sabato 22 ottobre 2016

Morty l'Apprendista - Terry Pratchett



"Praticamente qualsiasi cosa può essere più veloce della luce del Disco, che, a differenza della luce ordinaria, è pigra e mite. L'unica cosa conosciuta che sia più veloce della luce ordinaria è la monarchia, come sostenne il filosofo Ly Tin Wheedle. In base alla premessa secondo cui la tradizione impone che non si possa avere più di un re e che non vi siano intervalli tra un monarca e l'altro, Wheedle argomentò che, alla morte del sovrano, la successione al trono da parte dell'erede deve avvenire istantaneamente. Di conseguenza si può presumere l'esistenza di particelle elementari (dette reoni, o forse reginoni) in grado di svolgere tale funzione, anche se talvolta accade, naturalmente, che la successione fallisca: ad esempio, quando queste particelle in movimento si scontrano con un'antiparticella detta repubblicone. Un ambizioso progetto di Wheedle -consistente nello sfruttare tale scoperta per inviare messaggi, inclusa la tortura sistematica di un re di scarsa importanza allo scopo di modulare il segnale- non fu mai descritto interamente perché ormai, al bar era ora di chiusura."


" «Sono una sedicene da trentacinque anni.» concluse Ysabell.
  «Oh... Davvero?»
  «E' stata abbastanza dura, il primo anno.»
  Ripensando alle ultime settimane, Morty annuì con partecipazione. «Per questo hai letto tutti quei libri?»
  Ysabell abbassò gli occhi, imbarazzata, ruotando la punta di un sandalo nella ghiaia. «Sono molto romantici» spiegò. «Ci sono storie molto belle. C'è quella della ragazza che bevve il veleno dopo la morte del suo innamorato, e l'altra che si buttò da un dirupo perché suo padre voleva farle sposare un vecchio, e un'altra ancora che preferì annegarsi piuttosto che cedere...»
  Morty ascoltò sbalordito. A giudicare dalle opere scrupolosamente scelte da Ysabell, era notevole che qualche femmina del Disco fosse sopravvissuta all'adolescenza, tanto da consumare un paio di calze.
  «... convinta che lui fosse morto, si uccise, così lui, al risveglio, la trovò morta e si suicidò. Poi ci fu quella ragazza...»
  Il buon senso suggeriva che almeno alcune donne giungevano alla terza decade senza ammazzarsi per amore, eppure sembrava che non avessero nemmeno una particina in quei drammi*. Morty aveva già scoperto che quando si è innamorati ci si sente ardere e gelare, si diventa crudeli e deboli, ma non si era ancora reso conto che si diventa anche stupidi.
  «... nuotò nel fiume tutte le notti, ma una notte ci fu tempesta e così lei, quando non lo vide arrivare...»  Per istinto, Morty sapeva che certe giovani coppie s'incontravano, ad esempio, a un ballo del villaggio, si piacevano, uscivano insieme per un anno o due, ogni tanto litigavano e facevano pace, poi si sposavano, e tutto questo senza mai ammazzarsi. E finalmente si rese conto che la litania del'amore avversato dal fato cominciava a diventare noiosa e ripetitiva. «Oh...» intervenne debolmente. «Non c'è proprio nessuno che, come dire, va d'accordo e basta?»

*I più famosi amanti del Disco furono indubbiamente Mellius e Gretelina, la cui pura, turbinosa e straziante passione avrebbe arso le pagine della Storia, se un inesplicabile capriccio del fato non li avesse fatti nascere a duecento anni di distaza su continenti diversi. Tuttavia, gli dèi ebbero pietà di loro, trasformando lui in un'asse da stiro e lei in un pilastrino di ottone.  Perché quando sei un dio, non devi spiegare niente a nessuno. "



"Morti superò diverse guardie notturne; le ignorò, perché ascoltava le voci impegnate a conversare dentro la sua testa...
Ti ha visto una sola volta, idiota! Perché mai la principessa dovrebbe interessarsi a te?
Certo, però le ho salvato la vita.
Questo significa che appartiene a lei, non a te. E poi, il tuo avversario è un mago.
E allora? I maghi non dovrebbero... uscire con le ragazze... Sono celebri....
Celebri?!
Non dovrebbero... Tusaicosa...
Cosa? Niente tusaicosa? Mai e poi mai? La voce interna sembrò sorridere.
Pare che nuoccia alla magia, pensò Morty.
Strano posto per custodire la magia."



"«E' il Libro di Magia di Alberto Malich il Mago», ripose Cutwell. «Una specie di libro di teoria magica. Non è una buona idea osservare troppo le parole, perché se ne risentono. Ecco, guarda cosa dice qui...» Mosse silenziosamente le labbra, mentre le gioccioline di sudore spuntate sulla sua fronte decidevano di confluire per scendere a vedere cosa stava facendo il naso. Gli occhi gli si riempirono di lacrime.
  A certa gente piace accomodarsi in compagnia di un buon libro, ma nessuno in possesso di tutte le proprie facoltà mentali picerebbe accomodarsi con un libro di magia, perché persino ogni singola parola è dotata di una vita autonoma e vendicativa, talchè leggere diventa, in breve, una sorta di lotta indiana mentale. Molti giovani maghi hanno cercato di leggere grimori tropp potenti e, coloro i quali e hanno udito le grida, ne hanno successivamente trovato soltanto le scarpe alla polacca, da cui s'innalzavano i classici fili di fumo, e il libro, diventato forse un po' più grosso. A chi si reca a curiosare nelle biblioteche di magia possono capitare cose in confronto alle quali farsi strappare la faccia dai tentacoli di mostri delle Dimensioni Sotterranee sembra nulla di più di un massaggio.
  Fortunatamente, Cutwell possedeva un'edizione espurgata. Inoltre, aveva chiuso le pagine più inquietanti con alcuni fermagli, anche se nelle notti più silenziose riusciva a sentire le parole imprigionate raschiare con irritazione le pareti del carcere, come ragni intrappolati in una scatola per fiammiferi. Chunque abbia mai avuto occasione di sedere accanto a qualcuno che indossa un Walkman è in grado d'immaginare esattamente il rumore che producono."



"Aprirono il registro.
E lo scrutarono a lungo.
Alla fine Morty domandò: «Cosa significano tutti questi simboli?»
«Sodomia non sapiens», sussurrò Albert.
«Che significa?»
«Significa...Che sia fottuto se lo so!»"







Serena

2 commenti:

  1. Pratchett!
    Morty!
    Mellius e Gretalina XD

    RispondiElimina
  2. Ogni tanto sento nostalgia e devo tornare da papà Pratchett ^^
    E Mellius e Gretelina sono stati l'ennesima causa di "pessima figura da pazza ridanciana in mezzo ad estranei sul pullman" XD Li amo.

    RispondiElimina