giovedì 13 novembre 2014

Commento: Doctor Who 8x11 - Dark Water

Ci siamo quasi. Oggi commento al penultimo episodio: Dark Waters.



Oh… adesso sì che ci siamo.
Dopo la graziosa (e poco impegnativa) parentesi di In theForest of the Night, questa settimana torniamo allo standard tipico di un episodio di Doctor Who: feels tormentati e lol senza freni.

Già in apertura d’episodio abbiamo il primo colpo alle ginocchia: mentre Clara è al telefono con Danny e gli dichiara il suo amore, quello con la ‘A’ maiuscola, quello che le fa dire:


lui si distrae e viene investito da una macchina. E muore.

Questo è esattamente il tipo di morte talmente banale, scontata e umana, che ci fa rimanere tutti un po’ ‘delusi’.
Al che mi viene in mente una vecchia questione: viaggiare con il Dottore scombina tutti i processi ‘emotivi’ e porta a reazioni completamente assurde. Cosa che, per altro, succede anche a chi guarda il Dottore. Perché non è stato carino da parte mia rimanere solo ‘delusa’ quando Danny è morto come un umano qualsiasi. Avrei anche dovuto rimanerci  male.
Anche Clara, in pieno trauma, si rifiuta di accettare una cosa “banale” come la morte per incidente stradale e decide che

"Nobody deserves anything. But I am owed better. - I am owed."




Ma il fatto è che non ci pensa nemmeno a ‘chiedere’, ma passa direttamente alle minacce. Perché in fondo lo sa anche lei che quello che vuole chiedere non si può fare.
Quindi ecco che addormenta il Dottore con un cerotto soporifero dopo essersi fatta portare al cratere di un vulcano, e poi minaccia Twelve di distruggere tutte le chiavi del TARDIS se lui non le riporterà indietro Danny.
Il carico emotivo qui è davvero pesante (e, spoiler allert: sta per peggiorare), ma –nonostante, ok, le chiavi del TARDIS siano rarissime, ecc…- sul momento mi è anche venuto da chiedermi quale fosse il problema dato che il Dottore può aprirlo schioccando le dita.
Ma il punto della scena non è quello, non è il nit-picking dello spettatore di lunga data, ma è che Clara sta usando la fiducia che il Dottore ha in lei e la sua conoscenza dei segreti del TARDIS per cercare di costringerlo a fare qualcosa, per minacciarloE oltre a questo arriva davvero a buttare tutte le chiavi nella lava.



Ovviamente però il Dottore è tre passi avanti a lei e si era già premurato di prendere il controllo della situazione: aveva in realtà usato il cerotto contro di lei, lasciandola agire all'interno di una “illusione onirica” per vedere fino a che punto sarebbe arrivata. 



Ma soprattutto arriva lei, quella frase che ti rimette in pace col Mondo e con l’Universo; quella frase che ti ricorda perché Doctor Who è al tua serie preferita EVER.





"Do you really think I care for you so little that betraying me would make a difference?"


Seguita da:



Quindi si parte alla volta della Nethersphere per recuperare Danny.

Scusate, posso far notare che fino a qui ho parlato semplicemente dei primi quindici minuti scarsi di episodio? Just sayin’.

Il Dottore e Clara finalmente, dopo una stagione intera di teaser e ammiccamenti, arrivano nel fantomatico Heaven ,che nel giro di pochissimo si rivela essere nient’altro che una specie di memoria dati per le coscienze degli umani deceduti. Anche se ancora non mi è chiarissimo come Missy sia riuscita a recuperarle (non è che tutti abbiamo un attacco USB3 dietro alla nuca…)
Ah, già Missy.
Tipo che da quando è comparsa Missy ho riso interrottamente come una scema per cinque minuti buoni. 
Perché, ora che non deve solo strizzare l’occhio in camera, ora che può dare sfogo a tutta la sua trasbordante follia, è in grado di prendere e spiazzare tutti. Compreso il Dottore.

Quindi godetevi l'Official Welcome Package della 3W:









Ok, diciamo pure che mi scuso subito per il numero esorbitante di gif, ma Missy è giffabile in maniera esagerata. E in realtà non avete ancora visto nulla.



Cioè...dai! Prima si finge un androide (ommioddio le risate..!) , trolla un po' con il Dottore, poi torna a sogghignare nell'ombra e a gestire il suo piano, in attesa che il Dottore finalmente si accorga che c’è qualcosa di davvero losco.

E in caso qualcuno non l’avesse ancora capito dalle mille mila immagini promozionali della serie e dallo stesso trailer di questo episodio, sono tornati i cybermen.



I cybermen non sono esattamente i miei ‘cattivi’ preferiti, ma la loro presenza viene notevolmente valorizzata dal loro comandante in capo:


Qui un DRAMA BUTTON ci sta tutto.

Credo che molti ormai avessero immaginato, dedotto o scommesso sull'identità segreta di Missy, un po' per assonanza, un po' perché i cattivi così bonkers non crescono sugli alberi come le banane (pun definitely intended...vedrete sabato, NdB), un po' per esclusione. Io credo di essermi soffermata sul pensiero per 15 secondi un lunedì mattina, poi la cosa mi è assolutamente sfuggita dalla memoria... Quindi mi sono goduta appieno l'effettone sorpresona della rivelazione.
Poi mi sono ricordata dell'assalto di lingua ai danni del Dottore e ho riso altri 5 minuti.


Ora, qualcuno di voi penserà che sono una persona brutta e cattiva, perché ho passato tutto il tempo a rotolarmi dal ridere per il Master e non ho parlato affatto della via crucis emotiva di Clara.
A quel qualcuno dico: avete senz'altro ragione, ma adesso ecco anche i miei pensieri a riguardo.

Quello che è successo a Clara è senza dubbio terribile. Credo che un po' per la 'scarsa teatralità' della morte di Danny, un po' per il fatto che in Doctor Who le morti sono semi-permanenti il più delle volte, inizialmente non ho dato troppo peso alla questione. O meglio, gliene ho dato, ma ho sempre pensato che la questione non si sarebbe chiusa così facilmente, soprattutto considerando qual era il  tema ricorrente di questa stagione.
Infatti Danny ricompare ben presto nella famosa Nethersphere, pronto ad essere accolto da quell'omuncolo irritante in completo grigio, e con Clara e il Dottore alle calcagna.
Clara, dal canto suo, si passa in rapida successione le fasi di rifiuto, rabbia e patteggiamento nel giro dei primi venti minuti di episodio (leggi sopra), mente una volta arrivata alla 3W accetta il consiglio del Dottore e si rifugia dietro ad un distacco -di facciata- che dovrebbe servirle per riuscire a riportare Danny indietro. Un po' come Orfeo che non poteva cedere alla tentazione di voltarsi a controllare che Euridice lo seguisse fuori dall'Ade. Allo stesso modo, Clara cerca di farsi forza e di affrontare la situazione con cinismo, per assicurarsi invece che sia proprio Danny la persona che ha trovato.
Inutile dire che quella scena risulta piuttosto penosa per il feels del povero spettatore.

Proprio sul finale poi, ci viene rivelato -in parte- il piano del Master (scusate, ma non ci riesco proprio a chiamarla 'Mistress'...) : la Nethersphere serviva per raccogliere i corpi e le coscienze dei morti, per poterli trasformare in un'armata pronta ad invadere la terra. Perché:

How can you win a war against an enemy that can weaponise the dead?


Ormai avrete capito che questo episodio mi è piaciuto. Mi è piaciuto tanto. C'era un po' tutto quello che amo di Doctor Who e anche qualcosa di inaspettato che mi ha colpita lì dove non pensavo fosse più possibile. 
E adesso mi preparo per il Finale, perché sarà dura.

A sabato con il commento a Death in Heaven!


Serena



P.S.: qui trovate i miei commenti agli episodi precedenti:


4 commenti:

  1. Che dire se non "sono d'accordo"?
    La morte di Danny non mi ha sconvolto, un po' perchè - come sottolinei - troppo ordinaria, un po' perchè viaggiare col Dottore porta al classico "time can be rewritten", e Clara (come altri companion prima di lei) non capiscono perchè il Dottore possa cambiare così tante linee temporali tranne la loro.
    E poi diciamocelo, Rory ha influito: quante volte è morto e tornato? Alla fine non ci faceva caso nemmeno lui.
    Danny che viene investito all'inizio del primo episodio non sembra tanto una tragedia quanto "evento da evitare nella trama dell'episodio". Eppure... più la puntata va avanti più l'impressione è che il Doctor non voglia riportarlo indietro quanto aiutare Clara ad elaborare il lutto.
    Che poi questo episodio riesce ad essere così bello proprio perchè ci sono così tante cose che si incastrano alla perfezione o quasi: il percorso di Clara, la trama orizzontale, il Master. Che continuerò a chiamare Master erchè Mistress era troppo un modo per inventare un soprannome che non facesse pensare a lui (e ammetto di esserci cascata con tutte le scarpe). L'interpretazione è completamente fuori dalle righe, e mi ha fatto morire dalle risate in ogni singola scena... anche le più cattive.

    La frase del Dottore sul tradimento, poi, è perfetta. Mi ha quasi fatto dimenticare che ci sono Cyberman. Non mi piacciono, e li considero un cattivo da episodio più che da season finale :/
    Almeno hanno l'assistenza del Master per tirare su il livello minacciosità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che anche tu abbia apprezzato questo episodio quanto me... ^^
      Ad essere sincera, io ero già stata intortata in pieno alla famosa frase del Dottore, quindi il resto sarebbe anche potuto essere una schifezza e comunque avrei portato nel cuoricino quel frammento... ma poi è arrivata Missy e ha rubato la scena a tutti.

      Adesso invece sto cercando di chiarirmi le idee sul finale, che ho già visto.....ma devo decisamente meditarci ancora un attimo per il commento. Muble mumble...

      Elimina
    2. Del finale ho apprezzato alcune cose e meno altre. Aspetto la recensione e nel frattempo rimugino anche io.
      Ti ho lasciato un premio ^^ http://agameoftardis.blogspot.it/2014/11/liebster-blog-award.html

      Elimina
    3. Appena pubblicato ;D Ci ho lavorato un sacco, non credevo che questo ultimo post mi avrebbe impegnata tanto!!!
      E grazie mille per il premio!!! Passo subito anche sul tuo blog a ringraziare :3

      Elimina