giovedì 17 aprile 2014

Recensione film: "Divergent"

Buongiorno a tutti!
Lo scorso week-end ho arruolato un'amica fidata, mi sono armata di popcorn in confezione famiglia e sono andata a vedere Divergent con la profonda convinzione che ne avrei fatto polpette.
Mai donna fu così nel torto.



Oh... questo film.
Prima di andare al cinema al massimo prevedevo che avrei visto qualcosa di "decente", ma di certo non mi sarei mai aspettata che mi piacesse sul serio.

Per prima cosa trovo che Shailene Woodley si sia calata egregiamente nella parte. Già nelle prime scene del film appare un po' più tosta di quanto non fosse Tris all'inizio del libro, ma è una scelta che capisco: nel film non c'è molto tempo per indugiare sulla crescita emotiva di Tris, quindi le cose devono essere chiare e trattate in maniera efficiente sin da subito. Un cosa però appare subito benissimo: Tris è fuori posto negli Abneganti e sta faticando per reprimere il proprio io, ma non resisterà ancora a lungo... E, ad ogni modo, la trasformazione da ragazzina a combattente c'è e si vede.
E Quattro? Theo James mi ha genuinamente stupita riuscendo a tirare fuori dal cilindro almeno 2 espressioni e mezzo (esatto, non vado pazza per il signor James...) ma, partendo dal presupposto che non gli sono particolarmente affezionata nemmeno come personaggio, posso dire che il casting di Theo James mi abbia lasciata piuttosto indifferente. 
Ma ora veniamo alle parti davvero interessanti.
L'ambientazione era fantastica, gli attori si calavano bene nella parte e il ritmo della sceneggiatura era eccellente, senza tempi morti o punti troppo frettolosi. In generale come "adattamento" mi pare piuttosto notevole; ovviamente alcuni dettagli sono stati accorciati o modificati, ma erano poche cose e "sacrificabili". A dire il vero, penso che alcune delle cose che sono state cambiate siano state cambiate in meglio. Almeno per quanto riguarda la resa nel film.

*inizio spoiler*
Innanzitutto trovo che tutta la questione delle simulazioni sia stata gestita molto bene, e che fosse anche piuttosto chiara nel film, anche se forse un po' diversa dal libro : in questo caso Tris non si limita a scoprire che la propria Divergenza le consente di manipolare le simulazioni, ma deve anche imparare a controllare attivamente le proprie capacità allenandosi a pensare -almeno apparentemente- come un'Intrepida.
Inoltre nel film non viene data molta rilevanza al ruolo di Peter, perché la sua cattiveria non viene mai portata oltre alla "generica stronzaggine" quindi non arriviamo mai ad odiarlo veramente (per esempio non vediamo che è stato lui a cercare di uccidere Tris...). Può darsi che se lo tengano per il secondo film?
Un'altra modifica che mi è piaciuto molto è il finale
Lo so, lo so, è strano... eppure trovo che l'arrangiamento di Neil Burger sia molto sensato e dal ritmo più incalzante. D'altronde mi pare piuttosto logico che siano gli Eruditi a controllare la simulazione anziché Quattro lasciato a se stesso, no? 
E poi volete mettere l'adrenalina nelle scene d'azione o la soddisfazione quando Tris pianta il coltello nella mano di Jeanine?! O quando usa la propria Divergenza (che, ricordiamocelo, la porta ad essere in parte anche Erudita) per fregarla?!
*fine spoiler*

Ormai lo avrete capito, questo film mi ha davvero coinvolta. Nelle scene d'azione il mio battito cardiaco accelerava e io seguivo l'azione con il cuore in gola, nonostante sapessi esattamente cosa sarebbe successo. In generale poi ci sono stati due o tre momenti di "riscatto" di Tris in cui veramente provavi un moto d'orgoglio per interposta persona. Fantastico.

Insomma, coinvolgente, adrenalinico e piuttosto fedele, questo è un ottimo adattamento del libro di Veronica Roth, nonché un ottimo film d'intrattenimento. 




Serena

8 commenti:

  1. Mi dispiace che Four non ti abbia convinto ma per il resto concordo, mi è incredibilmente piaciuto come adattamento! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dispiacerti, sono di gusti molto difficili... XP
      Cmq sì, gran bell'adattamento. Sono contenta che l'abbiano azzeccato ;D

      Elimina
  2. Sono pienamente d'accordo, adattamento fedele e creativo senza troppe modifiche, ritmo incalzante, anche se personalmente ho trovato tutto un po veloce, ma credo che sia ovvio dato che che gli adattamenti cinematografici sono sempre più veloci e meno descrittivi rispetto al libro. In totale mi trovo in pieno con quello che hai detto tu, soprattutto riguardo Tris, l'attrice l'ho trovata convincente al punto giusto^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande ;D Adesso sto leggendo Insurgent ed inizio ad avere le crisi mistiche....non ho idea di come lo adatteranno, ma spero che riescano a valorizzarlo, perché fin dove sono arrivata non c'era molto con cui lavorare... -_-

      Elimina
  3. Risposte
    1. Sì, ho letto la tua recensione. Davvero bellissima :D

      Elimina
  4. Dici che può piacere anche a chi non ha apprezzato il libro? Per dire, i film di Hunger Games mi piacciono moltissimo, dove i libri mi hanno lasciata per lo più indifferente :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mhh... forse sì, perché no. In fin dei conti il film è molto più "asciutto" di quanto non fosse il libro (per ovvi motivi) e scorre con un ottimo ritmo. Certo, non siamo ai livelli di Hunger Games... ma secondo me puoi provare a dargli un'occasione (nel peggiore dei casi ne verrà fuori una di quelle tue recensioni al vetriolo che adoro XP)

      Elimina