venerdì 15 agosto 2014

Arrow Season 2, o anche: dove intavolo profonde discussioni sull’etica degli sceneggiatori

Buongiorno a tutti.
Finalmente, e sottolineo finalmente, riesco a tornare a parlare di quel capolavoro della televisione che è Arrow. Quest’anno ho cercato di fare la brava e ho diminuito drasticamente i post relativi alle serie televisive… ma non avete idea di quanto abbia sofferto nel non poter scrivere commenti caustici a tutti gli episodi di Arrow.
E quindi cominciamo.

ATTENZIONE! SONO PREVISTI TEMPORALI ESTIVI CON ROVESCI DI SPOILER




Sapete cosa mi è piaciuto tanto tanto di questa stagione? Il fatto che siano riusciti a dare una struttura sensata alla storyline orizzontale, pur mantenendo quel catartico equilibrio tra tamarraggine e pseudo-serietà.

Ci sono tante di quelle cose bellissime di cui vorrei parlare… ma per semplicità direi che possiamo procedere per plot-twist.
Quest’anno, ancor più dell’anno scorso, abbiamo avuto tutta una serie di plot-twist –anche sensati!- che non so se mi hanno fatta più ridere o sconvolgere. 
Perché la verità è che in un telefilm come Arrow il plot-twist perde un po’ il suo significato originario e diventa una condizione sufficiente e necessaria per mantenere l’awsomeness degli episodi. Insomma, devono essere all'ordine del giorno per fare contenti gli spettatori, ma non troppi per non causare indigestione… un lavoraccio per gli sceneggiatori.

Per prima cosa già nei primi episodi vediamo il ritorno di Sara, la sorella naufraga di Laurel con cui Oliver si era fatto “““un giro in barca”””. 
C’era qualche possibilità che la sorella morta di Laurel rimanesse tale? Assolutamente nessuna.
Per giunta Sara è Black Canary, che nel fumetto originale era un collega di Green Arrow, mentre qui è prestata alla setta degli assassini di Rah’sal Gul. Francamente, non mi lamento – soprattutto considerando che nel fumetto la vera identità di Balck Canary era quella piaga di Laurel… ma per questo c'è ancora tempo.
Prima di entrare a far parte del cast effettivo della serie, Sara è stata la protagonista di alcuni episodi piuttosto importanti, di una storia lesbo con la figlia di Ra’s al ghul (Nissa), di numerosi """scambi d’opinione""" con Oliver, della quasi-morte da veleno più lunga della storia, e di una scena di training intensivo tutta sua...


…che continuo a non considerare nemmeno lontanamente paragonabile a quelle di Oliver. 
Anche quando il talentuoso Amell si mette a fare cose ridicole come prendere a martellate lo pneumatico di un trattore.

Ma, parlando di ritorni epici : Malcolm Merlyn non è morto.
A quanto pare gli sceneggiatori televisivi non sembrano in grado di uccidere i personaggi di John Barrowman, che in Doctor Who era ufficialmente immortale, e anche qui considera la morte “un’illusione”. 
Quando l’ho visto rientrare nello schermo ho cominciato a ridere ed ho smesso due giorni dopo. 


Ah, ecco, dimenticavo… Malcolm Merlyn è il padre biologico di Thea. Una parte di me desiderava che fosse il padre biologico di Oliver, ma questo probabilmente avrebbe ufficialmente mandato in cortocircuito il mio povero cervello ma ne sarebbe valsa la pena. Questa rivelazione ha comunque permesso un confronto memorabile e super-ipocrita tra Oliver e Moira, con il buon Olly che le rinfacciava le tutte sue bugie… ma soprattutto ha dato origine ad uno dei principali cliffhanger del Finale di Stagione: Thea ha abbandonato tutto e tutti per unirsi alla crociata di Malcolm Merlyn.
A dicembre avevo fatto partire il toto “Quanto ci metterà Thea a scoprire l’identità di suo padre”? Beh, dal momento che nel giro di pochi episodi lo sapevano quasi tutti i personaggi e che continuavano a parlarne nel salotto di casa, mi stupisce enormemente che l’attesa si durata  addirittura fino al diciottesimo episodio.

Sempre della serie “i plot twist non sono mai troppi”, il big-bad-guy della stagione è Deathstroke, meglio noto come Slade Wilson, amico fraterno di Oliver sull'isola (o anche: l’ “unico tizio sull'isola che non era una bonazza”).
C’è qualcuno di morto che ha intenzione di restare tale in queste serie?!?! Se non ci avessero fatto vedere (quasi) il corpo in decomposizione del padre di Oliver avrei dei dubbi anche su di lui…
Ma il punto è un altro: Deathstroke come villain spaccava davvero i culi. Era quella perfetta via di mezzo tra ‘assolutamente schizzato’ e ‘brillantemente calcolatore’ che lo rendeva il perfetto cattivo per Arrow. Senza contare che essendo stato il primo maestro di Oliver ed essendo super-umano grazie al Mirakuru, aveva davvero tutte le carte in regola per essere un cattivo pressoché imbattibile.
Ho amato come gli sceneggiatori abbiano gestito il crescendo di ansia, disperazione ed adrenalina nella seconda metà della stagione; e per fortuna l’ho maratonata tutto in un colpo quest’estate, altrimenti non sarei riuscita a sopravvivere all'attesa settimanale!

Dal momento che Arrow è un telefilm che chiama poco in causa i super-poteri, per il Finale era necessario tirare fuori dal cilindro una soluzione “magica” che permettesse di rimettere la situazione leggermente in pari, e questa volta l’hanno fatto negli ultimi tre episodi inventandosi una fantomatica cura in grado di neutralizzare il Mirakuru, consegnata a Starlin City proprio sul più bello. 
E un’altra cosa abbiamo imparato da questi ultimi episodi: non importa quanto i cattivi siano cattivi e imbattibili, un bell'inganno a telecamere accese riesce quasi sempre a sbloccare la situazione.
Slade Wilson ha passato anni e anni a pianificare la propria vendetta, ad organizzare il proprio ritorno e a spiare la vita di Oliver, eppure è bastata una scena romanticosa (e falsa) immortalata dalle sue telecamere nascoste per mandarlo fuori strada.
Ma nonostante certe "ingenuità" della sceneggiatura, anche così il combattimento finale è stato una (occhio che arriva il termine tecnico) figata pazzesca. Il continuo saltare tra presente e flashback -tra il primo combattimento di Slade e Oliver sul mercantile e quello nel presente tra Deathstroke e Arrow- ha davvero ripagato tutta la mia pazienza nel seguire i flashback.
A tal proposito, ammetto di essere sempre stata interessata solo per metà ai flashback dell'isola, ma adesso che le cose hanno cominciato a farsi più intriganti e con la rivelazione alla fine di Unthinkable (con Amanda Waller e Hong Kong), inizio ad apprezzare sempre più questo binario parallelo di narrazione… e soprattutto la capacità degli sceneggiatori di rispondere pian piano ai misteriosi misteri che Oliver si era portato con sé dall'Isola sin dal Pilot.

Come semi plot-twist, ma neanche tanto, vediamo una nuova aggiunta la team-Arrow : Roy Harper. Chi conosce i fumetti sa che il suo destino era quello di diventare il Robin di turno, e gli sceneggiatori ci hanno strizzato l’occhio in più di un’occasione in passato, ma nell'episodio 12 di questa stagione Roy è ufficialmente entrato a far parte del team.

E infine: ebbene sì ragazzi, a quanto pare il trend della stagione primavera estate 2014 sono state le paternità , possibilmente nascoste. Sia Oliver che Diggle hanno dei figli di cui nessuno sapeva nulla,e questa è una di quelle situazioni imbarazzanti che senza dubbio salteranno fuori nel momento meno opportuno.... Per non parlare del riavvicinamento improbabile eppure reale tra il mitico John Barrowman Malcolm Merlyn e Thea.

In questo mio frettoloso recap senza dubbio ho tralasciato qualcosa (come la colpevolezza di Oliver per la morte di Shado, la morte di Moira Queen, la Suicide Squad e l'alleanza tra Isabelle Rochev e Slade Wilson...), ma per apprezzare appieno ogni twist&turn della trama vi consiglio di guardarvi la serie, perché merita.

Ooh... Adesso sì che la sua identità segreta è al sicuro!
Come in tutti i derivati fumettistici, per altro, la sospensione dell’incredulità deve essere all'ordine del giorno… anche se penso che a volte gli sceneggiatori potrebbero anche fare a meno di abusarne.
Possiamo anche far finta che indossare un cappuccio possa rendere assolutamente irriconoscibili, ma in questa seconda stagione hanno davvero sfiorato il livello degli "occhiali di Superman". Perché se prima Oliver almeno teneva una distanza di sicurezza dai suoi interlocutori, adesso che indossa una mascherina verde non fa davvero più nessuno sforzo. Lo stesso vale per Sara che è convinta che una maschera microscopica e una parrucca del suo stesso colore di capelli la mimetizzino completamente.
E vogliamo parlare dell’acuto intelletto dell’ex-detective Lance? Sa che Felicity lavora con Arrow e poco dopo Felicity diventa la segretaria personale di Oliver. Sua figlia Sara è naufragata insieme ad Oliver e ora è tornata nelle vesti di una vigilante che lavora con Arrow. Incredibili coincidenze.

Chi sarà mai questa donna sconosciuta
che sto fissando dritta in faccia??

E ora veniamo alla prima parentesi del post, nonché quella che attendevo di aprire con più eccitazione: Flash.
Quando ho sentito che Flash sarebbe entrato in scena ero quantomeno perplessa. Insomma spandex rosso, cornini a forma di fulmine… per non parlare della sensazione di inserire un personaggio di troppo ad una storyline già piuttosto ricca a mo di pretesto per un spin-off... E invece. E invece!


I due episodi dedicati alla “presentazione” di Flash sono due dei miei preferiti dell’intera serie. Per prima cosa Berry Allen è adorabile, e questo è un fatto. Ancora più adorabili sono i siparietti con Felicity che sono di una carineria assoluta, quasi belli quanto i siparietti con Oliver che lo guarda con una faccia truce ogni volta che Barry si azzarda ad aprire la bocca.
Un altro grosso punto di forza dell’episodio è che non aveva quell'aria da 'Pilot travestito' che mi irrita oltremodo quando le serie si preparano ad uno spin-off… Questo era un episodio di Arrow con Berry Allen, non al servizio di.
E poi, dai, come si fa a non amare un episodio pieno di scene d’azione stunt pazzeschi come quello??! 


Ebbene sì, è arrivato anche il temuto momento della parentesi Laurel. E visto che io stessa non ce la posso fare a sopportare tutta una parentesi dedicata a lei, ci infilo anche Felicity e mi levo il pensiero.
Come se non bastasse, farò pesanti riferimenti al fumetto, quindi ci potrebbe essere dello spoiler molto pesante sul futuro della serie... oppure no. Dipende da quello che decideranno gli sceneggiatori.
Ad ogni modo, consideratevi avvisati.

Laurel si conferma come il personaggio più inutile, dannoso e fuoriposto non solo di questa serie, ma di tutte le serie di questa stagione televisiva.
Aidan di Revenge? Una gioia al confronto.
Come se avessimo bisogno di altri motivi per non sopportarla, in questa stagione ha aggiunto alla solita dose di stupidità, “voltagabbanismo” e moralismo senza fondamento, anche la tipica cattiveria gratuita di quei personaggi che hanno un problema di alcolismo. Eh sì, giusto i problemi di alcolismo ci mancavano.
A mio dire il personaggio di Laurel è stato un doppio fiasco sia a livello di casting che a livello di sceneggiatura, perché se da una parte Katie Cassidy non ha la benché minima chimica su schermo con Stephen Amell (Oliver aveva più chimica con Tommy, dannazione!), dall'altra abbiamo un personaggio scritto solo per essere antipatico, creare problemi e farsi salvare, senza nessuna caratteristica positiva a controbilanciare la sua generale intollerabilità.
Oddio è stata rapita.
Che novità sconvolgente.
Già i personaggi femminili nelle serie di questo tipo hanno la tendenza ad essere presi d’ostaggio per loro natura, ma Laurel riesce a farmi desiderare ogni volta che la prossima non si diano la pena di salvarla.
Non importa quante persone siano morte o rimaste ferite per salvarla, lei ogni santa volta va dove le è stato detto di non andare, apre la porta senza controllare da quel dannatissimo spioncino e in generale usa tutto il suo screen time per farsi odiare dallo spettatore. Credo che le manchi solo “accettare caramelle da uno sconosciuto”, poi ha completato la lista delle Cazzate-inenarrabili-da-compiere-se-ti-puzza-la-vita.
Nel mio infinito cinismo non sono mai stata particolarmente ottimista sulle possibilità di una coppia Oliver-Felicity, ma -per confronto- loro due sembrano destinati al “Vero Ammore”. Insomma, almeno c’è della complicità tra i protagonisti, c’è una qualche possibilità di evoluzione del rapporto tra i due, ma soprattutto Felicity è simpatica. Ti vien voglia di tifare per lei, anche se sulla carta lei e Oliver sono una coppia –ammettiamolo- male assortita.
Eppure gli sceneggiatori non sono completamente idioti e hanno percepito che era arrivato il momento di dare una sterzata a quel convoglio deragliante che era l’ammorbamento Oliver-Laurel. Non so se hanno “ascoltato” il parere del pubblico (abbondantemente espresso su internet) o se avevano pianificato il tutto dall’inizio, ma in questa stagione ci sono andati giù parecchio parecchio pesanti con i momenti Olicity (aborro queste abbreviazioni, ma non posso evitare di usarle). Ce ne sono stati un sacco
Shippers della rete, provate a dirmi che non vi è quai venuto un attacco cardiaco quando in Unthnkable Oliver ha detto a Felicity “I love you”. Onestamente era abbastanza palese che la scenetta facesse parte di un piano congegnano, ma questo non toglie che siano i momenti come questo (e come la scena finale sulla spiaggia dell'isola) che danno agli shippers un motivo per continuare a sperare.
Le mie fonti, per altro, mi dicono anche che nelle prossima stagione daranno ancora più spazio alla dinamica Oliver-Felicity. Non credo che li vedremo mai insieme, ma ho sentito vociferare di un appuntamento…
Insomma, tornando alla questione dell’ “approfondimento della relazione”. Per quanto il mio gelido cuoricino li veda come una coppia “condannata”, se non altro tra Oliver e Felicity c’è del margine di manovra. Quindi speriamo che gli sceneggiatori riescano a sfruttare questa situazione a vantaggio di tutti, invece di buttare tutto in vacca con una Laurel qualsiasi.

Ma non vi preoccupate, a Oliver non è mancata la compagnia femminile: tra flash back dell’isola con Shado, scappatelle russe con Isabel Rochev e la resurrezione di Sara, Oliver è stato piuttosto indaffarato.

Ma tornando alla questione “Ci libereremo mai di Laurel?”, il problema è uche la storia d’origine del fumetto è molto chiara a riguardo: no.
Siamo realisti: Oliver e Felicity? That’s never gonna happen. E non solo perché come personaggi sono ancora troppo diversi (l’ho detto, quell'aspetto si potrebbe smussare…) ma per il semplice motivo che LA compagna di Oliver Queen/Green Arrow è Dinah Laurel Lance. Punto.
Nel fumetto non solo lei era Black Canary, ma i due si sposavano anche (per un po’ di tempo almeno… poi Oliver le metteva un palco di corna che manco un branco di renne).
Lei è la "Lois Lain" di Green Arrow e questo è quanto. La cosa più frustrante è proprio questa: sapere che un personaggio così importante, soprattutto in futuro, sia stato scritto nella maniera più irritante possibile per un’attrice senza carisma. Davvero, è deprimente. Proprio quando ero convinta di essere al sicuro con Arrow, di esser scampata ad altri 7 anni della cagnaggine recitativa di una Kristin Kreuk di Smallville qualunque, ecco che mi tirano fuori dal cilindro Katie Cassidy, che sarà pure bravina, ma che come Laurel non funziona assolutamente.

Se mi sentissi fiduciosa e in veda di miracoli, potrei illudermi che in futuro le possano scrivere un percorso evolutivo degno di nota, ma per il momento credo che impiegherò tutta l'ingenuità che mi rimane per tifare per l'adorabile Felicity e tentare di ignorare la presenza di Laurel nei vari episodi.

No, non è vero:


Cari sceneggiatori di Arrow, 
vi prego, VI PREGO, iniziate a scrivere in maniera decente il personaggio di Laurel
perché al momento non si può tollerare.
Cordiali saluti,
Serena 


Insomma, ho appena finito di maratonarmi mezza stagione di Arrow, eppure ne voglio ancora. E non solo perché Stephen Amell fa la sua porca figura senza maglietta, ma perché questa serie riesce incredibilmente bene a mixare azione, umorismo, personaggi riusciti (altri meno…) e resurrezioni adrenalina.
Non vedo l’ora che cominci la terza stagione, perché a questo punto le aspettative sono stellari.







P.S: in caso qualcuno si fosse lasciato ingannare dal mio ranting entusiastico, non temete: le capacità  recitative di Stephen Amell sono ancora ferme al minimo sindacabile. Chiaramente lui non è stato ingaggiato per le sue doti attoriali ma per il suo fisico e carisma. Ma soprattutto il fisico.

Perché non è un vero post su Arrow se non piazzo questa gif

8 commenti:

  1. Awwww *-* quanto ho amato questo post *-* io adooooro Arrow, adoooooro il personaggio (o meglio il corpo) di Stephen Amell e poi shippo come pochi la Olicity! Wow wow wow! Inutile dire che aspetto con ansia la terza stagione e dire che ho dovuto subire l'attesa di ogni santo episodio. Devo mica aggiungere che muoio dalla voglia di vedere Flash? Devo ancora vedere il pilot, ma Berry Allen è troppo puccioso *w* ok, ora la smetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh! Che bello trovare una compare appassionata di Arrow! Ovviamente tanto LOVE per (gli addominali di) Stephen Amell e anche per Berry Allen. Qualche tempo fa era stato diffuso di straforo il Pilot di Flash, ma mi sono auto-imposta di non guardarlo... anche perché altrimenti l'attesa dopo sarebbe stata interminabile!
      E preparati che un altr'anno daranno a tutti gli shippers della rete pane per i loro denti! XD

      Elimina
    2. Ce l'ho il pilot e se mi gira uno di questi giorni ahahahahah oltre a questi due mi preparo che voglio iniziare quasi sicuramente anche Gotham! Evviva, aggiungiamo altra carne e fuoco perché di telefilm ne vediamo proprio pochi XD

      Elimina
    3. Decisamente Gotham è sulla lista. I telefilm sono una delle pochissime cose che mi fa attendere l'autunno con gioia :D

      Elimina
  2. "pur mantenendo quel catartico equilibrio tra tamarraggine e pseudo-serietà." non c'è frase migliore di questa per descrivere la serie ahahahaha
    condivido pienamente il ribrezzo per Laurel, insopportabile combinazione di alcolizzata e innamorata davvero oscena -.-' ammetto che comunque non mi stava simpatica neanche quando faceva la paladina della legge nella prima serie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma credo che non stia a simpatica a nessuno sulla faccia della Terra, mai. E' dal primo post sul Pilot di Arrow che mi lamento di quanto sia insopportabile il suo personaggio. Speravo che con il tempo avrebbero migliorato la scrittura relativa alla sua parte... e invece non ha fatto che peggiorare. Almeno quest'anno ha avuto meno screen time... -_-

      Elimina
  3. LOL questo post è stato la fine del mondo!! xD
    Purtroppo intorno alla puntata... 15 forse di questa stagione, ho momentaneamente sospeso Arrow. Non so, la storia non riusciva a tenermi più ingrippata come prima e con Sara che detesto da morire (non so perché, a pelle) e Laurel (qui non c'è bisogno di specificare il perché, ovviamente!) non ce l'ho fatta.
    Sarà perché anche io sono una fan disperata di Olicity? I fumetti non li ho letti, sono completamente ignorante riguardo a ciò che dovrebbe succedere a Green Arrow. Insomma, ciò che so l'ho appreso da questo tuo post. Ma comunque spero che gli sceneggiatori facciano una bella virata verso Olicity. Okay, nel fumetto non c'è ma sullo schermo sono troppo TROPPO compatibili e adorabili tutti e due!
    Mentre Laurel... Ugh. Non voglio neanche parlarne, altrimenti mi vengono i nervi. MA DICO IO, E' COSI' DIFFICILE CAPIRE CHE SE NON SA BADARE A Sè STESSA DEVE STARE CHIUSA DA QUALCHE PARTE E LASCIAR FARE AGLI ALTRI? Mamma mia, se la vedo sospirare ancora una volta giuro che la strozzo, la prendo a calci e chi più ne ha più ne metta!!! *cerca di calmarsi*
    Barry è davvero adorabile! Sicuramente Flash lo seguirò, almeno vedrò come saranno i primi episodi. Su Arrow sono indecisa. L'unico motivo per cui lo stavo vedendo ormai era per ammirare i pettorali di Ammell (addominali e tutta la compagnia bella) e sperare in un bacio con Felicity!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi ero fermata da quelle parti e poi ho recuperato in estate... Ma ti assicuro che la seconda parte di stagione è davvero adrenalinica!
      A parte l'odio per la stupidissima Laurel, effettivamente anche Sara dopo un po' ha cominciato a stufarmi... Mi puzzava un po' di MarySue.
      Cmq ti consiglio di seguire la prossima stagione, perché se è vero quello che dicono, ci saranno grosse novità per Oliver e Felicity... XP

      Elimina