venerdì 7 agosto 2015

Recensione: "Il segreto del libro proibito" di Karen Marie Moning.

TITOLO: Il Segreto del Libro Proibito
AUTORE: Karen Marie Moning
EDITORE: Leggereditore
PREZZO: € 9.90

TRAMA: 
Un libro proibito che viene dal passato. Una libreria, la porta verso un'altra verità. Un libraio misterioso e le sue ombre. Una donna e un destino legato a quello dell'umanità... Quando la sorella viene uccisa, Mac Lane è costretta a mettere in dubbio la sua stessa identità. Con un solo indizio, la ragazza parte per l'Irlanda, decisa a vederci chiaro. Da subito comprende che non si tratta di un semplice omicidio. Chi era realmente sua sorella? E perché ha provato a decifrare l'antichissimo Sinsar Dubh?

RECENSIONE:

Ed eccomi qui a gettarmi in pasto ad una nuova interminabile serie, all'insegna del "la mia amica mi ha obbligata". Perché chi non ha amici che ti minacciano per spingerti a leggere dei libri che a loro sono piaciuti??

E adesso provate a impedirmi di utilizzare
gif di LSP come non ci fosse un domani...
Mackayla Lane è una moderna southern belle, immersa fino alla radice dei capelli in moda, trucchi e spensieratezza, almeno fino a quando l'improvvisa e violenta morte della sorella Alina non la spinge fino a Dublino in cerca di risposte e giustizia. Non appena arrivata, però, finisce coinvolta nella caccia all'antico e potentissimo libro magico del titolo e nel bel mezzo di un'invasione silente di Unseelie. A quanto pare questa reliquia di Magia Nera è ricercata da tutti: Seelie, Unseelie, umani... e Mac è una delle poche in grado di avvertirne la presenza in quanto Veggente. 
Quindi fino a qui abbiamo un po' la classica storia di epifania paranormale: un ragazza qualsiasi (possibilmente la meno probabile del mazzo) di punto in bianco scopre di essere potentissima ed essenziale per la sopravvivenza del genere umano.
C'è di buono che Mac non possiede proprio tutte le caratteristiche insopportabili delle protagoniste di genere. Fino a qui si è capito che le piace il rosa (e, francamente, anche meno descrizioni di outfit e accessori scintillanti sarebbero benaccette) e che nonostante la sua inesperienza e assoluta ignoranza in materia, preferisce rimboccarsi le maniche e fare qualcosa (anche se spesso epicamente sbagliato) piuttosto che piagnucolare. Quasi sempre.


Per sua fortuna e sfortuna, incrocia la sua strada con Gideon Barrons, uno dei tanti contendenti al libro. Barrons è, da una parte, fascinoso, tenebroso e le salva la vita in più di un'occasione, ma dall'altra è cinico, spietato, possessivo e la tratta alternativamente come un'idiota o un oggetto, e la tiene quasi costantemente in ostaggio. 
Un altr personaggio momentaneamente secondario ma da menzionare è V'lane, principe della corte Seelie, in grado si scatenare una specie di frenesia sessuale nelle sue vittime... il che dà il via a tutta una serie di siparietti a metà tra l'ilare e l'esplicitamente erotico ogni volta che incontra Mac. 

In questo libro ho riscontrato un un problema e un semi-problema.
Il "problema che non è un problema" è proprio il protagonista maschile. Barrons è un 'personaggio' molto funzionale alla storia, ma un pessimo 'protagonista'. Mi spiego. E' senz'altro un personaggio interessante, che dà un grosso contributo nel rendere la storia avvincente, però per me è davvero difficile considerarlo uno dei 'buoni', uno di quelli per cui dovrei tifare. Insomma, mi da abbastanza fastidio come persona. Certo, se l'autrice dovesse riuscire a farmi cambiare idea nel corso della serie, con un'evoluzione caratteriale, avrebbe tutto il mio rispetto. Ma per il momento il suo modo di fare mi mette a disagio... anche se questo non toglie che per il momento sia un dei giocatori più interessanti della partita.
E ora veniamo al problema vero: questo libro è corto. In realtà, se mi soffermo a pensarci, alcune cose sono successe... eppure continuo a pensare a Il segreto del libro proibito come ad un "mezzo libro". Non è assolutamente una questione di dimensioni fisiche, ma lo svolgimento degli avvenimenti in generale e lo scontro finale anti-climatico mi danno l'impressione che questo sia un libro "incompleto".

In fine, nonostante tutto, voglio dare un 3.5 sulla fiducia. Perché ok che è la serie sarà lunga, ma spero davvero che arrivi da qualche parte.


2 commenti:

  1. Ahahah, splendide le immagini! Non mi ha mai ispirato - come tutti i romanzi della Leggereditore, eh - però continuerò a leggerti per sapere come si evolve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^ In realtà io non ho alternative se non continuare a leggerla, sempre sotto minaccia della mia amica XD Ti terrò aggiornato ;D

      Elimina