciato dietro di sé un segno incancellabile. Piangevo anche prima dell'avvento di DW? Oh...sì che lo facevo. E spesso per Fringe. La serie finale si è conclusa da molto tempo ma ancora mi emoziono pensando all'Episodio Conclusivo. E tanto amore per John Noble.

#3 : Arrow


Dopo il Season Finale di maggio, Oliver Queen è tornato nel palinsesto CW quest'autunno con storyline ancora più assurde e tamarre di prima, ma la sua presa sulla mia umile personcina non è stata scalfita dall'attesa estiva. Così come i suoi addominali.

#4 : Castle


C'è qualcosa di rassicurante, divertente e meraviglioso in questa serie che la fa rimanere tra le mie preferite. Ora che i due protagonisti sono insieme molta della tensione iniziale è andata smarrita, ma continuo a guardarlo con immenso piacere. E poi, ammettiamolo, quest'anno c'erano dei concorrenti accanitissimi per il podio.

#5: The Carrie Diaries


A sorpresa anche per me, The Carrie Diaries si conquista la quinta posizione della classifica. Ci sono tante altre serie davvero meritevoli, ma la dolcezza e la simpatia di Anna Sophia Robb si son fatte strada fino a superare le altre serie contendenti. Altro fattore decisivo: si stanno giocando molto bene la nuova serie (rispetto alla prima), e questo non era scontato.



E ora veniamo alla
FLOP FIVE SERIES



#1 : Once Upon a Time in Wonderland


Per la prima posizione non ho dubbi : la bruttezza, l'insulsaggine, la noiosità e la cagnaggine recitativa dimostrate nei primi tre episodi mi hanno spinta a non sprecare nemmeno un minuto in più della mia esistenza nella visione. Abbandonato senza rimorsi.

#2 : Betrayal


Anche qui noia e insulsaggine la fanno da padrone. Non so se è venuta peggio la parte torrido-sentimentale o la parte thriller. E considerando che dovrebbero essere i cardini della serie...

#3: The Tomorrow People 


Questo non è il primo telefilm che decreto esser noioso in questa stagione televisiva...e nemmeno in questo post. Ma, mentre di altri mi interessa almeno marginalmente il "fine", di questo non mi potrebbe interessare di meno. Me ne sono resa conto durante queste vacanze invernali : guardare le puntate era ormai una perdita di tempo senza contraltari. Quindi bye bye piccolo Amell.

#4 : Vacante.

Posizione dedicata a tutte le nuove serie di quest'anno (soprattutto le sit com) tanto soporifere da non spingermi nemmeno a scriverne un post di scherno sul blog.

#5 : Revenge.


Mi piange un po' il cuore, ma ormai ho perso molto dell'originale interesse nella serie. Avevo la speranza che nella terza serie sarebbero riusciti a riscattarsi da certe trovate scadenti della seconda (per la quale, paradossalmente, nutrivo un notevole entusiasmo... almeno all'inizio) ma al momento ho dovuto fermarne la visione per eccesso -anche qui- di noia. Non bella, né brutta a sufficienza da fare il giro e diventare epica, Revenge mi ha proprio delusa quest'anno. Chissà che non recuperi con il 2014?


A domani con la Top&Flop Five dei Libri!
Serena

2 commenti:

  1. Once upon a time in Wonderland è di una bruttezza rara. La regina di cuori ha quelle labbra a ranocchia che mi disturbano dal riuscire a concentrarmi su altro. E poi troppo pasticciato, troppe cretinate. Dialoghi idioti, scenografie che, veramente, riuscivo meglio io con il pongo... Tremendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo. Brutto, brutto, davvero ignobile -_-

      Elimina