venerdì 24 gennaio 2014

E-Book Time (Recensione): "Amici di letto" di Gina L. Maxwell




TITOLO: Amici di letto
AUTORE: Gina L. Maxwell
EDITORE: Fabbri
PREZZO: € 12.90

TRAMA:
Dopo un matrimonio fallito, Lucie è determinata a evitare relazioni passionali per mettersi alla ricerca dell'uomo giusto: bello, in carriera, desideroso di farsi una famiglia e caratterialmente compatibile. Stephen, il brillante medico con cui lavora, sarebbe il candidato ideale, se non fosse che non la degna nemmeno di uno sguardo. La soluzione arriva insieme a Reid, il migliore amico del fratello di Lucie, nonché sua cotta adolescenziale: Reid ha bisogno di fermarsi in città per un breve periodo e in cambio di un posto letto sul divano di Lucie è disposto a dispensarle consigli su come conquistare il dottore. A Lucie, perennemente insicura e abituata a nascondersi dentro maglioni sformati, serve prima di tutto un po' di consapevolezza del proprio fascino. In pochi giorni, però, le "lezioni di seduzione" si trasformano in giochi erotici sempre più spinti e coinvolgenti. E quando c'è feeling tra le lenzuola, è difficile fermarsi... Ma quello che c'è tra Lucie e Reid è solo intesa fisica o qualcosa di più?

RECENSIONE:

Vorrei potervi dire che sono un'intellettuale purista che non si abbasserebbe mai a leggere certi "libri ricreativi"... ma non è assolutamente vero. Non solo ho letto questo libro di mia spontanea e felice volontà, ma mi sono pure divertita.
cover originale
Avevo questo e-book che stazionava da un po' nel tablet e finalmente l'altro giorno mi sono fatta prendere dal desiderio di qualcosa di leggerissimo e l'ho iniziato.
Beh, l'ho divorato in circa 3 ora, rimanendo sveglia fino alle 2 per terminarlo.

La storia è esattamente quella della trama qui sopra riportata, lo svolgimento è esattamente quello che vi immaginate e anche la fine è decisamente prevedibile, ma tutto ciò è ininfluente. O quasi (vedi dopo).
"Amici di letto" scorre che è una meraviglia, ti distrae da lughi comuni e banalità della trama con una perenne e palpabile attrazione e tensione tra i protagonisti, e con un'atmosfera generale che rende inclini ad accettare di buon grado la gran parte dei difettucci.
C'è da dire che le scene di sesso sono assolutamente esplicite; la signora Maxwell non ha lasciato nulla all'immaginazione... Non lo dico come critica, ma come avvertimento: leggere questo romanzo non è come leggere "I love shopping" o "Ti prego lasciati odiare", siatene consapevoli.

volume successivo
Ma per quanto positiva possa essere l'impressione generale che mi ha lasciato il libro, ci sono comunque un paio di cose che non mi hanno convinta. 
Numero 1: il protagonista maschile, Reid. Non dico che fosse un personaggio assolutamente inverosimile, ma era il classico personaggio maschile chiaramente partorito da una mente femminile. Insomma, si sente l'impronta della signora Maxwell quando la storia è raccontata dal punto di vista di Reid, e non poco.
*spoiler*
Secondo è più marcato difetto: il finale. Ci sono un paio di termini in inglese che sarebbero perfetti per capitoli come questo: cheesy, corny... La scena conclusiva con il gala dei medici, l'asta degli appuntamenti e la dichiarazione d'amore era un pugno in un occhio all'interno del libro. Una scena con un coefficiente zuccherino tale da ammazzare un cavallo. Non solo scontata ma anche un po' pacchiana. Sembrava uno di quei finali esagerati e melensi da commedia americana con Katherine Heigl.
O forse sono io ad essere diventata un'acida insopportabile... ma onestamente penso che l'autrice avrebbe potuto ideare qualcosa, se non meno banale, almeno un po' meno melenso.
*fine spoiler*

Ma nonostante tutto, questo libro funziona e riesce a trascinare completamente il lettore nella sua storia a suon di scene piccanti.
Se avete voglia di una lettura leggera e piccantina è consigliato ;D



Serena

4 commenti:

  1. Non è il mio genere, ma son contenta che ci siano ancora libri di puro intrattenimento con un minimo di qualità :D
    Mi piacciono gli autori che riescono a scrivere cose leggere senza per questo scriver euna schifezza :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attualmente per me questo è il genere ideale: semplice, leggero, intrattiene e si legge in un nonnulla :D

      Elimina
  2. oddio mi hai appena ricordato che devo ancora recensirlo xD
    io l'ho letto l'estate scorsa e mi è piaciuto :D
    a dire il vero, essendo classificato tra gli erotici, ero convinta che fosse una specie di 50 sfumature..invece poi mi ha sorpreso!
    Davvero una lettura carina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti ho apprezzato che le scene di sesso, pur essendo esplicite, non fossero troppo esagerate. Credo che il prossimo mese darò un occasione anche al secondo ^^

      Elimina