giovedì 8 maggio 2014

E-book Time (Recensione): "White hot kiss" di Jennifer L. Armentrout

TITOLO: White hot kiss
AUTORE: Jennifer L. Armentrout
EDITORE: Harlequin Teen
PREZZO: € 2.99

TRAMA:

Seventeen-year-old Layla just wants to be normal. But with a kiss that kills anything with a soul, she's anything but normal. Half demon, half gargoyle, Layla has abilities no one else possesses. 
Raised among the Wardens—a race of gargoyles tasked with hunting demons and keeping humanity safe—Layla tries to fit in, but that means hiding her own dark side from those she loves the most. Especially Zayne, the swoon-worthy, incredibly gorgeous and completely off-limits Warden she's crushed on since forever. 
Then she meets Roth—a tattooed, sinfully hot demon who claims to know all her secrets. Layla knows she should stay away, but she's not sure she wants to—especially when that whole no-kissing thing isn't an issue, considering Roth has no soul. 
But when Layla discovers she's the reason for the violent demon uprising, trusting Roth could not only ruin her chances with Zayne…it could brand her a traitor to her family. Worse yet, it could become a one-way ticket to the end of the world.


RECENSIONE:

Già dopo aver letto le prime due righe della trama di questo libro sapevo che prima o poi avrei dovuto leggerlo. Più prima che poi.
L'aspetto negativo però -del quale devo tener conto- è che comunque ho cominciato la lettura con dei notevoli pregiudizi, attirata più dall'idea di leggere un libro "assurdo" piuttosto che un libro "bello".
Però dovete ammettere che dopo aver letto "mezza demone, mezza gargoyle" avete avuto tutti la stessa idea...e alzi la mano chi non ha pensato a questo --->
(a meno che non abbiate meno di 20 anni, in tal caso siete giustificati)

La protagonista è Layla, un'adolescente nata dall'unione "sacrilega" tra un Warden (gargoyle) e un demone, adottata da un clan di Warden e con lo spiacevole potere di risucchiare l'anima attraverso un bacio.

Prima di addentrarmi nello specifico, vorrei sottolineare che nella realtà in cui è ambientato il romanzo l'esistenza dei Warden è di dominio pubblico, mentre quella dei demoni è tenuta rigorosamente nascosta.
E qui sono subito spuntate le mie prime domande, del tipo: perché? Perché questi famigerati Warden sono usciti allo scoperto, senza nessun nemico "noto" che ne giustificasse l'esistenza? Non potevano continuare il loro mestiere di nascosto come avevano già fatto per millenni?
E soprattutto: autrice, sei sicura di volermi già far pensare che i demoni siano più in gamba di questi Warden, dato che riescono a fare tutta la loro roba demoniaca senza farsi beccare da nessuno?

Detto ciò, torniamo a Lyla. La nostra protagonista ha da sempre una cotta per il fratellastro adottivo Zayne, che però la tratta come una ragazzina... o almeno, lo crede lei, perché affetta dalla famigerata "miopia da protagonista di YA inconsapevole di se stessa". Anche se comunque non potrebbero nemmeno stare insieme, perché c'è sempre la questione dei suoi poteri letali, non dimentichiamocelo.
Come se non bastasse, Lyla è anche un'esclusa a scuola, a causa della sua "parentela" con i Warden, e frequenta sempre e solo i due soliti amici.
Parentesi : le personalità dei due amici sono a malapena abbozzate, però provo una simpatia istintiva per Sam, per il semplice motivo che mi riconosco nel suo vomitare aneddoti senza senso nei momenti meno opportuni (e, per la cronaca, la noci brasiliane sono molto più radioattive delle banane. Just saying.)
Un bel giorno Lyla fa la conoscenza del demone Roth, che non si capisce bene perché la protegga invece che spezzarle il collo, e che pensa bene di iscriversi nel suo stesso liceo.
Pur sentendosi combattuta per circa 30 secondi Layla decide di non denunciare la presenza del demone ai Warden perché ha gli addominali scolpiti perché Roth non pare una minaccia imminente e per di più le promette di svelarle l'identità dei suoi genitori.
Non mi bastano le dita delle mani per contare gli assurdi collegamenti mentali che Layla ha fatto già solo fino a questo punto del libro. E questa è solo la base del racconto. Da qui comincia tutta una specie di grossa cospirazione angelico-demoniaca che vede in Lyla la chiava per la Fine del Mondo, o giù di lì. 

L'autrice ci prova davvero a spiegarci il tutto in maniera "naturale", ma non esiste discorso, spiegone o monologo al mondo che mi impedisca di sentire il rumore delle unghie che grattano sugli specchi di questo piano demoniaco senza capo né  coda.
Per di più Lyla non brilla per simpatia o spina dorsale, Roth è LO stereotipo del figo-cattivo-con-in-fondo-il-cuore-d'oro che cammina, e tutti gli altri personaggi sono buttati lì senza alcuna particolare caratterizzazione. Persino Zayne è poco più che accessorio (e dire che dovrebbe essere importante...), mentre tutto il resto dei Warden appare come uno stormo di cretini patentati.
Quindi per quanto riguarda la caratterizzazione e lo sviluppo dei personaggi, non ci siamo nemmeno per sbaglio. Inoltre la costruzione della trama si regge su con gli stuzzicadenti e anche la love-story è troppo prevedibile e scontata per coinvolgere sul serio.
Aggiungiamoci anche che non si capisce veramente chi siano i cattivi o cosa vogliano. Voi penserete: i cattivi sono ovviamente i demoni, no?! E invece i demoni, viene detto chiaramente, non sono cattivi, ma fanno solo qualche marachella... un po' come Dannis la minaccia.
Ma forse è meglio rettificare: non è vero che non ho capito che cosa volesse il cattivo, il fatto è che le sue motivazioni sono tanto penosamente ridicole che non ci voglio credere. Deve esserci dell'altro.

Mi spiace, ma questa volta la Armentrout è riuscita ad interessarmi solo marginalmente, e con la mancanza dell'elemento "adrenalinico" e "assuefacente" che caratterizza di solito i suoi libri, risaltano troppo le debolezze strutturali e la mancanza di originalità.
So sorry...



Serena

6 commenti:

  1. Mi sono persa a mezzo demone e mezzo gargoyle. Credo di avere bisogno di sapere come hanno fatto un gargoyle e un demone ad avere una figlia, per di più con poteri da succube pudica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il dilemma.
      A dire il vero, anche dopo aver letto "la spiegazione" sono rimasta piuttosto perplessa... ma cosa vuoi che ne sappia io di riproduzione demoniaco-gargoylesca??

      Elimina
  2. ed io che pensavo che questo libro fosse un erotico XD
    non saprei, ma questo libro non mi incuriosisce nonostante adori la Armentrout.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no, macché erotico... è un YA assolutamente nella media. E in ogni caso ti consiglio di buttarti su altro della Armentrout, perché questo non è davvero nulla di che.

      Elimina
  3. Ciao!
    Se ti va partecipa al mio GIVEAWAY per vincere una copia dell'antologia "Diari dal sottosuolo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passo subito a dare un'occhiata! ^^

      Elimina